Vai al contenuto
tonghua

Impugnazione delibera assembleare per costi di riscaldamento

Buongiorno a tutti,

vi espongo il mio caso molto complesso che già ha portato alla revoca giudiziaria dell' amministratore, sentenza 1781/2014 tribunale di trento, alla quale ha fatto ricorso.

Il contesto in cui questo si svolge è un condominio dove il costruttore abita ed ha con appartamenti invenduti anche la maggioranza dei millesimi e l' amministratore cela agli altri condomini documenti ( abusi edilizi e altro ), che mi sono procurato da enti ufficiali tramite esposti.

 

Nel bilancio consuntivo 2012/2013, sono stato l' unico a votare NO all' approvazione di questo bilancio per spese non dovute e per gli eccessivi costi di riscaldamento addebitati. I punti fondamentali sono 2 :

 

1. una spesa addebita 2 volte al condominio per risolvere un abuso edilizio

2. consumo eccessivo a fronte di una certificazione energetica rilasciata in fase di rogito.

 

Ci sono stati 2 incontri di mediazione all' OMF che hanno portato esito negativo, nei quali l' amministratore si è presentato in entrambi senza aver messo a conoscenza i condomini, violando l' art. 71 quater Disp. Att c.c. che comunque hanno fatto correggere l' errore di ripartizione spese da parte dell' amministratore, quando ho messo al corrente i condomini del fallimento dei 2 incontri di mediazione.

 

Il secondo punto quello più spinoso e oneroso, vede la mia contestazione, sulla base di una perizia da me effettuata, che dice che secondo la certificazione rilasciata ho un esubero di spesa del 172% rispetto a quanto previsto, che corrisponde ad un esborso di 750 euro anno in più. Inoltre io e altri condomini abbiamo lamentato più volte problematiche di ritardo acqua calda e altro. Premetto che il costruttore a preso una seconda sanzione pecuniaria per la mancanza dei documenti in comune, che riportavano addirittura altro impianto da quello installato. L' amministratore ha fatto sempre gestire al costruttore dicendo ch interventi sono stati fatti, mai documentati tecnicamente come il regolamento condominiale richeide.

 

Il passo successivo è stato portare il condominio in tribunale, assistito da un legale, davanti giudice di pace che si è riservato di pronunciarsi con separata ordinanza, anche sotto il profilo della propria competenza a istruire il contenzioso. Ho anche chiesto al tribunale la nomina del CPU per avvalorare o meno quanto emerso dalla mia perizia.

 

Qualcuno sa indicarmi sentenze analoche di cassazione, in quanto la difesa dice che non posso sostenere l' illegittimità della delibera citando una veccchia sentenza cass 4806/2005 che ritengo superata da altre.

 

Altra domanda se qualcuno sa dirmi se è competenza del giudice di pace o meno e se ci sono altre sentenza in merito ai costi di riscaldamento.

 

Grazie

....

Qualcuno sa indicarmi sentenze analoche di cassazione, in quanto la difesa dice che non posso sostenere l' illegittimità della delibera citando una veccchia sentenza cass 4806/2005 che ritengo superata da altre.

Grazie

Io proverei a verificare queste:

Cassazione 6/4/2009 numero 8231.

Cassazione 14/1/2009 numero 747.

Grazie Brunata,

cercavo anche sentenze che riguardino la contestazione delle spese di riscaldamento, senza esserci il distacco.

×