Vai al contenuto
mirtino

Indennità di avviamento commerciale

salve,

il mio contratto di locazione di un esercizio pubblico (bar) scade a marzo di quest' anno dopo i classici 6+6.

Ho RICEVUTO in tempo debito la lettera A.R. con la disdetta di finita locazione, nella stessa lettera mi si invitava a contattare la proprietà per un eventuale rinnovo del contratto.

La cifra che mi e' stata proposta e' fuori mercato. La mia DOMANDA e' semplice:

Nel caso di un mio rifiuto,ho diritto alle 18 mensilita' (indennita' per la perdita dell'avviamento) anche a scadenza naturale del contratto?

In caso affermativo,lasciando liberi i locali da persone e cose, quando il locatore e' tenuto a corrispondere l'indennita'?

Vi e' qualche caso particolare nel quale io debba lasciare liberi i locali e non aver nessuna indennita'?

 

Vi ringrazio anticipatamente

Nel caso di un mio rifiuto,ho diritto alle 18 mensilità (indennità per la perdita dell'avviamento ) anche a scadenzanaturale del contratto ? Se ti ha dato disdetta, SI In caso affermativo, lasciando liberi i locali da persone e cose,quando il locatore e tenuto a corrispondere l'indennità ? L'esecuzione del provvedimento di rilascio dell'immobile è condizionata dall'avvenuta corresponsione dell'indennità di cui al primo comma. L'indennità di cui al secondo comma deve essere corrisposta all'inizio del nuovo esercizio.Vi e' qualche caso particolare nel quale io debba lasciare liberi i locali e non aver nessuna indennita'? che non sia dovuta a risoluzione per inadempimento o disdetta o recesso del conduttore o a una delle procedure previste dal regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, il conduttore ha diritto, per le attività indicate ai numeri 1) e 2) dell'articolo 27, ad una indennità pari a 18 mensilità dell'ultimo canone di locazione

×