Vai al contenuto
masterplan1

Impugnazione delibere rappresentanti di palazzina

buongiorno

una delibera relativa ad un assemblea straordinaria di supercondominio, alla quale hanno partecipato solo i rappresentanti di palazzina va notificata a tutti i condomini o solo a coloro che hanno partecipato?

grazie

per quale motivo hanno partecipato solo i rappresentati di scala e non tutto il super condominio

probabilmente perchè i condòmini sono più di 60?

 

Art. 67 d.a.c.c.

.... quando i partecipanti sono complessivamente più disessanta, ciascun condominio deve designare, con la maggioranza di cui all'articolo 1136, quintocomma, del codice, il proprio rappresentante all'assemblea per la gestione ordinaria delle particomuni a più condominii e per la nomina dell'amministratore....

E' buona norma che il verbale venga notificato a tutti...

in questo caso la convocazione per discuterne solo ai rappresentanti e la documentazione a tutti al fine di rendere tutti a conoscenza di cosa succede e si discute del super condominio

La domanda era un'altra...io ho intenzione d'impugnare la delibera dei rappresentanti. La notifica dell'impugnazione va fatta solo a loro o a tutti i condomini?

va fatta al rappresentante legale tramite avvocato. Sarà il rappresentante legale a darne notizia ai condòmini..

probabilmente perchè i condòmini sono più di 60?

 

Art. 67 d.a.c.c.

.... quando i partecipanti sono complessivamente più disessanta, ciascun condominio deve designare, con la maggioranza di cui all'articolo 1136, quintocomma, del codice, il proprio rappresentante all'assemblea per la gestione ordinaria delle particomuni a più condominii e per la nomina dell'amministratore....

E' buona norma che il verbale venga notificato a tutti...

L'utente chiede "un assemblea straordinaria di supercondominio, alla quale hanno partecipato solo i rappresentanti di palazzina" perché hanno partecipato solo i rappresentanti se è un assemblea straordinaria??

In effetti mi era sfuggita che fosse una assemblea straordinaria...

Il punto, adesso, è stabilire se l'assemblea sia valida lo stesso o meno...

Al momento non ho riferimenti...

Vado a interpretazione...

visto che l'art. 67 parla chiaramente di assemblea ordinaria ne discende che per la straordinaria debbano essere convocati tutti i condòmini...

Ora, se il ragionamento fila, le deliberazioni intraprese sono valide o no? e se non lo fossero, masterplan1 potrebbe impugnare in qualsiasi tempo o no?

Vado a interpretazione...

visto che l'art. 67 parla chiaramente di assemblea ordinaria ne discende che per la straordinaria debbano essere convocati tutti i condòmini...

Ora, se il ragionamento fila, le deliberazioni intraprese sono valide o no? e se non lo fossero, masterplan1 potrebbe impugnare in qualsiasi tempo o no?

In teoria sì perché tutti gli aventi diritto non sono stati convocati.....

Piu' che di assemblea ordinaria l'art 67 parla di gestione ordinaria .

Quindi dipende tutto se l'odg riguarda l'ordinaria oppure lo straordinario

Piu' che di assemblea ordinaria l'art 67 parla di gestione ordinaria .

Quindi dipende tutto se l'odg riguarda l'ordinaria oppure lo straordinario

Questo è anche vero e ha una sua logica..

Ma, in tal caso, le delibere sarebbero annullabili e non nulle...

è sì in teoria sì ma vi tutto un iter errato in quanto non sono stati convocati tutti gli aventi diritto, non vi erano i millesimi necessari per indire l'assemblea, il quorum per le delibere ecc.......quindi sai che anche io non sono sicuro

Che l'assemblea di supercondominio sia ordinaria o straordinaria non fa differenza.

 

Invece sono gli argomenti posti all'Odg che rappresentano l'elemento discriminante:

se previsti solo argomenti ordinari, l'assemblea riguardava e richiedeva la sola presenza dei rappresentanti dei vari plessi;

se invece vi erano argomenti con caratteristiche di straordinarietà, solo per questi argomenti era necessaria la convocazione dei 330 condòmini.

Albano59 ha colto nel segno, perfetto. Immaginiamo ora che in una assemblea dei soli rappresentanti convocata per la gestione ordinaria essi deliberino su argomenti non di loro competenza. Che fà il condòmino dissenziente ? - non sfugge il fatto che avendo dato mandato al suo rappresentante egli praticamente risulta presente alla riunione - come impugna la delibera se è venuto a conoscenza del problema soltanto quando ha ricevuto il verbale e sono trascorsi più di 30 gg. ?? . Come la mettiamo ?

Grazie Giovanni Inga, non vorrei far confusione ma proprio attraverso questo preziosissimo forum ho intrapreso la convinzione che anche le delibere assembleari in contrasto con alcune leggi e regolamenti - p.e. i quorum costitutivi e deliberativi - se non impugnati entro i 30 gg. dai presenti e 30 gg. dal ricevimento del verbale dagli assenti restano valide per tutti. Siccome virtualmente attraverso i rappresentanti si è presenti la delibera come si fa ad impugnarla. Mi sfugge qualcosa, conto su di voi. ciao

@ciz

La questione, oggetto di un acceso contrasto giurisprudenziale, è stata risolta dalle Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione nel 2005. Con la sentenza n. 4806, infatti, si è affermato che sono da "qualificarsi nulle le delibere prive degli elementi essenziali, le delibere con oggetto impossibile o illecito (contrario all'ordine pubblico, alla morale o al buon costume), le delibere con oggetto che non rientra nella competenza dell'assemblea, le delibere che incidono sui diritti individuali sulle cose o servizi comuni o sulla proprietà esclusiva di ognuno dei condomini, le delibere comunque invalide in relazione all'oggetto".Di contro, sono da "qualificarsi annullabili le delibere con vizi relativi alla regolare costituzione dell'assemblea, quelle adottate con maggioranza inferiore a quella prescritta dalla legge o dal regolamento condominiale, quelle affette da vizi formali, in violazione di prescrizioni legali, convenzionali, regolamentari, attinenti al procedimento di convocazione o di informazione dell'assemblea, quelle genericamente affette da irregolarità' nel procedimento di convocazione, quelle che violano norme che richiedono qualificate maggioranze in relazione all'oggetto" (così Cass. SS.UU. n. 4806 del 2005).

 

Fonte: L’impugnazione delle delibere condominiali

(Studiocataldi)

Come vedi, parla di mancanza di elementi essenziali ovvero di incompetenza dell'assemblea a trattare determinati argomenti poiché fuori dai propri poteri.

Non si può fare di tutt'erba un fascio ma si deve analizzare la faccenda caso per caso.

×