Vai al contenuto
mboy74

Il mio padrone di casa si lamenta del mio comportamento !!!!!!!

Buongiorno .

provo ad esporre in breve il mio problema .

Abito in un alloggio da 15 anni circa.

Il mio padrone di casa abita di fianco a me .

Appena ho affittato abbiamo stipulato un contratto che poi mi ha chiesto di non registrare ( io ho accettato per non avere aumenti sull'affitto ) .

I rapporti si sono sempre mantenuti buoni.

Ho sempre pagato puntualmente l'affitto e le spese.

Il contatore dell'acqua è in comune e ci dividiamo la spesa.

Non è un condomino .

Sopra di me non abita nessuno . Vi è il tetto.

L' edificio è vecchio ed è stato ristrutturato col minimo investimento .

Il proprietario è uno di quelli che si crede un faccio tutto io .

Siamo io , mia moglie e mio figlio .

La casa è a due piani . Lui lo ha diviso creando 2 alloggi .

Al piano di sopra ci sono io e il piano di sotto è stato ristrutturato in seguito.

Per alcuni anni al piano di sotto non ha abitato nessuno .

L'isolamento termico e acustico e al limite dello scandalo .

Sotto di me si sono susseguiti vari inquilini .

L'ultimo ha fatto passare a me e al proprietario diversi problemi .

Hanno avuto i loro cavoli con avvocati e via dicendo perché non pagava l'affitto e ha causato diversi danni nell'alloggio ( vetri rotti e porte divelte ).

Mi dispiace per il padrone di casa ma sono stati problemi suoi .

E' riuscito alla fine a mandarlo via ed ora sotto di me abita il figlio .

Tengo a precisare che come è strutturato l'alloggio siamo praticamente coinquilini .

Ci separa la mia porta di ingresso a scomparsa nel muro (porta sottile con due dita di spazio dal pavimento ) la scala interna che porta al suo alloggio e la sua porta di ingresso che è una normale porta da interno.

Lui entra dal lato del suo cortile , io dal lato strada .

Siamo una famiglia normale è tranquilla .

Il figlio della proprietaria si lamenta con la madre dei rumori che facciamo .

Preciso che parliamo dei rumori della vita quotidiana .

Il cassetto che si apre , la porta che si chiude , l'acqua che scorre quando si lavano i piatti , lo sciacquone del water , la lavatrice che è in funzione , la tv a volume normalissimo . Il telefono che squilla ecc....

Si sente tutto e io sono perfettamente d'accordo con lui .

La domenica una volte viene a pranzo o a cena i miei cognati che hanno una bimba di 4 anni molto vivace che cerchiamo di tenere a bada . A volte vengono i miei , a volte i miei suoceri , a volte amici.

Insomma una vita normale .

A volte quando faccio il secondo turno sto sul divano a parlare con mia moglie ( parlare no gridare ) Magari anche fino a mezzanotte.

Poi vado a letto . Mio figlio fa le medie e a quell'ora è già a dormire .

Ho pagato per più di dieci anni in nero . Poi mi chiedeva l'istat lo stesso e quindi tre anni fa abbiamo registrato il contratto .

90 euro glieli do ancora in nero.

Abbiamo avuto diverse CIVILI discussioni ma adesso cominciano ad esagerare dichiarando anche cose non vere come per esempio la moglie del padrone di casa lamenta di non dormire da mesi e che il figlio la domenica è costretto ad andarsene per la disperazione .

Sentito queste ultime cose ho deciso di interrompere i rapporti.

Gli ho detto che se non mi sopporta di non rinnovarmi il contratto.

Il contratto è un quattro più quattro .

Ne sono passati 2 e mezzo dei primi quattro.

Non voglio fare la carogna che non sono e creare problemi per i soldi in nero che ha preso per tutti sti anni ma ho anche deciso che da adesso alla fine del contratto i 90 euro in nero non glieli do più e pagherò solo quello dichiarato sul contratto.

Ora chiedo a voi . A cosa vado incontro ?

ciao

a nulla, anzi sei generoso visto che potresti contestargli la novazione del contratto di fatto preesistente.

Viste le problematiche, perchè non ti trovi un altro appartamento. In questo periodo dovrebbe essere semplice e anche trovare condizioni più vantaggiose.

Direi solo al fatto che non ti parlerà più o proverà a farti dei dispetti.

Legalmente non sei tenuto a dargli del nero.

Grazie . Le vostre risposte mi tranquillizzano . Ora vedremo lui come la prende quando entro il 5 settembre , come sempre puntuale gli consegnerò i soldi dell ' affitto a mano . Lui mi rilascia una ricevuta azzurra firmata ma senza bollo . Che faccio se si rifiuta di prendere i soldi o darmi la ricevuta col fine di farmi diventare moroso? Io ho intenzione di chiedergli gli estremi per fare il bonifico bancario , ma se lui si rifiuta?

Meglio se prendo un libretto e glielo pago con assegno ?

ciao

a nulla, anzi sei generoso visto che potresti contestargli la novazione del contratto di fatto preesistente.

Viste le problematiche, perchè non ti trovi un altro appartamento. In questo periodo dovrebbe essere semplice e anche trovare condizioni più vantaggiose.

Sig. Camillo . Vorrei gentilmente un suo parere riguardo il mio caso.

Oggi ho pagato l' affitto al proprietario.

Non gli corrispondo più il nero e gli ho comunicato la mia intenzione di abbandonare l'alloggio alla scadenza dei primi 4 anni . Gli ho anche detto che non è mia intenzione creare problemi per i 10 anni che ho pagato in nero.

Mi ha detto che per lui me ne posso andare anche domani e di liberare il garage entro fine mese che sul contratto non è dichiarato .

Poi mi ha detto di fare quello che voglio che tanto lui ha altri alloggi e a simili diatribe è abituato .

Io non voglio fare nessun dispetto però io gli dico che non gli voglio contestare nulla dei 10 anni passati e lui mi leva il garage . Lui ne ha il diritto ma io che diritti ho ???

Le garantisco che potessi andarmene lo farei domani . Ma economicamente non ne ho la possibilitå ( le cauzioni anticipate , la parcella di agenzia , il trasloco ecc.. ) . Al momento non mi è possibile . Io volevo organizzarmi mettendo da parte i 90 euro del nero sino a fine contratto .

Mi ha detto che se gli creo dei problemi difficilmente qualcuno in paese mi affitterá un altro alloggio . Mi dá un consiglio ?

×