Vai al contenuto
zerocenter

In residence ( condominio ORIZZONTALE ) cambiamento tipologia abitazioni.

Salva a tutti,

 

qualche anno fa ( nel 2011 ) ho comprato una casa a schiera in un "residence" ( come da ALLEGATO alla presente ) che di fatto però mi sembra essere più un CONDOMINIO ORIZZONTALE che un RESIDENCE appunto.

 

Come da "progetto" e "planimetrie" ( in ALLEGATO ) dentro questo "UNICO LOTTO ",

come da foto sottostante .

 

--img_rimossa--

 

da cui si ACCEDE con 2 DISTINTI cancelli CARRAI, dovevano esserci costruite 40 abitazioni/CASE a SCHIERA di tipologie IDENTICA, al tempo era stato costruito SOLO il PRIMO "blocchetto".

 

Ora succede che il COSTRUTTORE, "stravolgendo" TOTALMENTE la DISPOSIZIONE e sopratutto la TIPOLOGIA "architettonica" dei successivi "blocchetti" ha RIPRESO a costruire NON più CASETTE a SCHIERA IDENTICHE alle nostre, ma QUADRIFAMIGLIARI con una linea ARCHITETTONICA ( se così si può "definire" ) TOTALMENTE DIVERSA e "stravolgendo" e modificando TOTALMENTE pure la "viabilità" INTERNA.

 

Personalmente mi sento molto "risentito" in quanto a mio avviso si è venuta a creare, all' interno di questo "residence" la cosi detta " na scarpa e un zocc" ( una scarpa e uno zoccolo ) che a mio avviso và ad "intaccare" il valore che doveva avere/mantenere la mia abitazione SE TUTTE, le nuove abitazioni, fossero state UGUALI come da PROGETTO, che dovevano essere appunto TUTTE come quella raffigurata nella foto sottostante :

 

--img_rimossa--

 

Vi chiedo pertanto se in qualche modo vi siano i "margini" per potersi rivalere sul costruttore in quanto il PROGETTO INIZIALE è stato TOTALMENTE STRAVOLTO solo per i suoi "comodi".

 

O è meglio "vendere" ed andarsene ???

Purtroppo il costruttore fa quello che vuole, ed in genere si salvaguarda con clausole ad hoc!

Dove abito, sono stato il primo ad acquistare, ed ho scelto la villa in fondo, dato gli ampi spazi di manovra!

Poi invece ha venduto tutte le aree di manovra, ha ristretto le corsie e mi sono trovato con uno stato di fatto diverso dal progetto. però c'era la clausola "Il costruttore si riserva di apportare le modifiche bla bla bla "

Ad ogni modo, salva modifica del Piano Regolatore, la cubatura dovrebbe essere rimasta immutata, e così pure l'indice di copertura! per cui sarebbe variato solo il fatto estetico!

 

però non mi sembra il caso di vendere ed andarsene!

fai vedere il contratto ad un avvocato (ma se lo leggi con attenzione ti puoi risparmiare i soldi e vedi se il tipo era libero di fare ciò che ha fatto!

Salve e GRAZIE per l' interesse,

 

vedrò, come mi hai suggerito, di verificare se nel "contratto" esiste qualche "clausola" che definirei a dir poco "vessatoria" e che permetta comunque queste "varianti".

 

Di fatto, PROGETTO alla mano e che mi hanno rilasciato congiuntamente all' atto d' acquisto, ho verificato che in questo si stabilisce inequivocabilmente la costruzione di SETTE CASE a SCHIERA ( raffigurate con il medesimo STILE ARCHITETTONICO ( come da FOTO SOTTOSTANTI ), e NON di UNA CASA a SCHIERA e SEI QUADRIFAMIGLIARI ( di tutt' altro "stile" ) o quant'altro gli passerà per la testa....magari anche un condominio !!!

 

Ritengo che, al di la di quello che vi può essere scritto sul contratto, magari con un "giro" di parole non facilmente "percepibile" da un NON addetto ai lavori, se ti viene proposto l'acquisto di una casa ENTRO un certo contesto "architettonico", questo debba essere rispettato, altrimenti la vedrei come un INADEMPIENZA CONTRATTUALE.

 

Cioè a me, come visibile nella PRIMA FOTO del 3AD, al momento dell' acquisto è stata fatta vedere una PLANIMETRIA con TUTTI e SETTE i "blocchetti" UGUALI o comunque con le medesime proprietà ARCHITETTONICHE e NON un "lotto" con la SOLA SCHIERA che sarei andato a comprare e il resto in "bianco o da definirsi".

 

Ritengo che a me, con tali PLANIMETRIE ben DEFINITE, abbiano venduto una CASA INSERITA in un certo CONTESTO e non una schiera nuda e cruda.

 

Quello che intendo insomma è che il CONTESTO era PARTE INTEGRANTE dell' acquisto, visto che nella PLANIMETRIA mostrata era stato DETTAGLIATAMENTE DEFINITO.

 

Ecco di fatto, nella FOTO SOTTOSTANTE, la "nuova" tipologia di abitazioni che sono andati a costruire, due stili TOTALMENTE DIVERSI rispetto appunto a quelle raffigurate nella 2a foto del 3AD, e si trovano una di fronte all' altra !!!

 

--img_rimossa--

Controlla il contratto che hai firmato, come ti hanno suggerito. Di "giri di parole non facilmente percepibili dai non addetti ai lavori" sono ad esempio pieni anche i contratti delle assicurazioni e i contratti delle banche che cercano di venderti dei prodotti a rischio. Per questo motivo sarebbe sempre meglio farsi assistere in fase di trattativa da un addetto ai lavori di propria fiducia. Se hai firmato con una clausola di quel tenore la vedo dura ottenere ragione davanti a un giudice.

Salve Madly,

 

in effetti a "SUO TEMPO" ci siamo rivolti ad un' AGENZIA LOCALE, che ci ha "proposto" la casa in questione, la stessa ci ha poi "assistito" anche innanzi al NOTAIO nel tentativo appunto di evitare "gaffe" o di commettere comunque qualche ingenuità, tutto questo al "modico" prezzo GLOBALE di 4.000 €uro ( anche se di fatto ce ne ha fatturati solo 500 € ).

 

Il fatto è che questa "AGENZIA IMMOBILIARE" è a tutt'oggi la principale agenzia che si occupa di vendere le "nuove" abitazioni del medesimo lotto, pertanto è "matematico" che almeno questa strada sia impercorribile.

 

Potrei far "leggere" il contratto a qualche altra "agenzia" per vedere se appunto esiste qualche clausola in merito, che "svincoli" il costruttore dai suoi "obblighi".

 

Rivolgermi ad un Avvocato ed iniziare una CAUSA CIVILE che si porterà alle calende greche....forse è meglio VENDERE e si taglia la testa al toro.

INNANZI TUTTO non mi pare un'estetica tanto drammatica!

Ma tu, DIO BON (come dite in Veneto), farsi assistere dall'agenzia che curava la vendita a € 4.000!

Hai proprio raccomandato la pecora al lupo!

Con la metà ti prendevi un avvocato del Sud che ti assisteva in tutto e per tutto.

Essendo tu il compratore ti sceglievi un avvocato ed un notaio delle nostre parti, che hanno tanto meno fumo e molto più arrosto, ed in genere sono molto più onesti, pardon più attenti a curare gli interessi del proprio cliente! E ti facevi anche un bel viaggetto !!!

Salve edoardobennato,

 

non sarà tanto "drammatica",

ma il contesto ARCHITETTONICO che hanno queste "nuove" abitazioni, non c'entra un "fico secco" con il contesto che doveva essere sulla PLANIMETRIA/CONTRATTO ( tra l'altro QUADRIFAMIGLIARI e NON CASETTE a SCHIERA come specificato nel CONTRATTO ).

 

Per il resto,

Forse NON mi sono spiegato bene o mi hai frainteso, i 4000 €uro che dicevo sopra era stata, come ribadito nel mio post precedente, A SUO TEMPO la PARCELLA che avevo pagato all' AGENZIA quando acquistai l' immobile, intendevo dire che appunto adesso, essendo la stessa che comunque stà vendendo le "nuove" case, sicuramente ORA come ora, cercherà di minimizzare l' INESTETISMO e l' INADEMPIENZA CONTRATTUALE del COSTRUTTORE, avendo la stessa a "cuore" le future vendite.

 

Di sicuro, benchè da me "profumatamente pagata", NON è a questa AGENZIA che dovrò rivolgermi per verificare eventuali CLAUSOLE VESSATORIE nel CONTRATTO, questo intendevo.

×