Vai al contenuto
carabina

Immobile con destinazione ufficio.

Mi capita in famiglia che, un appartamento, la cui licenza edilizia lo dichiara ufficio è stato accatastato come alloggio residenziale.

La società esecutrice del fabbricato è stata dichiarata fallita, il ctu nominato dal Giudice lo ha ritenuto come A2 avendo il curatore del fallimento richiesto la revocatoria e l'acquisizione al fallimento dell'immobile.

Il Tribunale ha ritenuto che l'atto notarile ha data inferiore ai due anni del fallimento e che il prezzo pagato riportato sul rogito è inferiore a quello di mercato.

I fatti dell'acquisto risalgono ad alcuni anni addietro.

In questo caso, considerato che la licenza edilizia lo considera ufficio, può essere venduto come alloggio residenziale?

se il CTU ha espletato le pratiche edilizie e catastali x il cambio di destinazione da ufficio ad abitazione, SI.

 

saluti

 

Giuseppina

Il CTU non ha fatto nessuna pratica per il cambio di destinazione d'uso e sembra che il comune non accetti queste modifiche perchè il regolamento edilizio prevede a piano terra solo uffici. Se così è dovranno vendere l'immobile come ufficio?

×