Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
donato970

Innaffiare le piante e ... acqua sulla tenda

Buongiorno,

scrivo per la prima volta in questo forum anche se vi seguo con interesse ed attenzione da un po’ di tempo.

Ho un problema che, come visto è comune a parecchi di noi, l’imbrattamento dei balconi da parte dei condomini dei piani superiori.

Premetto che abitando al primo piano spesso mi ritrovo il balcone della cucina con briciole di pane ed altro però sono una persona molto tranquilla e uso molto buonsenso nelle cose quindi spesso soprassiedo, anche se in più di un occasione l’ho fatto presente in assemblea.

Questa volta però la cosa è un po’ diversa, mi spiego, la scorsa settimana, come tutte le mattine uscendo al balcone tiro giù la tenda da sole, questa volta però è successo che il condomino del piano di sopra alle 8:30 di mattina ha pensato bene di innaffiare copiosamente le piante del suo balcone e puntualmente è venuta giù acqua mista a terriccio che ha imbrattato non solo il balcone e la ringhiera ma soprattutto la tenda, facendola macchiare in più punti ben visibili.

Mentre ciò accadeva mia moglie era presente ed ha subito alzato la tenda, ma oramai il danno era fatto, tra l’altro mia moglie ha provato a chiamare, sempre dal balcone il condomino del piano di sopra ma non ha ricevuto nessuna risposta. Si fa altresì presente che di quanto è accaduto ne è testimone un altro condomino che proprio in quel momento passava di sotto per andare ai parcheggi delle auto.

Ho provveduto ad avvisare l’amministratore dell’accaduto chiedendo di far presente al condomino “incriminato” la mia intenzione di addebitargli il lavaggio della tenda e se voleva poteva venire a prendere visione del danno fatto.

L’amministratore però, qualche giorno fa mi ha lasciato perplesso dicendomi che aveva si avvisato il condomino dell’accaduto, il quale tra l’altro ha negato, e che, se volevo potevo chiamarlo io.

Ora chiedo, come mi debbo comportare, cosa posso fare, visto che l’amministratore se ne è lavato le mani?

Metto tutto su carta e invio all’amministratore mettendo in mora il condominio?

Io non chiedo altro che il lavaggio della tenda che mi è stata palesemente danneggiata.

Scusate per la lungaggine e grazie a tutti coloro che vorranno darmi un aiuto in tal senso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ora chiedo, come mi debbo comportare, cosa posso fare, visto che l’amministratore se ne è lavato le mani?

-------------------------------------------------------

L'amministratore tutto quello che può fare,mandare una comunicazione. Lui si occupa di problemi parti comuni e non può entrare nelle beghe fra condomini.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quindi è un problema tra te e chi ti ha rovinato la tenda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ora chiedo, come mi debbo comportare, cosa posso fare, visto che l’amministratore se ne è lavato le mani?

-------------------------------------------------------

L'amministratore tutto quello che può fare,mandare una comunicazione. Lui si occupa di problemi parti comuni e non può entrare nelle beghe fra condomini.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quindi è un problema tra te e chi ti ha rovinato la tenda.

Ok, fino a qui ci siamo, io non vado contro l'amministratore ci mancherebbe, ma vorrei essere indirizzato su come devo agire, poi lo so anch'io che è un bega tra condomini, ma come posso fare a far valere le mie ragioni se il condomino nega la colpa e di conseguenza non viene a costatare materialmente in danno procurato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Prendi le scale, vai dal tuo vicino e gli spieghi cosa hai visto e cosa chiedi.

Lui probabilmente negherà e il resto lo puoi immaginare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Prendi le scale, vai dal tuo vicino e gli spieghi cosa hai visto e cosa chiedi.

Lui probabilmente negherà e il resto lo puoi immaginare...

Scusa mi spieghi il senso della seconda parte del tuo intervento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ok, fino a qui ci siamo, io non vado contro l'amministratore ci mancherebbe, ma vorrei essere indirizzato su come devo agire, poi lo so anch'io che è un bega tra condomini, ma come posso fare a far valere le mie ragioni se il condomino nega la colpa e di conseguenza non viene a costatare materialmente in danno procurato.

vedi cosa dice il regolamento di condominio riguardo l'innaffiamento (divieti, orari, ...) se "l'innaffiatrice" viola gli obblighi o i divieti del regolamento, l'amministratore deve intervenire perlomeno con un richiamo (magari generico ...) al rispetto di orari o divieti imposti.

se continua si può pensare di deliberare una sanzione (se prevista).

se persevera ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tutto ruota intorno al fatto che il vicino di sopra nega di essere stato lui e se non si hanno le prove della sua colpa, nulla gli può essere richiesto.

Vero o no che sia, se dice di non essere stato lui come puoi chiedergli di lavarti la tenda?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tutto ruota intorno al fatto che il vicino di sopra nega di essere stato lui e se non si hanno le prove della sua colpa, nulla gli può essere richiesto.

Vero o no che sia, se dice di non essere stato lui come puoi chiedergli di lavarti la tenda?

Ciao, però se sopra a questo tizio non c'è nessun'altro è un pò difficile che possa dimostrare che non sia stato lui.

Perciò, a mio avviso, devi procedere esattamente come ti ha suggerito paul cayard, io aggiungo soltanto (al posto dei puntini) che se perversa non ti rimane che l'avvocato e vedrai che ti consiglierà nel merito anche perchè, a prescindere dal regolamento o meno, lo stillicidio delle acque non è ammesso.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo Brico, hai ragione ma il problema credo che sia dimostrare che sia stato lui e non un piccione, un colpo di vento, un canadair o qualsiasi altra cosa si possa inventare...ammesso di essere l'unico condomino sopra a Donato.

 

Detto ciò una bella lettera di un avvocato potrebbe non fargli ottenere un risarcimento per il lavaggio della tenda, ma almeno forse spingerebbe il vicino ad essere più attento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Certo Brico, hai ragione ma il problema credo che sia dimostrare che sia stato lui e non un piccione, un colpo di vento, un canadair o qualsiasi altra cosa si possa inventare...ammesso di essere l'unico condomino sopra a Donato.

 

Detto ciò una bella lettera di un avvocato potrebbe non fargli ottenere un risarcimento per il lavaggio della tenda, ma almeno forse spingerebbe il vicino ad essere più attento.

Direi di sì!

E comunque, insisto se lui è l'ultimo sarà lui che dovrà dimostrare il contrario, insomma l'imbrattamento della tenda, se verrà accertato che è provocato da acqua e terriccio, non è che viene giù dal cielo così....tanto per......sarà senz'altro provocato da colui che sta sopra.

Quindi.....

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Donato hai tutte le ragioni nel chiedere il lavaggio della tenda ed in un mondo normale il vicino vista la negligenza avrebbe dovuto scusarsi e risarcire il danno ma dato che le persone oneste sono sempre di meno si nega sempre anche l'evidenza...

Parere mio se riuscite ad accordarvi tra di voi bene altrimenti i costi di un avvocato penso siano superiori al lavaggio tenda, se si và muro contro muro credo non riuscirai ad ottenere niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Donato hai tutte le ragioni nel chiedere il lavaggio della tenda ed in un mondo normale il vicino vista la negligenza avrebbe dovuto scusarsi e risarcire il danno ma dato che le persone oneste sono sempre di meno si nega sempre anche l'evidenza...

Parere mio se riuscite ad accordarvi tra di voi bene altrimenti i costi di un avvocato penso siano superiori al lavaggio tenda, se si và muro contro muro credo non riuscirai ad ottenere niente.

Ah bè certamente se Donato ci riesce a farsi lavare la tenda.......grazie!

E' meglio della parcella dell'avvocato.....

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ah bè certamente se Donato ci riesce a farsi lavare la tenda.......grazie!

E' meglio della parcella dell'avvocato.....

Ciao

Si ma se non ci riesce ed il vicino si ostina a non riconoscere le sue colpe non credo che il danno giustifichi l'intervento di un avvocato, se vuole farlo per principio (e perchè ha sicuramente ragione) ma economicamente non avrà vantaggi ma svantaggi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si ma se non ci riesce ed il vicino si ostina a non riconoscere le sue colpe non credo che il danno giustifichi l'intervento di un avvocato, se vuole farlo per principio (e perchè ha sicuramente ragione) ma economicamente non avrà vantaggi ma svantaggi...

Naturalmente, come in tutte le iniziative che si devono intraprendere a livello giudiziario, ognuno farà i suoi calcoli.......morali, economici, di facciata.....di principio....ecc....ecc.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
1) ...Ho un problema che, come visto è comune a parecchi di noi, l’imbrattamento dei balconi da parte dei condomini dei piani superiori.

2) ...Si fa altresì presente che di quanto è accaduto ne è testimone un altro condomino che proprio in quel momento passava di sotto per andare ai parcheggi delle auto...

3) ...L’amministratore però, qualche giorno fa mi ha lasciato perplesso dicendomi che aveva si avvisato il condomino dell’accaduto, il quale tra l’altro ha negato, e che, se volevo potevo chiamarlo io.

Ora chiedo, come mi debbo comportare...

Tre sono i punti fondamentali:

1) non c'è solo quel condòmino sopra di te.

2) c'è un testimone

3) il danneggiante nega

 

Date queste premesse, se il danneggiante nega, non vuol pagare e non è disponibile a nessun accordo, non resta che la via giudiziale.

Il testimone dovrà testimoniare ed il Giudice dovrà convincersi che è stata propria l'acqua vista cadere da lui che ha sporcato la tenda e non magari quella buttata 2 secondi prima da un altro condòmino che poi è subito rientrato....

 

Ora chiedi come ti devi comportare.

A te la scelta, o ingoi il rospo o comincia ad andare dall'avvocato e fa citare in giudizio (dopo una lettera di richiesta danni rimasta inevasa) il danneggiante.

Non puoi citare ne l'amministratore, ne il condominio.

Purtroppo questi sono gli aspetti negativi del vivere in condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Stesse cose che ho scritto oltre 30 ore fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Acqua e terriccio si lavano con un po' di acqua. Le tende da sole sopportano inciviltà dei condomini... Lascia perdere e vivi sereno...onorari dei legali sono very expensive!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Stesse cose che ho scritto oltre 30 ore fa.

E' vero!

Hai ragione.

Però non lo capisce.........allora si fa il possibile per spiegare con un po' più di particolari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×