Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
morosini

Infortunio a figlia di un condomino non residente

Buongiorno colleghi...vi chiedo questa info...

 

Figlia di una condomina ( da oltre 30 anni) ma non residente in condominio , chiede il risarcimento per l infortunio (dice lei ) avvenuto in piscina condominiale.

Ammesso che ci sia una colpa del condominio posso appelarmi al fatto che conosce lo stato dei luoghi a differenza di chi si reca per la prima volta? C 'e qualche sentenza riguardo gli infortuni nelle piscine condominiali?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Diciamo che le informazioni che ci dai sono insufficienti. E' vero che spesso capita che l'infortunio non sia risarcito per quanto già detto ma le ipotesi sono molteplici e ogni caso è a se stante..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Diciamo che le informazioni che ci dai sono insufficienti. E' vero che spesso capita che l'infortunio non sia risarcito per quanto già detto ma le ipotesi sono molteplici e ogni caso è a se stante..

grazie giovanni ....

 

quali altre informazioni dovrei aggiungere ?

 

se posso rispondo a tutte le domande

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Prima di tutto la causa, poi il luogo, la conoscenza o meno del pericolo da parte dell'infortunata, se l'amministratore ne era a conoscenza, se è stato aperto il sinistro, ecc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Prima di tutto la causa, poi il luogo, la conoscenza o meno del pericolo da parte dell'infortunata, se l'amministratore ne era a conoscenza, se è stato aperto il sinistro, ecc...

la causa ..dice lei di essere scivolata su un gradino dove non ci sono i dovuti sistemi di antiscivolamento

 

l'infortunata conosceva il pericolo poiché gia' da anni e una utente della piscina ( visto che sua mamma è condomina da anni ) e all'entrata della piscina c'è il cartello di pericolo pavimento bagnato

 

l'amministratore sono io e in via ufficiale sono venuto a conoscenza solo dopo 2 mesi e solo adesso la signora chiede i danni

 

sia il bagnino e sia i presenti bagnanti non hanno visto e sentito nulla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi sà tanto che non ci esce niente....

Se è dimostrabile quanto affermi, ha poche chance che le venga riconosciuto qualcosa.

Visto che sei l'amministratore, puoi tentare con l'apertura del sinistro, se l'assicurazione risarcisce qualcosa anche se ho i miei dubbi.

Da verificare se dopo due mesi dall'accaduto, l'agenzia non prenda a pretesto la ritardata comunicazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

la signora ha certificati medici a supporto dell'incidente? visto che i presenti non si sono accorti di nulla...almeno dovrebbe avere dei cetificati medici che attestino la lesione in quel giorno

 

Il cartello pavumento bagnato potrebbe non esonerare affatto la responsabilità.

Il fatto che davvero manchino sui gradini gli appositi antiscivolo è grave... poichè il proprietario di un luogo ove venga a conoscenza che questo puo' essere pericoloso deve intervenire per renderlo sicuro . Per cui se l'antiscivolo manca da oggi e me ne accorgo a sera..ok, non potevo intervenire ma se manca da anni..avrei dovuto metetrlo a posto.

 

tempo fa lessi di una signora caduta in un negozio per pavimento scivoloso, con tanto di cartello. Chiedeva i danni e le vennero negati finchè però la Cassazione sentenzio' che era meritevole di accoglimento la domanda della signora poichè il gestore aveva aperto il negozio consapevole del fatto che il pavimento fosse pericoloso (anche se con cartello).

 

nel tuo caso, vi è da dire che la persona danneggiata frequentava la piscina e sapeva del pericolo (che sia figlia di un condomino non rileva, è soggetto terzo)..per cui si potrebbe far leva sul fatto che il pericolo non era sconosciuto e pertanto l'incidente è avvenuto per negligenza sua.

E potreste avere ragione

Ma fate attenzione, se a farsi male fosse una persona che viene lì per la prima volta, avrebbe quest'ultima buone speranze di vincere la causa.

 

Al momento io aprirei il sinistro, intanto si valuta il danno, poi si deciderà se liquidarlo o meno.

La denuncia falla. Se la signora dovesse citare il condominio, voi dos

Ma questa potrebbe fare storie sul fatto che non avete mai aperto un sinistro in merito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
la signora ha certificati medici a supporto dell'incidente? visto che i presenti non si sono accorti di nulla...almeno dovrebbe avere dei cetificati medici che attestino la lesione in quel giorno

 

Il cartello pavumento bagnato potrebbe non esonerare affatto la responsabilità.

Il fatto che davvero manchino sui gradini gli appositi antiscivolo è grave... poichè il proprietario di un luogo ove venga a conoscenza che questo puo' essere pericoloso deve intervenire per renderlo sicuro . Per cui se l'antiscivolo manca da oggi e me ne accorgo a sera..ok, non potevo intervenire ma se manca da anni..avrei dovuto metetrlo a posto.

 

tempo fa lessi di una signora caduta in un negozio per pavimento scivoloso, con tanto di cartello. Chiedeva i danni e le vennero negati finchè però la Cassazione sentenzio' che era meritevole di accoglimento la domanda della signora poichè il gestore aveva aperto il negozio consapevole del fatto che il pavimento fosse pericoloso (anche se con cartello).

 

nel tuo caso, vi è da dire che la persona danneggiata frequentava la piscina e sapeva del pericolo (che sia figlia di un condomino non rileva, è soggetto terzo)..per cui si potrebbe far leva sul fatto che il pericolo non era sconosciuto e pertanto l'incidente è avvenuto per negligenza sua.

E potreste avere ragione

Ma fate attenzione, se a farsi male fosse una persona che viene lì per la prima volta, avrebbe quest'ultima buone speranze di vincere la causa.

 

Al momento io aprirei il sinistro, intanto si valuta il danno, poi si deciderà se liquidarlo o meno.

La denuncia falla. Se la signora dovesse citare il condominio, voi dos

Ma questa potrebbe fare storie sul fatto che non avete mai aperto un sinistro in merito

lei sia è affidata ad uno studio infortunistico ..ed ha allegato un certificato medico di ricovero al pronto soccorso ...questa è la prima comunicazione ufficiale a me pervenuta dalla signora ( dopo 3 mesi dall'accaduto) per cui ho informato l'assicurazione oggi stesso.....ho sbagliato in qualche passaggio ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No non hai sbagliato. Ovviamente non potevi intervenire senza sapere il fatto.

Il fatto che siano trascorsi 2 mesi è ininfluente. L'importante è che tu faccia la comunicazione entro 3 giorni da quando ne sei entrato a conoscenza, ovviamente supportando la documentazione che ti è stata inviata come probante la data di cominicazione (busta della raccomandata, email, fax )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No, non hai sbagliato. Hai avvertito della richiesta danni quando lo hai saputo. Bene.

Ora si vedrà...certamente la compagnia farà fare un sopralluogo a suo perito.

Poi deciderà se ritiene il sinistro indennizzabile o meno.

Se luiquida la signora sarà felice.

Se non liquida la signora potrebbe farvi causa. E vedrete in allora come procedere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
No non hai sbagliato. Ovviamente non potevi intervenire senza sapere il fatto.

Il fatto che siano trascorsi 2 mesi è ininfluente. L'importante è che tu faccia la comunicazione entro 3 giorni da quando ne sei entrato a conoscenza, ovviamente supportando la documentazione che ti è stata inviata come probante la data di cominicazione (busta della raccomandata, email, fax )

certo mavelot ...portato tutto in assicurazione !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
No, non hai sbagliato. Hai avvertito della richiesta danni quando lo hai saputo. Bene.

Ora si vedrà...certamente la compagnia farà fare un sopralluogo a suo perito.

Poi deciderà se ritiene il sinistro indennizzabile o meno.

Se luiquida la signora sarà felice.

Se non liquida la signora potrebbe farvi causa. E vedrete in allora come procedere

Ma cosa rischio io persolamente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

dipende se ci sono o meno colpe riconducibili a te .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
dipende se ci sono o meno colpe riconducibili a te .

grazie peppe ...

 

poniamo il caso che in un gradino della piscina ( non scaletta per uscire dall'acqua ma solarium ) manca il sistema di antiscivolamento , in questo caso rischio qualcosa o basta l'assicurazione del condominio ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×