Vai al contenuto
jackbiri

Impugnazione delibera - ma da quando parte la data di ricevimento se la raccomandata sta in giacenza per un po'

SALVE RAGAZZI SO CHE PER CHI NON E' PRESENTE AD UN ASSEMBLEA PUO IMPUGNARE LA DELIBERA ENTRA 30 GIORNI DAL RICEVIMENTO DEL VERBALE PER RACCOMANDTA PER ESEMPIO, MA DA QUANDO PARTE LA DATA DI RICEVIMENTO SE LA RACCOMANDATA STA IN GIACENZA PER UN PO', ESEMPIO UNO E' FUORI CITTA, L AMMINISTRATORE MANDA LA RACCOMANDATA CON IL VERBALE GIORNO 1 L AVVISO VIENE LASCIATO NELLA BUCA GIORNO 3 LA PERSONA E' FUORI CITTA E LA RITIRA IL 20 I 30 GIORNI PARTONO DAL 20 OPPURE COME PER LE CONVOCAZIONI O PER LE MULTE C'E' UN TERMINE DI 5 o 10 GIORNI O ALTRO DALLA DATA DI RILASCIO IN GIACENZA DELL AVVISO NELL ESEMPIO FATTO QUINDI DA GIORNO 3.

I trenta giorni iniziano dal momento in cui il postino arriva a casa e non trovando nessuno lascia l'avviso di giacenza, quindi in questo caso dal giorno 3.

 

p.s. per cortesia scrivi in minuscolo, perche il maiuscolo nel Forum vale gridare.

ciao,ho chiesto ad un amico avvocato mi ha detto che i giorni partono dal 10 giorno che l avvisa resta in giacenza.

ciao,ho chiesto ad un amico avvocato mi ha detto che i giorni partono dal 10 giorno che l avvisa resta in giacenza.
Hai anche chiesto dove si trova questa norma? Sai perchè? Non l'ho mai sentita, sentiamo anche altri forumisti, ma ti assicuro che è la prima volta che la sento.

 

Cass. civ., sez. III, 23-09-1996, n. 8399 Per ritenere sussistente, secondo l'art.1335 cod. civ., la presunzione di conoscenza, da parte del destinatario, dalla dichiarazione a questo diretta, occorre la prova, il cui onere incombe al dichiarante, che la dichiarazione sia pervenuta all'indirizzo del destinatario, e tale momento, nel caso in cui la dichiarazione sia stata inviata mediante lettera raccomandata non consegnata per l'assenza del destinatario (o di altra persona abilitata a riceverla), coincide con il rilascio del relativo avviso di giacenza del plico presso l'ufficio postale e non già con il momento in cui fu consegnata.

E normalmente il postino consegna le giacenze allo stesso giorno in cui rilascia l'avviso all'indirizzo del destinatario/i, cioè al termine del giro di consegne.

la regola dei dieci giorni esiste e vale per le notifiche a mezzo unep fatte col 140 cpc.

 

per le normali raccomandate non saprei.

 

è certo che tu mittente non sarai in grado di dimostrare la giacenza fino alla compiuta giacenza dei trenta giorni e il rinvio al tuo indirizzo del plico. la videata del servizio online dove quando non è affidabile.

Il mittente non sarà in grado di dimostrare la giacenza, ma potrà dimostrare l'arrivo della raccomandata se eseguita con le Porte Italiane con questo servizio on line;

http://www.poste.it/online/dovequando/home.do

 

Forse altri gestori posseggono un sistema simile, ma non lo so perchè non uso molto le raccomandate ed avendo comodo a pochi passi da casa l'ufficio delle Poste Italiane, nel caso uso quello.

Il mittente non sarà in grado di dimostrare la giacenza, ma potrà dimostrare l'arrivo della raccomandata se eseguita con le Porte Italiane con questo servizio on line;

http://www.poste.it/online/dovequando/home.do

 

Forse altri gestori posseggono un sistema simile, ma non lo so perchè non uso molto le raccomandate ed avendo comodo a pochi passi da casa l'ufficio delle Poste Italiane, nel caso uso quello.

Il mittente potrà dimostrare la giacenza, quando il plico verrà rimesso al mittente per compiuta giacenza. 🤣

ma scusa allora facciamo un esempio lunedi 1 lasciano l avviso io la ritiro il 8 che e' lunedi dopo i 30 giorni secondo voi partono dal giorno 1?? mi sembra stranissimo visto che anche per un atto giudiziario la cassazione ha stabilito che non vale la data di rilascio dell avviso ma 10 giorni dopo, invece secondo voi per una raccomandata semplice che si puo anche perdere, gia' dall indomani vale la comunicazione mi sembra strano.

L'amministratore non è tenuto a sapere se i condomini sono partiti per le ferie o no, lui convoca l'assemblea e se i numeri per la costituzione ci sono, si può deliberare, quello che era in ferie se vuole può impugnare per mancato avviso e sua facoltà, ma credo che non avrà soddisfazione.

La sentenza n. 3 della Corte Costituzionale del 14-01-2010 ha stabilito l’illegittimità costituzionale dell’art. 140 cod. proc. civ., nella parte in cui prevede che la notifica si perfeziona, per il destinatario, con la spedizione della raccomandata informativa, anziché con il ricevimento della stessa o, comunque, decorsi dieci giorni dalla relativa spedizione. .

Mi par di capire che la notifica ( nel caso di mancato ricevimento da parte del destinatario ) si perfeziona dopo 10 giorni dalla spedizione della raccomandata fatta da un Ufficiale Giudiziario, in merito alle procedure del'art. 140 c.p.c.; resta da capire se questa situazione sia estensibile anche ad altri soggetti ( come i comuni cittadini )

 

Link della sentenza http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2010&numero=3

 

In attesa di capire se ci sia o meno estensibilità, è consigliabile fare i calcoli con i 30 giorni dell'avviso del postino + quelli necessari per il ritorno del plico nelle mani del mittente.

La sentenza n. 3 della Corte Costituzionale del 14-01-2010 ha stabilito l’illegittimità costituzionale dell’art. 140 cod. proc. civ., nella parte in cui prevede che la notifica si perfeziona, per il destinatario, con la spedizione della raccomandata informativa, anziché con il ricevimento della stessa o, comunque, decorsi dieci giorni dalla relativa spedizione. .

Mi par di capire che la notifica ( nel caso di mancato ricevimento da parte del destinatario ) si perfeziona dopo 10 giorni dalla spedizione della raccomandata fatta da un Ufficiale Giudiziario, in merito alle procedure del'art. 140 c.p.c.; resta da capire se questa situazione sia estensibile anche ad altri soggetti ( come i comuni cittadini )

 

Link della sentenza http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2010&numero=3

 

In attesa di capire se ci sia o meno estensibilità, è consigliabile fare i calcoli con i 30 giorni dell'avviso del postino + quelli necessari per il ritorno del plico nelle mani del mittente.

Chi riceve una comunicazione che secondo la sua conoscenza potrebbe essere illecita, e può impugnare, nessuno lo vieta, ovvero ognuno è libero di agire come meglio crede.
Chi riceve una comunicazione che secondo la sua conoscenza potrebbe essere illecita, e può impugnare, nessuno lo vieta, ovvero ognuno è libero di agire come meglio crede.

Senza alcuna ombra di dubbio; l'importante è mettere al corrente che possono esistere delle opzioni "A" e "B", che sorgono a causa dell'interpretabilità della norma. Sancire che la norma è intesa secondo l'opzione "A" piuttosto che con quella "B" spetta solo ad un Giudice.

La sentenza n. 3 della Corte Costituzionale del 14-01-2010 ha stabilito l’illegittimità costituzionale dell’art. 140 cod. proc. civ., nella parte in cui prevede che la notifica si perfeziona, per il destinatario, con la spedizione della raccomandata informativa, anziché con il ricevimento della stessa o, comunque, decorsi dieci giorni dalla relativa spedizione. .

Mi par di capire che la notifica ( nel caso di mancato ricevimento da parte del destinatario ) si perfeziona dopo 10 giorni dalla spedizione della raccomandata fatta da un Ufficiale Giudiziario, in merito alle procedure del'art. 140 c.p.c.; resta da capire se questa situazione sia estensibile anche ad altri soggetti ( come i comuni cittadini )

 

Link della sentenza http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2010&numero=3

 

In attesa di capire se ci sia o meno estensibilità, è consigliabile fare i calcoli con i 30 giorni dell'avviso del postino + quelli necessari per il ritorno del plico nelle mani del mittente.

La mia ignoranza mi spinge a chiedere se tale sentenza sia attinente nonchè applicabile al caso del topic in quanto l'art.140 cpc si riferisce alla notifica dell'ufficiale giudiziario nell'ambito di un procedimento giudiziale...

 

http://www.mondodiritto.it/normativa/codice-di-procedura-civile/art-140-codice-di-procedura-civile-irreperibilita-o-rifiuto-di-ricevere-la-copia.html

La mia ignoranza mi spinge a chiedere se tale sentenza sia attinente nonchè applicabile al caso del topic in quanto l'art.140 cpc si riferisce alla notifica dell'ufficiale giudiziario nell'ambito di un procedimento giudiziale...

 

http://www.mondodiritto.it/normativa/codice-di-procedura-civile/art-140-codice-di-procedura-civile-irreperibilita-o-rifiuto-di-ricevere-la-copia.html

Leggendo i post precedenti, avevo inteso che la notifica di una raccomandta si sarebbe potuta perfezionare entro 10 giorni dall'avviso di ritiro imbucato dal postino in una cassetta postale.

Ho postato la sentenza per trovare la fonte di quei "10 giorni", che si riferivano ad una azione di un Ufficiale Giudiziario, nell'ambito del procedimento dell'art. 140 c.p.c. Dato che l'oggetto di quel procedimento era una normale raccomandata AR ( spedita però da un Ufficiale Giudiziario ) io mi chiedevo, per il principio di estensibilità di cui godono le norme in generale, SE quei "10 giorni" si potessero a questo punto intendere anche per le normali raccomandate AR spedite dai comuni cittadini.

 

Personalmente ritengo di NO, tant'è che consigliavo di calcolare i canonici 30 giorni + quelli necessari per ritirare il plico da parte del mittente; magari qualcuno avrebbe potuto ribattere, citando una sentenza più recente che dicesse che quei 10 giorni si potevano estendere anche in altri ambiti.

 

Almeno fino al 7 Giugno 2013 pare che sia un NO! ( Ricerca fatta poco fa! ) 🙂

Senza alcuna ombra di dubbio; l'importante è mettere al corrente che possono esistere delle opzioni "A" e "B", che sorgono a causa dell'interpretabilità della norma. Sancire che la norma è intesa secondo l'opzione "A" piuttosto che con quella "B" spetta solo ad un Giudice.
Infatti le porte dl Tribunale sono aperte a tutti, affermare una sentenza preventivamente può esser facoltà di un veggente, sta di fatto che nel caso di notifica per l'assemblea si tiene conto dell'avvenuta consegna da parte del postino (e/o Pec o fax) per non parlare (non è questo il caso) dell'avvenuta consegna a mano con firma per ricevuta

Ovvero poco importa all'amministratore che convoca l'assemblea se un condomino si trova in quel momento al Polo Nord, oppure al Polo Sud o alle Maldive oppure in qualche isola del sud nel bel mezzo di qualche oceano a crogiolarsi al sole.

Saranno fatti del condomino il quale se riterrà di non essere stato convocato avrà la facoltà d'impugnare, ma sei proprio sicuro che questo avrà ragione?

allora ragazzi ho avuto la risposta definitiva sono andato al tribunale a parlare con un giudice allora qui non si parla ne di un atto ne di una multa ne qualcosa notificato da un ufficiale giudiziario ma si parla di una normalissima raccomandata semplice che ha in termini di giacenza giorni 30 come stabilito chi non e' presente all assemblea ha 30 giorni dal ricevimento del verbale per opporsi allora considerando che l amministratore per riavere indietro la ricevuta di ritorno della raccomandata deve aspettare che siano passati 30 giorni perche dopo 30 giorni dalla data che viene lasciato l'avviso resta in giacenza se non viene ritirata in quel termine ritorna indietro ed in quel momento l amministratore e' ok, quindi non esiste una notifica immediata o dopo 10 giorni o altro, se viene ritirata prima dei 30 giorni di giacenza da quel giorno partono i 30 giorni per l opposizione se il condomine non la ritira e ritorna indietro dopo 30 giorni di notifica per l amministratore e' lo stesso se no fino al 29 giorni il condomine puo aspettare.

Perchè non riapriamo questo Topic?

La cosa è molto interessante, ma purtroppo continuano ad esserci sentenze opposte per le raccomandate ordinarie:

possibilità di impugnare la delibera entro 30 giorni dall'avvenuta giacenza (cioè da quando il postino lascia l'avviso in cassetta) o possibilità di impugnare la delibera entro i 30 giorni dal ritiro presso l'ufficio postale.

Cosa succede se non viene ritirata entro i 30 giorni di avvenuta giacenza presso l'ufficio postale e torna indietro al mittente? Decorrono altri trenta giorni dal momento che arriva al mittente?

Dite la vostra. Cerchiamo di far luce sulla questione.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Perchè non riapriamo questo Topic?

La cosa è molto interessante, ma purtroppo continuano ad esserci sentenze opposte per le raccomandate ordinarie:

possibilità di impugnare la delibera entro 30 giorni dall'avvenuta giacenza (cioè da quando il postino lascia l'avviso in cassetta) o possibilità di impugnare la delibera entro i 30 giorni dal ritiro presso l'ufficio postale.

Cosa succede se non viene ritirata entro i 30 giorni di avvenuta giacenza presso l'ufficio postale e torna indietro al mittente? Decorrono altri trenta giorni dal momento che arriva al mittente?

Dite la vostra. Cerchiamo di far luce sulla questione.

Limitiamoci però solo alle raccomandate ordinarie con r.r. perchè per quanto riguarda gli atti giudiziari il procedimento è chiaro.

Un saluto

 

- - - Aggiornato - - -

 

Perchè non riapriamo questo Topic?

La cosa è molto interessante, ma purtroppo continuano ad esserci sentenze opposte per le raccomandate ordinarie:

possibilità di impugnare la delibera entro 30 giorni dall'avvenuta giacenza (cioè da quando il postino lascia l'avviso in cassetta) o possibilità di impugnare la delibera entro i 30 giorni dal ritiro presso l'ufficio postale.

Cosa succede se non viene ritirata entro i 30 giorni di avvenuta giacenza presso l'ufficio postale e torna indietro al mittente? Decorrono altri trenta giorni dal momento che arriva al mittente?

Dite la vostra. Cerchiamo di far luce sulla questione.

Limitiamoci però solo alle raccomandate ordinarie con r.r. perchè per quanto riguarda gli atti giudiziari il procedimento è chiaro.

Un saluto

 

- - - Aggiornato - - -

 

Perchè non riapriamo questo Topic?

La cosa è molto interessante, ma purtroppo continuano ad esserci sentenze opposte per le raccomandate ordinarie:

possibilità di impugnare la delibera entro 30 giorni dall'avvenuta giacenza (cioè da quando il postino lascia l'avviso in cassetta) o possibilità di impugnare la delibera entro i 30 giorni dal ritiro presso l'ufficio postale.

Cosa succede se non viene ritirata entro i 30 giorni di avvenuta giacenza presso l'ufficio postale e torna indietro al mittente? Decorrono altri trenta giorni dal momento che arriva al mittente?

Dite la vostra. Cerchiamo di far luce sulla questione.

Limitiamoci però solo alle raccomandate ordinarie con r.r. perchè per quanto riguarda gli atti giudiziari il procedimento è chiaro.

Un saluto

 

- - - Aggiornato - - -

 

Scusate tanto, non so dirvi quello che è successo ... è partito più volte lo stesso messaggio

sorry

Condominioweb non è solo forum ..., non fossilizzatevi riesumando scheletri del passato.

Finalmente anche la Cassazione ha seguito un filo logico.

 

Giacenza del verbale d'assemblea e termini di impugnazione, dietrofront della Cassazione

 

19/12/2016

 

Fonte /avviso-di-giacenza-del-verbale-di-assemblea-condominiale.13292#ixzz4XFphYHqUhttps://www.condominioweb.com/avviso-di-giacenza-del-verbale-di-assemblea-condominiale.13292#ixzz4XFphYHqU

https://www.condominioweb.com

×