Vai al contenuto
natalino

Informazioni sulle spese

Buon giorno, ho da chiedervi un informazione sulle spese, esempio è stata fatta una spesa condominiale ammettiamo io non sia d'accordo, sarei obbligato a pagare e poi andare per vie legali, se invece la spesa riguardasse i balconi aggettanti o una parte privata e la spesa mi viene imposta nel consuntivo spese, quale sarebbe la forma, sono lo stesso obbligato a pagare e poi ad andare per vie legali o posso astenermi dal pagarle, le spese private altrui che mi vengono imposte seguono lo stesso iter di tempo per essere messe in discussione (30 gg.)?, grazie natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Riguardo la prima domanda, se la spesa è inerente le parti comuni ed è stata deliberata in assemblea con le opportune maggioranze, essa è valida anche per i dissenzienti.

Per la seconda domanda, le spese che riguardano le proprietà private sono a carico dei rispettivi proprietari; nel caso specifico, i balconi aggettanti sono, per consolidata giurisprudenza, strutture private. La loro manutenzione è a carico dei legittimi proprietari;solo la presenza di fregi, ornamento o altro che contribuiscono a determinare le linee estetiche ed armoniche della facciata fanno sì che debbano partecipare tutti i condòmini in quanto considerate parti comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buon giorno, ho da chiedervi un informazione sulle spese, esempio è stata fatta una spesa condominiale ammettiamo io non sia d'accordo, sarei obbligato a pagare e poi andare per vie legali, se invece la spesa riguardasse i balconi aggettanti o una parte privata e la spesa mi viene imposta nel consuntivo spese, quale sarebbe la forma, sono lo stesso obbligato a pagare e poi ad andare per vie legali o posso astenermi dal pagarle, le spese private altrui che mi vengono imposte seguono lo stesso iter di tempo per essere messe in discussione (30 gg.)?, grazie natalino.

Un consuntivo spese con riparto approvato dalla maggioranza, anche se si trattasse di un riparto nullo, va sempre impugnato perchè solo il Giudice può stabilire se la delibera e nulla o annullabile.

Un riparto approvato è sufficiente per chiedere decreto ingiuntivo a chi non paga.

Se la delibera di riparto spese fosse solo annullabile ma non la impugni nei tempi di annullabilità (30 giorni), una volta trascorso il termine non avrai più la possibilità di opporti al decreto ingiuntivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vi ringrazio per le vostre risposte , purtroppo forse per colpa mia non ho capito mi dovete scusare, rifaccio la domanda solo la seconda , se l'amministrazione mi mette in pagamento delle spese per un lavoro non condominiale come un balcone o altro, eseguito come normale manutenzione e non deliberato, quindi senza il consenso e autorizzazione di nessuno in assemblea, poi lo presenta come una spesa qualsiasi condominiale, sono obbligato a pagare questa spesa e comportarmi come nell' altra situazione, andare per vie legali ? Da qualche parte mi sembra di avere letto che non tutte le spese hanno il tempo di 30 gg. per essere impugnate, cercherò di ritrovare dove l'ho letto,nel frattempo se potete correggetemi e istruirmi grazie di nuovo,natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

faresti meglio a dire quale sia stato questo lavoro non condominiale, così facciamo prima.

Ripeto... dire lavoro non condominiale potrebbe significare che tale intervento interessava solo un privato anche se condòmino. Se questa ipotesi è corretta, la spesa era di competenza del privato stesso. Poi fai l'esempio del balcone.. i balconi possono essere privati (ad esempio un balcone in aggetto) oppure parte comune (balcone a castello). Nel primo caso, come ti ho già detto, se non ci sono fregi, ornamenti o altri orpelli che contribuiscono a determinare l'estetica della facciata, la spesa per la loro manutenzione è a carico del proprietario del balcone stesso;viceversa, per le sole parti che ho specificato, è condominiale e va inserita nel rendiconto.

Se questa spesa, che era non condominiale, sperando di capire finalmente cosa intendi, è stata inserita nel rendiconto non dovete pagarla, non solo te ma anche tutti gli altri condòmini ad esclusione del condòmino interessato.

Per quanto riguarda l'ultima domanda, le delibere possono essere impugnate entro 30 giorni dai presenti in assemblea e 30 giorni, dagli assenti, dal momento in cui ne hanno avuto notizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buon di, il balcone in questione ha tre lati liberi e furiesce dalla facciata,dovrebbe essere d'aggetto, questo è composto da una struttura in ferro,ringhiera con il vetro all' interno che fa da parete,si interrompe diventando parapetto in muratura per poi continuare in ringhiera in ferro, la parete in muratura è la parte interessata nel mio discorso dove avvengono queste opere di manutenzione, che consistono nel togliere la parte esterna di colore non mi ricordo il nome che con il tempo si scrosta e vola via, il balcone non ha elementi architettonici, natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La Cass. Civ. Sez. II, 16.02.2012 n. 2241 stabilisce che costituendo un "prolungamento" della corrispondente unità immobiliare, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa. A sua volta, i rivestimenti e gli elementi decorativi della parte frontale e di quella inferiore dei balconi "aggettanti" si devono considerare beni comuni a tutti, ex art. 1117 c.c., solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La mia domanda non è riferita a quanto Tu mi hai fatto notare, chi è il proprietario, come è il balcone o di chi sono le spese, di questo, Te e Altri mi avete già risposto e vi ringrazio di nuovo. Su come e cosa posso fare per evitare queste spese non mie già alla presentazione dei conti in assemblea, non ho avuto risposte, non c'è altra via che pagare e andare dagli avvocati? natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La mia domanda non è riferita a quanto Tu mi hai fatto notare, chi è il proprietario, come è il balcone o di chi sono le spese, di questo, Te e Altri mi avete già risposto e vi ringrazio di nuovo. Su come e cosa posso fare per evitare queste spese non mie già alla presentazione dei conti in assemblea, non ho avuto risposte, non c'è altra via che pagare e andare dagli avvocati? natalino.

Ma questi lavori sono stati fatti solo sui balconi degli altri oppure anche sui tuoi?

Se anche tu hai i balconi e ritieni che siano di proprietà esclusiva oltre a non voler pagare suppongo che tu abbia vietato di fare qualsiasi tipo di lavoro sui tuoi balconi.

E' così?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buon di, no non è così, il comportamento è questo, un condomino ha il proprio balcone che con il tempo si scrosta , fa presente il tutto all'amministrazione, questa fa intevenire un muratore che toglie la parte che si scrosta , lasciando il parapetto senza questa protezione, questa spesa è compresa nelle spese condominiali totali di tutti, cosa che ho fatto presente, ma è come non avessi parlato e non ci fossi .

Devo dire che fino ad ora tutte le spese di rifacimento balconi in tutte le sue parti sono state pagate a mm., dopo avervi letto e chiesto informazioni, ho avuto dei forti dubbi di come fossero suddivise queste spese e avendo un regolamento contrattuale che ho letto più di una volta, cercando una voce a riguardo i balconi, letto e riletto non c'è niente a riguardo.

Mi rimane solo sapere come fare per evitare questo tipo di spese,natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buon di, no non è così, il comportamento è questo, un condomino ha il proprio balcone che con il tempo si scrosta , fa presente il tutto all'amministrazione, questa fa intevenire un muratore che toglie la parte che si scrosta , lasciando il parapetto senza questa protezione, questa spesa è compresa nelle spese condominiali totali di tutti, cosa che ho fatto presente, ma è come non avessi parlato e non ci fossi .

Devo dire che fino ad ora tutte le spese di rifacimento balconi in tutte le sue parti sono state pagate a mm., dopo avervi letto e chiesto informazioni, ho avuto dei forti dubbi di come fossero suddivise queste spese e avendo un regolamento contrattuale che ho letto più di una volta, cercando una voce a riguardo i balconi, letto e riletto non c'è niente a riguardo.

Mi rimane solo sapere come fare per evitare questo tipo di spese,natalino.

Allora da quel che dici mi sembra di capire che la parte frontale del balcone è mista, un po' a ringhiera in ferro ed un po' in muratura.

Se si è scrostata la parte in muratura esterna (fronte facciata) solo un Giudice potrà asserire con certezza se si tratta di spesa condominiale o privata.

Se fino ad ora si è sempre adottato il riparto per millesimi tra tutti i condòmini, il Giudice potrebbe tener conto di questo criterio come un criterio contrattuale per "facta concludentia" per averlo sempre utilizzato.

 

Che ritieni la delibera "nulla" o "annulllabile" cambia solo il tempo a disposizione per l'impugnazione ma se l'assemblea ha approvato

un tipo di riparto sul quale non sei d'accordo, che sia nulla o annullabile non ti esimerà dal decreto ingiuntivo se decidi di non pagare senza impugnare.

 

O paghi o impugni.

Non c'è sistema per non pagare senza impugnare.

Se non paghi e non impugni andrai incontro a decreto ingiuntivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto riguarda l'impugnativa, ti avevo già risposto in #5..

 

Se ritieni di essere leso, non ti rimane che impugnare..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi Hai risposto in #5 lo so, ma se ti dico che io ho cominciato leggendo Voi a capire qualche cosa vuoi che gli altri sappiano se non lo hanno mai fatto in 40 anni, come ho detto in tutte le parti del balcone si è fatto a mm., nessuno mi dice che questa divisione è stata fatta in questo modo per semplicità, convenienza o... perchè nessuno sapeva niente, allora diventa un criterio contrattuale e ci vuole un giudice? Nel condominio dove risiedo, non esiste niente di giusto purtroppo,esempio se il regolamento contrattuale dice una cosa, se ne fa un 'altra.Nuovo proprietario: lavandino sul balcone, cane lo non puoi tenere è un canile, cannette varie sui balconi, distese di peperoni ad asciugare, non che a me inetressi qualche cosa ma è quello che c'è.

Arrivato a sto punto mi domando dove sta la ragione e se vale ancora la pena a districarsi nelle varie leggi, per fortuna quattro spiccioli li ho ancora sperando che non me li portino via, cercherò di spenderli per o stare bene con mia moglie, non certo per una lunga rivalsa con il condominio anche se potrei avere ragione, certamente questa mia richiesta non sarà l'ultima, ve ne saranno altre, è sempre interessnte sapere le cose anche se poi non concludi, vi ringrazio infinitamente per il tempo che mi avete dedicato, natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se viene svolto un lavoro nella parte esterna del balcone aggettante va ripartito tra tutti i condomini.

 

Come riportato in precedenza la Cass. Civ. Sez. II, 16.02.2012 n. 2241 ha stabilito che costituendo un "prolungamento" della corrispondente unità immobiliare, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa. A sua volta, i rivestimenti e gli elementi decorativi della parte frontale e di quella inferiore dei balconi "aggettanti" si devono considerare beni comuni a tutti, ex art. 1117 c.c., solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole.

 

Con rivestimento s'intende il materiale con cui si è ricoperta una superficie, a scopo protettivo o decorativo." - Treccani (ringrazio leviathan)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tanto per capire... vorrei che fosse spiegata anche la restante parte della sentenza e cioè "solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole."

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tanto per capire... vorrei che fosse spiegata anche la restante parte della sentenza e cioè "solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole."

 

"solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole."

E soprattutto, siccome quella "e" è una congiunzione non è sufficiente che si verifichi una sola condizione ma entrambe le due:

1) l'intonaco si deve inserire nel prospetto

2) l'intonaco deve essere esteticamente gradevole

 

Chi decide sull'estetica?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Appunto.. quindi non riesco a capire perché ci si ferma solo alla prima parte della sentenza e non si considera il resto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buon giorno, vi sto rileggendo e sono sempre più in confusione, sono padrone si o no del balcone dove risiedo, quanto posso avere torto e pensare che il giudice dica: avete pagato sempre così, pagate ancora così? Perchè questo potrebbe accadere anche su altre spese. Nella mia richiesta ho preso il muro del balcone , perchè poteva... essere condominiale,ma è solo esteticamente protetto da una guaina che non so come si chiama e pitturato, il resto purtroppo è peggio e sono convinto che chi ce l'ha così, pensa sia condominiale avendo visto come sono state sempre divise le spese non fa manutenzione , un domani potrei ritrovarmi di nuovo con le spese divise a millesimi su tutto inferriata, muro,profilo balcone ,pavimento, soffitto,modifica altezza, non solo sullo scrostamento muro ,che è una spesa ridicola fatta su un balcone.

Ho pensato di fare un tentativo e chiedere con una raccomandata alla mia amministrazione se cè un perchè su come vengono suddivise le spese riguardanti il balcone, su quello che ho non cè niente, magari cè qualcosa che mi sfugge che non so, forse. Magari non avrò neanche una risposta.Di nuovo grazie ,natalino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto mi riguarda, la ripartizione delle spese è chiara. Ciò è supportata da copioso giurisprudenza che ti è stata fornita anche dagli altri partecipanti. Il dubbio te lo hanno fatto nascere poiché alcuni si sono fermati solo alla parte iniziale della sentenza considerando a carico del condominio i rivestimenti. Il punto è che la stessa sentenza riporta chiaramente che debbano considerarsi tali "solo quando s'inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole."

 

Ne discende che solo in presenza di questa doppia condizione, le spese siano a carico del condominio. In mancanza, tutte le spese sono di competenza del proprietario del balcone in aggetto.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×