Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
mulinetto78

Informazioni.

Buongiorno a tutti vi espongo il nostro problema..abito in una piccola palazzina dove le spese condominiali ammontano a circa 150/200 euro l anno (luca scala, pulizia scale, assicurazione e compenso amministratore.) Da un paio di anni un condominio ha iniziato a non pagare le rate regolarmente..l amministratore dopo varie richieste, raccomandate varie ha proseguito il percorso interpellando un legale..circa un mese fa e arrivato il consuntivo da pagare e insieme alle solite spese vi erano circa 100 euro in piu a testa di spese personali a carico nostro.. x via della pratica iniziata nei confronti del condomino moroso. Quest ultimo ha in assemblea versato una minima parte del debito che tutt ora e' esistente..si tratta di circa 1500 euro . L amministratore e intenzionato a richiedere che l'alloggio venga messo all asta x recuperare il credito . Vorrei chiedervi...ora noi condomini come dovremmo comportarci? Riguardo ai soldi delle spese legali che abbiamo anticipato ..possiamo richiedere il rimborso al condomino moroso?siamo obbligati ad anticipare altre spese se questo continuera' a non pagare?o possiamo rifiutarci di anticipare denaro?? Ringrazio in anticipo..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

le spese legali le anticipate voi come condominio

 

No, non è che andate dal moro e chiedete le spese, lo fa già il legale nella sua azione di decreto e poi pignoramento.

Quando l'appartamento sarà venduto, la somma ricavata andrà al condominio per i crediti che avanza (tipo l'immobile è venduto a 150 mila euro... il condominio tra rate e spese legali ha un credito di 25 mila, ve ne danno 25 mila e il resto rimane all'ex proprietario, salvo altri debitori insinuatisi nella vendita).

I 25 mila euro copriranno le rate e le spese legali da voi anticipate... o l'amministratore ve le rende o ve le scala dalle prossime rate

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
le spese legali le anticipate voi come condominio

 

No, non è che andate dal moro e chiedete le spese, lo fa già il legale nella sua azione di decreto e poi pignoramento.

Quando l'appartamento sarà venduto, la somma ricavata andrà al condominio per i crediti che avanza (tipo l'immobile è venduto a 150 mila euro... il condominio tra rate e spese legali ha un credito di 25 mila, ve ne danno 25 mila e il resto rimane all'ex proprietario, salvo altri debitori insinuatisi nella vendita).

I 25 mila euro copriranno le rate e le spese legali da voi anticipate... o l'amministratore ve le rende o ve le scala dalle prossime rate

C'è un ma, bisogna vedere se non ci sono creditori ipotecari o privilegiati che prendono tutto prima del condominio.

 

Spesso dalle aste il condominio non ricava nulla ma almeno interrompe la morosità.

 

In ogni caso l'amministratore fa un atto dovuto, salvo dispensa assembleare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ah ok grazie mille ora ho le idee un po piu chiare..xcui se ho capito bene le spese legali non sono a carico dei condomini..vengono solo anticipate . E se invece dovesse estinguere il debito prima del pignoramento??..queste spese legali dovra cmq rimborsarcele di tasca sua e' corretto??..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

chiaro...ma siccome il nostro utente mi chiede cosa accade e come funziona...io questo ho detto...facendo presente che vi possono essere degli intervenuti...

Che non si prenda mai nulla non è vero... io ho seguito un condominio che aveva due morosi... abbiamo pignorato un appartamento..e il proprietario di uno ha pagato facendo al conversione ..ma ha pagato tutto.

Il secondo è andato all'asta..e non ne era ipotecato, non si vende a molto..ma le spese e le morosità sono state saldate (ma tempi lunghi)

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ah ok grazie mille ora ho le idee un po piu chiare..xcui se ho capito bene le spese legali non sono a carico dei condomini..vengono solo anticipate . E se invece dovesse estinguere il debito prima del pignoramento??..queste spese legali dovra cmq rimborsarcele di tasca sua e' corretto??..

se enstingue prima si accorda col legale di solito e deve pagare anche le spese. Se paga prima del pignoramento è comunque tenuto al pagamento delle spese di procedura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

OT... e per meno di 1500 euro si fà pignorare l'immobile fino a farlo mettere all'asta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
chiaro...ma siccome il nostro utente mi chiede cosa accade e come funziona...io questo ho detto...facendo presente che vi possono essere degli intervenuti...

Che non si prenda mai nulla non è vero... io ho seguito un condominio che aveva due morosi... abbiamo pignorato un appartamento..e il proprietario di uno ha pagato facendo al conversione ..ma ha pagato tutto.

Il secondo è andato all'asta..e non ne era ipotecato, non si vende a molto..ma le spese e le morosità sono state saldate (ma tempi lunghi)

 

- - - Aggiornato - - -

 

se enstingue prima si accorda col legale di solito e deve pagare anche le spese. Se paga prima del pignoramento è comunque tenuto al pagamento delle spese di procedura

In realtà se estingue il debito prima del decreto ingiuntivo le spese legali spettano al condominio secondo tabella millesimale, a meno che non accetti volontariamente lui di pagarvele.

 

Nell'esempio che porti diciamo che hai avuto fortuna, va molto a tipologia di condomino e condominio. Comunque IMHO una grave mancanza della modifica della normativa condominiale è la tutela del condominio delle spese condominiali e legali in presenza dell'introduzione dell'obbligo di procedere al recupero. Avrebbero dovuto metterle al primo posto visto che servono per il mantenimento dell'edificio, invece si è preferito tutelare altri che contano ben di più dei condomini. Pensa che settimana prossima dovrò iniziare una azione nei confronti di una condomina che è diventata morosa per colpa delle spese condominiali non pagate e che non si è riuscito a recuperare da parte di 3 altri condomini. Non nascondo che è una situazione molto spiacevole.

 

Per esperienza si riesce ad arrivare a qualcosa quando si è in presenza di assenza di mutuo coperto da ipoteca e non si ha a che fare con lavoratori autonomi/imprenditori quando solitamente quando si arriva alla vendita all'asta arrivano banche, equitalia e magari pure qualche ex dipendente che con il privilegio cuccano tutto il ricavato.

 

Vedendo che il condomino cerca di pagare potrebbe essere un caso dove si rientra.

 

Fanno comunque bene a porsi il problema delle spese legali e IMHO dovrebbero chiedere adeguato preventivo e magari accordarsi con il legale nel caso non si arrivi a nulla perché spesso quando si prendono alcuni condomini da certi "colleghi amministratori" si nota come spesso si generano spese legali abnormi andando a tariffario (a favore di legali di fiducia dell'amministratore, magari pure parente) per recuperare cifre minime senza riuscirci. Io quest'anno di queste situazioni ne ho viste già diverse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In realtà se estingue il debito prima del decreto ingiuntivo le spese legali spettano al condominio secondo tabella millesimale, a meno che non accetti volontariamente lui di pagarvele.

 

Nell'esempio che porti diciamo che hai avuto fortuna, va molto a tipologia di condomino e condominio. Comunque IMHO una grave mancanza della modifica della normativa condominiale è la tutela del condominio delle spese condominiali e legali in presenza dell'introduzione dell'obbligo di procedere al recupero. Avrebbero dovuto metterle al primo posto visto che servono per il mantenimento dell'edificio, invece si è preferito tutelare altri che contano ben di più dei condomini. Pensa che settimana prossima dovrò iniziare una azione nei confronti di una condomina che è diventata morosa per colpa delle spese condominiali non pagate e che non si è riuscito a recuperare da parte di 3 altri condomini. Non nascondo che è una situazione molto spiacevole.

 

Per esperienza si riesce ad arrivare a qualcosa quando si è in presenza di assenza di mutuo coperto da ipoteca e non si ha a che fare con lavoratori autonomi/imprenditori quando solitamente quando si arriva alla vendita all'asta arrivano banche, equitalia e magari pure qualche ex dipendente che con il privilegio cuccano tutto il ricavato.

 

Vedendo che il condomino cerca di pagare potrebbe essere un caso dove si rientra.

 

Fanno comunque bene a porsi il problema delle spese legali e IMHO dovrebbero chiedere adeguato preventivo e magari accordarsi con il legale nel caso non si arrivi a nulla perché spesso quando si prendono alcuni condomini da certi "colleghi amministratori" si nota come spesso si generano spese legali abnormi andando a tariffario (a favore di legali di fiducia dell'amministratore, magari pure parente) per recuperare cifre minime senza riuscirci. Io quest'anno di queste situazioni ne ho viste già diverse.

 

Condivido tutto tranne l'ultima parte...in quanto va precisato che le spese legali vengono liquidate nel precetto ed il giudice si attiene al tariffario che se vai a vedere non si parla di importi folli...adesso va bene tutto ma se un elettricista prende € 40/50 di uscita un meccanico solo per vedere il problema prende € 100 un dottore per certificato medico ne prende € 60....mi sembra anche corretto che un avvocato (5 anni di università) più praticantato, più crediti formativi ogni anno, più continui aggiornamenti in quanto questi pirla di legislatori continuano ad apportare inutili modifiche normative è giusto che venga riconosciuto...prima di sentenziare avverso una categoria andiamo a vedere anche l'insieme delle cose e vedere effettivamente quali sono i costi che un onesto avvocato applica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×