Vai al contenuto
paolomo63

Info recesso acquisto immobile

Salve vorrei chiedere informazione se qualcuno mi sa rispondere..

Sto acquistando un immobile, in un condominio. Ho già versato caparra, ma a giorni del rogito sono venuto a conoscenza che nel medesimo stabile, si sono appartamenti pignorati, e messi all’asta.

E le spese condominiali di questi, sono messe a carico dei restanti condomini o proprietari di appartamenti. Io ho fatto presente all’attuale proprietario di questo appartamento che mi ha tenuto all’oscuro di questo, visto che le spese di quei immobili ricadrebbero anche a me nella mia percentuale di millesimi; e vorrei rivedere la cifra concordata per la stipula rogito.. o in alternativa il recesso alla vendita.

La mia domanda è questa; se recedo al contratto io perdo la caparra o ho il diritto di essere rimborsato della caparra e l’attuale proprietario non ha titolo di tenere quanto versato a titolo di caparra. Grazie a quanti mi potranno rispondere in modo serio e onesto.. grazie.

http://www.dirittoprivatoinrete.it/la_caparra.htm

 

Dipende dal tipo di caparra/acconto che hai versato. Comunque sicuramente perderai la caparra.

Avresti dovuto, prima di fare la proposta di acquisto, richiedere copia dei bilanci condominiali e verbali di assemblea, in modo da capire in che condizioni era il Condominio. Adesso non puoi addossare la colpa dei debiti di altri al tuo venditore: lui con gli altri non c'entra nulla.

Qual è la differenza tra caparra penitenziale e caparra confirmatoria?

La caparra confirmatoria (art. 1385 c.c.) è la più frequente e corrisponde alla antica consuetudine di consegnare all'altra parte una somma di denaro (o altre cose fungibili) a conferma del vincolo assunto. Se la parte che ha concesso la caparra si rende inadempiente, l'altra parte può recedere dal contratto e trattenere la caparra. Se inadempiente è la parte che ha ricevuto la caparra, l'altra parte può sempre recedere e richiedere il doppio di quanto versato. Si tratta in entrambi i casi di facoltà concessa all'interessato che può comunque insistere per l'adempimento, e richiedere il risarcimento per l'ulteriore danno subito.

Diversa è invece la funzione della caparra penitenziale (art. 1386 c.c.) che rappresenta il corrispettivo del diritto di recesso, stabilito convenzionalmente. Chi decide di recedere deve dare all'altra parte quanto pattuito a titolo di caparra penitenziale e l'altra parte non potrà chiedere altro. (studiolegaleonline.it)

conoscenza che nel medesimo stabile, si sono appartamenti pignorati, e messi all’asta.

E le spese condominiali di questi, sono messe a carico dei restanti condomini o proprietari di appartamenti. .

E perchè mai ?

se un appartamento è pignorato le spese di questo NON devono essere pagate dagli altri che non c'entrano nulla

In caso di pignoramento, e sino alla vendita, il proprietario è tenuto e lui solo al pagamento delle spese. Ovviamente è improbabile le paghi, ma allora il Condominio deve intervenire nella procedura di pignoramento (se non è già il condominio stesso ad averla promossa) in modo che al momento della vendita, venga saldato anche il suo credito

Ma che paghino gli altri proprio no!

 

Prima di pensare a recedere,e perdere la tua caparra che sarà confirmatoria, parla con chi amministra lo stabile

vi ringrazio a quanti mi avete risposto.. si ho parlato con amministratore e mi avrebbe detto che le spese dei immobili pignorati sono sostenute in pertentuale dei millesimi ai restanti condomini ( il condominio è di 26 unità). certamente non recederò al compromesso, tengo a questo immobile, ma questo credo che a tutela di quanti acquistano immobili, sarebbe corretto essere informati e se una volta venuti a conoscenza di questo, se l'attuale proprietario ti tiene all'oscuoro di questa circostanza, l'acquirente dovrebbe avvalere di recedere dall'acquisto senza perdere la caparra..grazie a tutti voi.. ciao Giorgio da Modena

ma appunto... dove sta scritto che gli altri debbano sobbarcarsi le spese?

forse hanno fatto una delibera in questo senso?

ora, non ho la situazione del caso, ma io mi aspetto che un amministratore faccia pagare il condomino (seppure pignorato) e non gli altri

Mi aspetto faccia un d.i se il condomino è moroso e intervenga nella procedura esecutiva di pignoramento. Questo ti chiedevo..perchè non lo ha fatto sinora? magari ha fatto valutazioni di economicità..eh.. ci starebbero anche..ma questo gli chiederei.

Devi accollarti la morosità per la tua quota mm dell'anno di esercizio in corso e dell'anno precedente il tuo acquisto non certo la morosità che viene dagli anni precedenti.

×