Vai al contenuto
andre79ge

Infestazione da ragni velenosi (Ragno violino Loxosceles Rufescens): diritti e doveri dei condòmini e del condominio

Buon giorno,

abito all'ultimo piano di un palazzo d'epoca e purtroppo il mio appartamento e la scala condominiale sono infestate da un ragno velenoso (per chi non lo conoscesse, può farsi una cultura digitando "ragno violino" su google oppure visitando il forum di naturamediterraneo, ove si possono trovare discussioni chilometriche sui danni causati da questo ragno).

Il Ragno Violino provoca necrosi dei tessuti ed in alcuni casi significative reazioni sistemiche che possono portare ad emolisi, blocco renale e, nei casi più gravi, decesso.

Io fui punto quattro anni fa e finii all'ospedale. Rimasi bloccato per una decina di giorni.

 

Ad ogni modo... sia nel mio appartamento sia nelle parti comuni è presente questo ragno.

Ho avvisato l'amministratore ed i condòmini ma non è stata intrapresa alcuna azione.

 

Vorrei chiedervi quali siano i miei diritti e doveri: il condominio (l'amministratore) è obbligato ad agire oppure può ignorare la questione? Vi ringrazio, cordiali saluti.

Se l'amministratore non è in grado di chiamare la disinfestazione,rivolgiti alle A.S.L.

Avevo contattato l'ASL l'anno scorso, mi hanno gentilmente detto che da alcuni anni a questa parte non possono fare più nulla per ragioni di tagli alla spesa pubblica.

 

Ora ricontatterò sia l'amministratore sia l'ASL, facendo presente che il problema è significativo e può minare la salute delle persone.

Dal punto di vista legale l'amministratore è obbligato ad intervenire? C'è una normativa in proposito?

Grazie, ciao,

Andrea.

Dal punto di vista legale c'è la sentenza n. 39959/2009 secondo cui l’amministratore di condominio non risponde penalmente dei danni al condominio e agli inquilini a meno che non venga dimostrata la circostanza che la sua inerzia è stata determinante nell’incidente, quindi in caso di un incidente a causa di tali ragni potrebbe essere chiamato a risponderne.

 

L’amministratore è tenuto quindi a eseguire quello che la volontà dell’assemblea, la legge ed il regolamento di condominio gli impongono di fare: se non lo fa, e quindi non esegue il suo mandato si rende responsabile dei danni subiti dai condomini (Cassazione, 11 febbraio 1981, n. 859).

Ok, grazie.

Nel frattempo ho ricontattato l'ASL. La persona che mi ha risposto ha pronunciato alcune frasi di dubbia coerenza logica ma, di fatto, il messaggio è che non se ne occupano.

Ora mi rivolgerò all'amministratore; nel frattempo ho posizionato alcune trappole collanti sul pianerottolo del piano di accesso ai terrazzi e sono restati intrappolati due Loxosceles, segno che l'infestazione è purtroppo ben attiva.

×