Vai al contenuto
minnianto

Impugnazione delibera assembleare - come limite massimo quello di 3 deleghe alla stessa persona e nel verbale assembleare

Buonasera a tutti,

 

avrei un quesito da porvi. Se il regolamento condominiale impone come limite massimo quello di 3 deleghe alla stessa persona e nel verbale assembleare si evince che una persona ne ha ricevute ben 6 è possibile impugnare la delibera stessa?

 

Grazie a tutti.

si, può essere impugnata nel limite di 30 giorni dalla data della delibera per i condomini presenti in assemblea, a condizione che abbiamo verbalizzato il proprio dissenso, oppure dai condomini assenti entro 30 giorni dal ricevimento del verbale

Buonasera a tutti,

 

avrei un quesito da porvi. Se il regolamento condominiale impone come limite massimo quello di 3 deleghe alla stessa persona e nel verbale assembleare si evince che una persona ne ha ricevute ben 6 è possibile impugnare la delibera stessa?

 

Grazie a tutti.

Consiglierei di valutare una eventuale impugnazione, nel senso che se quei tre voti in più non sono stati determinanti all'approvazione delle delibere non vale la pena di impugnare in quanto anche senza i tre voti le delibere passavano ugualmente.
Consiglierei di valutare una eventuale impugnazione, nel senso che se quei tre voti in più sono non stati determinanti all'approvazione delle delibere non vale la pena di impugnare in quanto anche senza i tre voti le delibere passavano ugualmente.

sono pienamente d'accordo

Consiglierei di valutare una eventuale impugnazione, nel senso che se quei tre voti in più non sono stati determinanti all'approvazione delle delibere non vale la pena di impugnare in quanto anche senza i tre voti le delibere passavano ugualmente.

Grazie a tutti per le risposte.

 

In realtà sono 4 le deleghe in più perché ad un altro condomino ne sono state attribuite 4 (al posto di 3).

 

A dover essere tolte dal conteggio sono tutte le deleghe o solo le 4 in più? Lo chiedo perché se venissero tolte tutte non si raggiungerebbe il quorum costitutivo dell'assemblea per la nomina dell'amministratore.

 

Grazie.

Grazie a tutti per le risposte.

 

In realtà sono 4 le deleghe in più perché ad un altro condomino ne sono state attribuite 4 (al posto di 3).

 

A dover essere tolte dal conteggio sono tutte le deleghe o solo le 4 in più? Lo chiedo perché se venissero tolte tutte non si raggiungerebbe il quorum costitutivo dell'assemblea per la nomina dell'amministratore.

 

Grazie.

non dovresti considerare le 4 deleghe in più, in pratica quelle non previste dal regolamento

e chi decide il criterio di esclusione delle deleghe in sovrannumero ?

era soltanto per fare una valutazione in base al post 3

e chi decide il criterio di esclusione delle deleghe in sovrannumero ?
era soltanto per fare una valutazione in base al post 3

Credo che peppe64 intendesse quali di quelle 4 vanno escluse. C'è, ad esempio, una delega che da sola vale quasi 100 millesimi mentre un'altra solo 11. Quale delle due deve essere esclusa dal quorum costitutivo?

Credo che peppe64 intendesse quali di quelle 4 vanno escluse. C'è, ad esempio, una delega che da sola vale quasi 100 millesimi mentre un'altra solo 11. Quale delle due deve essere esclusa dal quorum costitutivo?
Secondo il mio parere le deleghe dovrebbero essere eliminate con ordine di consegna al delegato, ovvero quelle ultime, e tenere valide le prime tre.
Credo che peppe64 intendesse quali di quelle 4 vanno escluse. C'è, ad esempio, una delega che da sola vale quasi 100 millesimi mentre un'altra solo 11. Quale delle due deve essere esclusa dal quorum costitutivo?

a titolo cautelativo, sempre in riferimento al post 3, andrebbero eliminate quelle che rappresentano maggiori millesimi.

Ritengo che, come da norma del RdC, in prima battuta sarebbe dovuto esser compito del presidente dell'assemblea far notare ad ogni delegato che era portatore di deleghe in eccesso. In seconda battuta, ogni singolo delegato avrebbe dovuto obbligatoriamente indicare al presidente quali erano le tre deleghe da ritenersi valide. In fondo il rapporto delegante-delegato è un rapporto sul quale nessuno può sindacare.

 

Non è successo nulla di tutto questo, l'assemblea si è svolta senza alcuna contestazione al riguardo: se nessuno impugna il verbale per la parte che interessa, , è e rimarrà tutto regolarmente approvato/deliberato.

Non è successo nulla di tutto questo, l'assemblea si è svolta senza alcuna contestazione al riguardo: se nessuno impugna il verbale per la parte che interessa, , è e rimarrà tutto regolarmente approvato/deliberato.
Concordo :thumbup:
Ritengo che, come da norma del RdC, in prima battuta sarebbe dovuto esser compito del presidente dell'assemblea far notare ad ogni delegato che era portatore di deleghe in eccesso. In seconda battuta, ogni singolo delegato avrebbe dovuto obbligatoriamente indicare al presidente quali erano le tre deleghe da ritenersi valide. In fondo il rapporto delegante-delegato è un rapporto sul quale nessuno può sindacare.

 

Non è successo nulla di tutto questo, l'assemblea si è svolta senza alcuna contestazione al riguardo: se nessuno impugna il verbale per la parte che interessa, , è e rimarrà tutto regolarmente approvato/deliberato.

Buonasera,

 

ringrazio tutti per i preziosissimi contributi e mi scuso per la risposta tardiva.

 

Spiego meglio la situazione; mi trovo ad essere nella posizione di condomino non presente all'assemblea (quindi ancora in tempo per una eventuale impugnazione). Nel corso di tale assemblea è stato sostanzialmente approvato il bilancio (consuntivo e preventivo) e nominato (o meglio confermato) l'amministratore. Per effetto della nomina l'amministratore ha annunciato a breve un'assemblea straordinaria per avviare una gestione straordinaria (sostituzione completa dell'ascensore). Dato che sono contrario a tale intervento volevo impedire la nomina dell'amministratore.

 

Potrebbe essere possibile tutto ciò?

Buonasera,

 

ringrazio tutti per i preziosissimi contributi e mi scuso per la risposta tardiva.

 

Spiego meglio la situazione; mi trovo ad essere nella posizione di condomino non presente all'assemblea (quindi ancora in tempo per una eventuale impugnazione). Nel corso di tale assemblea è stato sostanzialmente approvato il bilancio (consuntivo e preventivo) e nominato (o meglio confermato) l'amministratore. Per effetto della nomina l'amministratore ha annunciato a breve un'assemblea straordinaria per avviare una gestione straordinaria (sostituzione completa dell'ascensore). Dato che sono contrario a tale intervento volevo impedire la nomina dell'amministratore.

 

Potrebbe essere possibile tutto ciò?

ma l'ascensore ha necessità di revisione/sostituzione o pensi che sia una ripicca/forzatura dell'amministratore ?

dico questo perchè non capisco bene il significato " ... Per effetto della nomina l'amministratore ha annunciato a breve un'assemblea straordinaria per avviare una gestione straordinaria (sostituzione completa dell'ascensore) ... "

ne discuterete in assemblea ed ognuno porterà la propria tesi.

se tu non vuoi sostenere questra spesa straordinaria dovrai essere convincente verso i presenti affinchè questa proposta non passi, altrimenti dovrai sottostare alla maggioranza favorevole.

Devi controllare la votazione della riconferma dell'amministratore.

Se sottraendo le deleghe in eccesso (ma quali ?) la riconferma dell'amministratore non raggiunge i 500 millesimi, detta riconferma è impugnabile.

 

Però, ti chiedo: a qual pro ?!

Ammettiamo che tu impugni e vinci: L'amministratore non è riconfermato, ma rimane comunque in carica in proprogatio imperii con pieni poteri.

Cioè per te non cambia niente: quell'amministratore continua ad esercitare il mandato.

ma l'ascensore ha necessità di revisione/sostituzione o pensi che sia una ripicca/forzatura dell'amministratore ?

dico questo perchè non capisco bene il significato " ... Per effetto della nomina l'amministratore ha annunciato a breve un'assemblea straordinaria per avviare una gestione straordinaria (sostituzione completa dell'ascensore) ... "

ne discuterete in assemblea ed ognuno porterà la propria tesi.

se tu non vuoi sostenere questra spesa straordinaria dovrai essere convincente verso i presenti affinchè questa proposta non passi, altrimenti dovrai sottostare alla maggioranza favorevole.

Ci sono stati giri strani negli ultimi anni in quel condominio tra i quali preventivi gonfiati del 40/50% rispetto ai prezzi di mercato. Ho perso totalmente fiducia nell'amministratore e sono convinto che chi continui a sostenerlo riceva in cambio qualcosa.

 

Devi controllare la votazione della riconferma dell'amministratore.

Se sottraendo le deleghe in eccesso (ma quali ?) la riconferma dell'amministratore non raggiunge i 500 millesimi, detta riconferma è impugnabile.

 

Però, ti chiedo: a qual pro ?!

Ammettiamo che tu impugni e vinci: L'amministratore non è riconfermato, ma rimane comunque in carica in proprogatio imperii con pieni poteri.

Cioè per te non cambia niente: quell'amministratore continua ad esercitare il mandato.

In prorogatio però non potrebbe avviare gestioni straordinarie, giusto? Dovrebbe limitarsi all'ordinaria amministrazione?

No, è ormai assodato che in prorogatio l'amministratore conserva pieni poteri.

Che poi voglia tirarsi indietro o disinteressarsi per qualche manutenzione, resta una sua libera scelta; ma non sembra il caso del tuo amministratore interventista.

 

Se veramente vuoi metterlo fuori gioco, dovrai lavorare e persuadere molti tuoi co-condòmini per raggiungere i 500 millesimi utili a revocarlo con contestuale nomina del suo successore.

×