Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
LalySax

Il mio gatto gira sul tetto condominiale

Buongiorno,

 

ho visto che discussioni gatti/condomini ce ne sono state parecchie... Spero di non ripetermi, nel caso, chiedo scusa anticipatamente.

 

Sei anni fa abbiamo acquistato una mansarda con due terrazzi da una coppia che aveva due gatti. La mansarda di fronte alla nostra, con la quale naturalmente condividiamo il tetto, all'epoca era semplicemente adibita a solaio, per cui per la proprietaria la presenza di gatti non era un problema, anzi, ne era felice perché i gatti distruggono i nidi che, a detta sua, pregiudicano la stabilità delle tegole. Meglio cosi.

 

Felicissimi, acquistiamo la nostra prima casa! L'abbia scelta proprio perché il nostro micio, sterilizzato e vaccinato, avesse spazio esterno dove scorrazzare.

 

Circa tre anni fa, la proprietaria della mansarda di fronte decide di sgoberarla e di affittarla. Da allora si sono susseguiti tre inquilini, che hanno si' avuto da ridire perché ogni tanto il gatto andava far loro visita, ma si sono dimostrati tolleranti visto che il micio è molto buono e affettuoso, e alla fine se ne sono innamorati un po' anche loro. Quest'estate è arrivata la quarta inquilina (specifico che questo turn over è dovuto dall'isolamento e dal riscaldamento indeguato della mansarda, e non al nostro gatto), che ha una micia a sua volta, ma che ha abituato a stare chiusa in casa. Il primissimo giorno in cui è arrivata, è venuta a suonare alla nostra porta, dicendo che il gatto le era entrato in casa e a lei dava fastidio, e di prendere provvedimenti. Le ho fatto fare il giro di casa nostra mostrandole come da entrambi i terrazzi il gatto abbia facile accesso al tetto e che avremmo cercato di trovare la soluzione, anche se l'unica vera soluzione sarebbe chiuderlo in casa, e dopo sei anni che gira indisturbato, mi sembrava una violenza. Anche lei non voleva assolutamente che lo rinchiudessi, per cui abbiamo cercato di fare attenzione che il gatto non entrasse, e lei ha applicato delle reti alle sue finestre. Il gatto pero' ha trovato il modo di aprirsi un varco, dunque è ritornata, suonando alla porta e svegliando mio figlio di tre anni e la mia figlioccia di due e mezza durante il riposino, esponendo il problema. Dopo averle chiesto di bussare e non suonare, visto che abbiamo un bambino piccolo, abbiamo fatto in modo, da allora, che il gatto uscisse di casa solo in nostra presenza o solo quando le finestre di casa sua sono chiuse, in modo che giri sul tetto senza sconfinare in casa sua. Nel frattempo abbiamo contattato un artigiano perché trovasse una soluzione per retificare il terrazzo principale (abbiamo passato un'estate da reclusi, praticamente, potendo godere del terrazzo davvero in pochi momenti e chidendo il gatto in camera da letto, dstruggendoci la porta). Stiamo ancora aspettando una proposta dell'artigiano, in quanto la questione è complicata e deve anche valutare i materiali, oltre a COME impostare la recinzione. Abbiamo quindi continuato a chiudere il gatto in nostra assenza e a sorvegliarlo il più possibile. Ora siamo in autunno inoltrato e le finestre sono quasi sempre chiuse, dunque lasciamo il mio gatto più libero di girare, dal momento che non ha possiblità di invadere la casa della vicina. Ieri sera alle ore 22h30, scampanella a casa nostra, svegliando il bambino, dicendo che il gatto la notte precedente l'ha svegliata perché miagolava sul tetto. Questa volta non ho mantenuto la calma come le altre volte e le ho risposto per le rime, dandole dell'intollerante e della maleducata a suonare a quell'ora a casa di gente con un figlio piccolo, che infatti aveva svegliato. Le ho chiesto quante volte il gatto avesse miagolato sul tetto dandole disturbo, e lei mi ha risposto soltanto una volta, la notte scorsa. Ora ci siamo veramente scocciati, noi stiamo facendo il massimo per limitare il diturbo, ma parliamo di un GATTO, che è sempre stato libero, e che già rispetto a prima limitiamo notevolmente. Io chiedo solo un po' più di tolleranza, e che oltre alle retine che ha messo all'inizio, ci metta un po' di buona volontà a capire quanto ci stia influenzando la vita, e cercare venirci incontro e trovare un compromesso. Oggi stesso attiveremo un'assicurazione sul gatto, nel caso lei lamenti eventuali danni futuri (la discussione è finita a male parole, ieri sera).

 

Questo romanzo per chiedere: è vero che il gatto ha libero accesso alle aree condominiali, dunque finché resta sul tetto lei non puo' fiatare? I proprietari hanno uguali diritti rispetto agli affittuari (siamo un condominio di 8 appartamenti, 7 di proprietà e lei, l'unica in affitto, arrivata quest'estate)?

 

Grazie mille e accetto suggerimenti per come dirimere la questione.

 

Saluti,

Laura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La ringrazio, ora mi leggo tutto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quelli che pensano si possa "controllare" un animale domestico come un gatto quand'è libero di uscire sono persone davvero frustrate che probabilmente non hanno mai avuto contatto con un felino nemmeno da distante.

Io ho una gattina che scorazza libera e qualche vicino mi ha fatto presente entra in casa.....ma io che ci posso fare? Legarla???

 

W i gatti 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sarà, FORCE24!

anche io ho un gatto, ma non lo faccio scorrazzare né sul tetto né sul cornicione (ho messo delle reti).

L'ultima volta l'ho cercato per due ore, temendo fosse finito dentro l'asciugatrice (dunque gatto al vapore). Alla fine era dal vicino, passato dal balcone.

 

A prescindere dal quadrupede preferito, questo non deve arrecare molestie o nuocere ad altri... considera che il gatto può entrare in una casa di persone allergiche, paurose, etc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

finalmente una risposta sensata e rispettosa della "diversità", non tutti amiamo animali in casa, come non tutti amiamo fumare,ma facciamo in modo che una parte non debba prevaricare l'altra...

quindi chi ama gli animali da compagnia, se li tenga in casa per compagnia, non debbono imporre la loro compagnia a chi ha fatto scelte diverse... eh,dài, sù...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In molti il concetto del gatto che fa il gatto e non si può controllare lo applicano anche ai figli:rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si invitano gli utenti a non aprire vecchie discussioni.

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E perché invece si devono sopportare quelli che ti sbattono la tovaglia in giardino con stuzzicadenti, pezzi di pane, gusci di noci, bucce di mandarino??????? anche questo mi infastidisce e mi schifa dover pulire la schifezza altrui, dunque perché chi ha un animale deve sopportare che gli altri perfetti vicini facciano i loro comodi????e non mi si venga a dire che basta dirlo all'amministratore perché mi faccio una risata

 

- - - Aggiornato - - -

 

Bravo problema centrato in pieno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quelli che pensano si possa "controllare" un animale domestico come un gatto quand'è libero di uscire sono persone davvero frustrate che probabilmente non hanno mai avuto contatto con un felino nemmeno da distante.

Io ho una gattina che scorazza libera e qualche vicino mi ha fatto presente entra in casa.....ma io che ci posso fare? Legarla???

 

W i gatti 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×