Vai al contenuto
patri57

Informazione legale

buonasera

volevo avere un informazione per quanto riguarda la parcella di un avvocato

la sentenza è di giugno 2012 ad agosto il giorno 1 ho fatto un assegno al legale per pagare la parcella

nell'agosto 2015 mi chiede i soldi della parcella in quanto l'assegno mi era stato rispedito nel settembre 2012 ma non l'ho mai ricevuto.

settembre 2015 ho fatto denuncia di smarrimento.

volevo chiedere ma può chiedere il pagamento della parcella dopo essere passati più di tre anni in cui non sapevo che l'assegno è stato smarrito?

posso far valere una prescizione?

grazie

Buona sera, recati alla banca e chiedi notizie dell'assegno, ti diranno tutto se sei cliente. Fatti fare un estratto conto di quel periodo controllando i movimenti. Da quel tipo di accertamento puoi stare tranquillo, potresti risalire anche da chi è stato eventualmente incassato.L'assegno come l'hai fatto nel senso in che modo l'avv.to l'ha ricevuto. Puoi risalire all'emissione dell'assegno al tagliando del blocchetto stesso. Non mi sembra un problema difficile. Tranquillo,dai!

... ad agosto il giorno 1 ho fatto un assegno al legale per pagare la parcella ... l'assegno mi era stato rispedito nel settembre 2012 ma non l'ho mai ricevuto. ...
Per quale motivo il legale ti ha rispedito l'assegno invece di incassarlo?

buongiorno....me l'ha rispedito perchè agli atti era indicato un altro avvocato nonostante la causa la trattasse lui.........dopo aver fatto l'assegno ho mandato una lettera di reclamo per il comportamento poco deontologico e da lì credo abbia rispedito l'assegno che io purtroppo non ho ricevuto.

dopo tre anni l'avvocato che era segnato agli atti mi chiede i soldi (penso li debba girare a chi ha seguito la causa).....ho fatto un pò resistenza....ora da quest'ultima mi ha mandato un ricorso per decreto ingiuntivo da pagare con interessi.....potrei chiedere una mediazione e far valere tutto il casino passato....vorrei pagare quello che ha stabilito il giudice non la parcella esosa che mi era stata presentata......

Rivolgiti all'ordine degli avvocati, nel contempo,fai i controlli di cui tipo ho spiegato precedentemente.

buongiorno....me l'ha rispedito perchè agli atti era indicato un altro avvocato nonostante la causa la trattasse lui.........dopo aver fatto l'assegno ho mandato una lettera di reclamo per il comportamento poco deontologico e da lì credo abbia rispedito l'assegno che io purtroppo non ho ricevuto.

dopo tre anni l'avvocato che era segnato agli atti mi chiede i soldi (penso li debba girare a chi ha seguito la causa).....ho fatto un pò resistenza....ora da quest'ultima mi ha mandato un ricorso per decreto ingiuntivo da pagare con interessi.....potrei chiedere una mediazione e far valere tutto il casino passato....vorrei pagare quello che ha stabilito il giudice non la parcella esosa che mi era stata presentata......

Molto strano il comportamento di questo avvocato, comunque cerca di vedere in banca se l'assegno è stato incassato, se è incassato se era nominativo come deve essere, l'ha incassato chi avevi indicato sull'assegno, se non è stato incassato magari bloccalo tramite banca, e cerca di metterti d'accordo con l'avvocato.

l'assegno non è stato incassato e l'ho bloccato con una denuncia.......................

ora devo affrontare il decreto ingiuntivo ma vorrei pagare solo il dovuto non gli interessi........io vorrei far uscire tutto questo casino........per far vedere che io ho pagato subito la parcella..........e la nuova richiesta di pagamento con l'invio della copia dell'assegno strappato è arrivata dopo tre anni dal primo assegno.......si può richiedere una mediazione?

Secondo me puoi scrivere a un giornale illustrando il comportamento di questo avvocato.

l'assegno non è stato incassato e l'ho bloccato con una denuncia.......................

ora devo affrontare il decreto ingiuntivo ma vorrei pagare solo il dovuto non gli interessi........io vorrei far uscire tutto questo casino........per far vedere che io ho pagato subito la parcella..........e la nuova richiesta di pagamento con l'invio della copia dell'assegno strappato è arrivata dopo tre anni dal primo assegno.......si può richiedere una mediazione?

Puoi fare opposizione al D.I., hai 40 giorni di tempo, ma non saprei dirti se il Giudice accoglierà il tuo ricorso.

devo mettermi in mano ad un avvocato ....o posso andare fare qualcosa da sola..........????? con qualche consiglio........

Secondo me puoi scrivere a un giornale illustrando il comportamento di questo avvocato.

e perché?? scusami ma a me sembra chiara la situazione esposta:

 

- l'utente ha sbagliato ad intestare l'assegno in quanto afferma che "me l'ha rispedito perchè agli atti era indicato un altro avvocato"

 

- l'avvocato gli ha rispedito l'assegno

 

- dopo anni l'avvocato (che magari lavora in grosso studio e gestisce svariate pratiche) si è accorto di non aver mai incassato detto pagamento

 

- l'avvocato chiede i dovuti non corrisposti e Patri57 ha fatto "resistenza"

 

Quindi dove è il comportamento non deontologico??

Se l'assegno emesso erroneamente da patri57 era stato dichiarato smarrito, bisognava richiedere alla banca il blocco dello stesso e contestualmente fare un altro assegno all'avvocato per il pagamento della parcella. Visto che non è stato fatto è giusto che oggi l'avvocato reclami il pagamento.

rispondo agli ultimi commenti della discussione...mi ero affidata...anzi si era proposto un avvocato chiamiamolo A, per seguirmi nella causa, quando ha steso il ricorso ha inserito un nominativo B dicendomi che era collaboratore dell'ufficio, (ma era di un altro studio )... la causa è finita ho pagato la parcella con assegno all'avvocato A, ...(lui non avrebbe potuto seguirmi perchè fiduciante della stessa assicurazione, per questo aveva messo un altro nominativo) ... dopo aver pagato ho scritto a lui dicendo che ho scelto il migliore, ma se non poteva seguire la mia causa poteva anche dirmelo....e credo che da lì sia partito tutto.......dovrebbe avermi rimandato l'assegno strappato con raccomandata che io non ho mai ricevuto.....

solo tre anni dopo l'avvocato B scritto agli atti mi ha chiesto di pagare la parcella, io ho risposto che avevo in giro un assegno del pagamento dato all'altro avvocato A,...a quel punto mi ha mandato l'avviso della raccomandata speditami tre anni prima dall'avvocato A, che ripeto non ho mai ricevuto....

io ho chiesto anche di avere tutti i dettagli delle somme della causa che non ho mai avuto da nessuno per sapere se nel risarcimento era compreso la nota spese dell'avvocato, e come risposta mi è arrivato un decreto ingiuntivo con richiesta di interessi.......io vorrei pagare il dovuto e nulla più, visto il trattamento ricevuto....

non è stato un errore l'intestazione dell'assegno all'avvocato A perchè mi ha sempre seguito dal lui , e ho un messaggio dell'avvocato B (che ora ha fatto il decreto), che la pratica era seguita dall'avvocato A e lei risultava solo formalmente,

alla fine della causa e alla consegna del risarcimentodell'assicurazione, la segretaria dell'avvocato A (lui non si è neanche degnato di darmi spiegazioni in merito) mi ha richiesto l'assegno per il pagamento della nota spese.

rispondo agli ultimi commenti della discussione...mi ero affidata...anzi si era proposto un avvocato chiamiamolo A, per seguirmi nella causa, quando ha steso il ricorso ha inserito un nominativo B dicendomi che era collaboratore dell'ufficio, (ma era di un altro studio )... la causa è finita ho pagato la parcella con assegno all'avvocato A, ...(lui non avrebbe potuto seguirmi perchè fiduciante della stessa assicurazione, per questo aveva messo un altro nominativo) ... dopo aver pagato ho scritto a lui dicendo che ho scelto il migliore, ma se non poteva seguire la mia causa poteva anche dirmelo....e credo che da lì sia partito tutto.......dovrebbe avermi rimandato l'assegno strappato con raccomandata che io non ho mai ricevuto.....

solo tre anni dopo l'avvocato B scritto agli atti mi ha chiesto di pagare la parcella, io ho risposto che avevo in giro un assegno del pagamento dato all'altro avvocato A,...a quel punto mi ha mandato l'avviso della raccomandata speditami tre anni prima dall'avvocato A, che ripeto non ho mai ricevuto....

io ho chiesto anche di avere tutti i dettagli delle somme della causa che non ho mai avuto da nessuno per sapere se nel risarcimento era compreso la nota spese dell'avvocato, e come risposta mi è arrivato un decreto ingiuntivo con richiesta di interessi.......io vorrei pagare il dovuto e nulla più, visto il trattamento ricevuto....

non è stato un errore l'intestazione dell'assegno all'avvocato A perchè mi ha sempre seguito dal lui , e ho un messaggio dell'avvocato B (che ora ha fatto il decreto), che la pratica era seguita dall'avvocato A e lei risultava solo formalmente,

alla fine della causa e alla consegna del risarcimentodell'assicurazione, la segretaria dell'avvocato A (lui non si è neanche degnato di darmi spiegazioni in merito) mi ha richiesto l'assegno per il pagamento della nota spese.

Vedi allora già è diversa la situazione in ogni caso seppur il comportamento è stato "opinabile" non vedo gli estremi per poter opporsi ad un decreto in quanto tu allo stato d'oggi non hai effettuato alcun versamento.

La questione dei documenti inerenti la causa è una questione separata da essa per il quale tu hai tutto il diritto di avere ogni dato

certo, io ad oggi è come se non avessi pagato nessuno....in effetti non mi oppongo al pagamento della parcella, ma non mi sembra giusto pagare gli interessi quando sono loro che hanno aspettato tre anni per chiedere il pagamento......io chiedevo solo spiegazioni in merito e se nel risarcimento è compreso la quota per l'avvocato è mio diritto darlo, ma ora con un decreto ingiuntivo come mi devo comportare?......si può fare una mediazione ? e se si come?

Secondo me puoi scrivere a un giornale illustrando il comportamento di questo avvocato.

si, magari indica nome e cognome, cosi l'avvocato lo denuncia per diffamaazione

 

- - - Aggiornato - - -

 

certo, io ad oggi è come se non avessi pagato nessuno....in effetti non mi oppongo al pagamento della parcella, ma non mi sembra giusto pagare gli interessi quando sono loro che hanno aspettato tre anni per chiedere il pagamento......io chiedevo solo spiegazioni in merito e se nel risarcimento è compreso la quota per l'avvocato è mio diritto darlo, ma ora con un decreto ingiuntivo come mi devo comportare?......si può fare una mediazione ? e se si come?

è inutile che lo dici qui, che vuoi pagare il giusto ma non gli interessi ecc... lo devi dire al giudice che ha emesso il decreto e che prima di emetterlo ha visto i documenti prodotti dall'avvocato.

Oppure chiami il legale in questione e trattate. Magari trovate un'intesa e gli interessi non te li fa pagare

Sarebbe sciocco che un legale facesse un decreto senza inserire la richiesta di interessi

Ospite
Questa discussione è chiusa.

Discussioni simili

Condominioweb Forum
×