Vai al contenuto

Ciao ragazzi, ho una prima casa nella quale non ho residenza perché sto effettuando dei lavori di ristrutturazione, ho una cila aperta. La domanda è: devo pagare ugualmente l'imu? 

A me hanno detto che la devo pagare perché non ho la residenza quindi è una seconda casa, ma la residenza non posso ancora farla fino a quando non finisco i lavori.

 

Grazie mille

Danilo

Dal giorno del rogito hai 18 mesi per trasferire la residenza. Fino a quel momento puoi considerarla prima casa e non pagare l’imu.

  • Mi piace 1
bilbetto dice:

Dal giorno del rogito hai 18 mesi per trasferire la residenza. Fino a quel momento puoi considerarla prima casa e non pagare l’imu.

eh, Stefano...non è esattamente così.

Per quanto riguarda le agevolazioni prima casa è vero, anche se in ristrutturazione sino ai 18 mesi  la casa è considerata prima casa e non si perdono i vantaggi delle aliquote inferiori sulla tassa di registro.

Invece per le imposte comunali (Imu/tasi) è necessario che l'abitazione sia quella nella quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. (art. 13 comma 2 Dl 201/2011)

Pertanto non potendo stabilire la residenza nell'immobile, è dovuta l'Imu e la Tasi se previsto dal regolamento del comune.

Essendo in ristrutturazione, è bene verificare in comune se sia possibile pagare come immobile inagibile, quindi sul 50% dell'imponibile.

  • Mi piace 1

Ops... questa mi è completamente nuova. Io stesso ho applicato quanto ho affermato. Dal fisco non si finisce mai di imparare....

bilbetto dice:

non si finisce mai di imparare....

😞...purtoppo!

Dover pagare l'imu come una seconda casa mentre invece ci sono dei lavori in corso non mi sembra assolutamente corretto...comunque grazie a tutti per le info, come suggerito da Daniel proverò a sentire il comune per eventuali riduzioni.

daniloa1981 dice:

pagare l'imu come una seconda casa mentre invece ci sono dei lavori in corso non mi sembra assolutamente corretto

l'imu è una tassa patrimoniale, quindi colpisce il patrimonio immobiliare in ogni caso, con la possibilità di verificare nel regolamento comunale se, come detto, sono previste agevolazioni. Salvo che non si abiti la casa, in tutti gli altri casi l'imu è dovuta solo per il fatto che esiste un fabbricato.

Si ho capito, si dovrebbe anche presupporre però che con lavori in corso non ci si può abitare. 

daniloa1981 dice:

Si ho capito, si dovrebbe anche presupporre però che con lavori in corso non ci si può abitare. 

Si, certo, ma non viene meno il fatto che possiedi un immobile.....mi spiace ma è il presupposto delle tasse patrimoniali.

×