Vai al contenuto
Kurt Cobain

Indennizzo di sopraelevazione.

Se viene sopraelevato su un lastrico solare, l'indennizzo deve essere corrisposto a tutti i condomini o solo a chi è sotto il lastrico solare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

art 1127 cc

...

Chi fa la sopraelevazione deve corrispondere agli altri condomini un’indennità pari al valore attuale dell’area da occuparsi con la nuova fabbrica, diviso per il numero dei piani, ivi compreso quello da edificare, e detratto

l’importo della quota a lui spettante.

...

da come è scritto si dovrebbe ripartire tra tutti i condomini (agli altri condomini).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Già questo è quello che mi viene naturale pensare, ma la riduzione di aria e luce, la si ha solo per chi è sotto il lastrico solare, per questo mi è venuto il dubbio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Potrebbe essere vero ciò che dici, ma la sopraelevazione grava su tutto l'edificio e non solo su chi sta sotto il lastrico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho cercato qualche articolo o sentenza, ma non trovo nulla a riguardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Chi realizza una sopraelevazione, và ad incidere sui rapporti di volumetria (vedi volume residuo) e di altezza dell'edificio, e quindi con interessamento dei coefficienti urbanistici, diminuendo la potenzialità edificatoria di altri, in primis del condominio. Tali coefficienti riguardano tutti i condomini dell'edificio, e quindi mi sembra giusto che l'indennità sia rivolta a tutti.

 

 

Ciao

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok grazie, ma allora dovrebbe andare ai proprietari esclusivi di altri lastrici presenti nello stesso edificio o proprietari di ultimi piani? O comunque tutti come dice Tuxx, perchè grava comunque su tutto l'edificio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Chi realizza una sopraelevazione, và ad incidere sui rapporti di volumetria (vedi volume residuo) e di altezza dell'edificio, e quindi con interessamento dei coefficienti urbanistici, diminuendo la potenzialità edificatoria di altri, in primis del condominio. Tali coefficienti riguardano tutti i condomini dell'edificio, e quindi mi sembra giusto che l'indennità sia rivolta a tutti.

 

 

Ciao

ciao

 

è corretto quanto hai affermato in quanto la volumetria edificabile dipende dal lotto su cui sorge il condominio, che è un bene comune a tutti i condomini a prescindere. L'utile va diviso in quote millesimali di proprietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao

 

è corretto quanto hai affermato in quanto la volumetria edificabile dipende dal lotto su cui sorge il condominio, che è un bene comune a tutti i condomini a prescindere. L'utile va diviso in quote millesimali di proprietà.

Ripeto la mia domanda:

Allora dovrebbe andare ai proprietari esclusivi di altri lastrici presenti nello stesso edificio o proprietari di ultimi piani?

Dovrebbe andare ad altre scale?

O comunque tutti come dice Tuxx, perchè grava comunque su tutto l'edificio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ripeto la mia domanda:

Allora dovrebbe andare ai proprietari esclusivi di altri lastrici presenti nello stesso edificio o proprietari di ultimi piani?

Dovrebbe andare ad altre scale?

O comunque tutti come dice Tuxx, perchè grava comunque su tutto l'edificio?

Quando Camillo dice;
... L'utile va diviso in quote millesimali di proprietà.
Significa che ogni elemento o proprietà che possiede dei millesimi, il relativo proprietario riceverà la sua quota parte, ovvero la parte millesimale proporzionale di questi u.i., e se i lastrici hanno una valutazione millesimale saranno calcolati nell'intero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao

l'indennizzo va diviso tra tutte le unità in quota millesimale generale, come correttamente confermato da Tuxx.

 

Il ragionamento è semplice. Il lotto da una edificabilità, per esempio di 1000 mc. Il condominio sopra costruito è di 900 mc. . I 100 mc. non sfruttati sono di proprietà di tutti, quindi se tu ne acquisisci 50 mc., li devi rimborsare a tutti, che dovranno anche approvare alla unanimità, visto che in futuro ne rimarranno disponibili solo 50.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie e in presenza di piu' scale o due edifici nello stesso complesso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dipenderà da che edificio viene sopralevato, tra l'altro se non erro in qualche regolamento edilizio è vietato sopraelevare uno stabile solo da un lato in caso di edifici adiacenti oppure con due scale, o si fa tutto oppure non si fa nulla, se invece gli stabili sono distanti come succede dei supercondomini con stabili distanti tra loro, secondo me sarà sempre da consultare il regolamento edilizio per valutare la possibilità di sopraelevare un solo stabile isolato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Dipenderà da che edificio viene sopralevato, tra l'altro se non erro in qualche regolamento edilizio è vietato sopraelevare uno stabile solo da un lato in caso di edifici adiacenti oppure con due scale, o si fa tutto oppure non si fa nulla, se invece gli stabili sono distanti come succede dei supercondomini con stabili distanti tra loro, secondo me sarà sempre da consultare il regolamento edilizio per valutare la possibilità di sopraelevare un solo stabile isolato.

Quindi come al solito, non è chiaro nulla in Italia, anche se dovessero esserci più scale può essere che l'indennità sia corrisposta a tutte le scale (stabile unico con più scale), come anche se dovessero esserci più stabili separati tra loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Perchè dici che non è chiaro in Italia? Come base c'è la costituzione poi ci sono i vari regolamenti di Legge tra cui il Codice Civile che regola di massima l'andamento delle cose, infine i regolamenti locali, p.es. i regolamenti edilizi che possono variare secondo il comune e usi e costumi locali, poichè l'italia per fortuna è varia, ci sono zone di montagna dove in pratica poco nulla si può modificare, zone in riva al mare e città dove si può fare tanto e/o poco (leggere i reg. edilizi), in caso di contenziosi si va dal legale e dal Giudice con somma goduria per le casse dello stato e le tasche degli avvocati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Perchè dici che non è chiaro in Italia? Come base c'è la costituzione poi ci sono i vari regolamenti di Legge tra cui il Codice Civile che regola di massima l'andamento delle cose, infine i regolamenti locali, p.es. i regolamenti edilizi che possono variare secondo il comune e usi e costumi locali, poichè l'italia per fortuna è varia, ci sono zone di montagna dove in pratica poco nulla si può modificare, zone in riva al mare e città dove si può fare tanto e/o poco (leggere i reg. edilizi), in caso di contenziosi si va dal legale e dal Giudice con somma goduria per le casse dello stato e le tasche degli avvocati.

Quindi oltre a spiegare in assemblea che esiste un'indennità di sopraelevazione, preferirei non precisare nulla a riguardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tu da amministratore non sei obbligato a riferire nulla di giuridico non è il tuo ruolo, ma limitare il tuo intervento a dire che esiste questa indennità che ve ripartita per millesimi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie e in presenza di piu' scale o due edifici nello stesso complesso?

ciao

 

dipende dalla proprietà del lotto edificabile. Se tutti sono comproprietari, tabella generale di tutti, se invece sono lotti diversi (frazionati al catasto terreni) la quota andrà divisa tra chi è comproprietario di tale lotto. La risposta e generale, ma poi bisogna vedere caso per caso in quanto negli atti potrebbero essere state fatte servitù, vincoli o altre precisazioni. Non entro nella possibilità di sopraelevare in quanto quella compete al condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao

 

dipende dalla proprietà del lotto edificabile. Se tutti sono comproprietari, tabella generale di tutti, se invece sono lotti diversi (frazionati al catasto terreni) la quota andrà divisa tra chi è comproprietario di tale lotto. La risposta e generale, ma poi bisogna vedere caso per caso in quanto negli atti potrebbero essere state fatte servitù, vincoli o altre precisazioni. Non entro nella possibilità di sopraelevare in quanto quella compete al condominio.

Sei stato chiaro, ok grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Caro Kurt

 

Cass. Civ. 21.08.2003, n.12292 - Sopraelevazione: indennizzo.

L’indennizzo di sopraelevazione ex art. 1127 c.c., va determinato dividendo l’importo relativo all’area su cui insiste l’edificio, o la parte di questo che viene sopraelevata, per il numero di piani – compresi quelli di nuova costruzione - diminuendo, poi il quoziente della quota spettante al condomino che ha eseguito la sopraelevazione ed infine ripartendo il risultato residuo tra i proprietari degli altri piani preesistenti, mentre si commetterebbe errore dividendo questa somma tra tutti i condomini.

 

L'eventuale indennità andrebbe comunque ripartita in funzione dei mq appartamenti (esclusi box ecc) non in funzione dei millesimi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×