Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
donatone

Il conduttore non paga l'acqua, chi paga ?

Ho affittato un appartamento, e il conduttore non paga le bollette dell'acqua che la società di lettura contatori emette, penso che la fornitura acqua funzioni così : tubo unico di servizio al condominio, subcontatore nelle singole abitazioni che viene letto, emissione bollette

 

chi fornisce l'acqua può minaciare di staccare l'acqua allo stabile se il mio conduttore non paga ?

il rapporto diretto è tra conduttore e società fornitrice dell'acqua, oppure è da intendersi un spesa condominiale e quindi devo pagare io proprietario ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ho affittato un appartamento, e il conduttore non paga le bollette dell'acqua che la società di lettura contatori emette, penso che la fornitura acqua funzioni così : tubo unico di servizio al condominio, subcontatore nelle singole abitazioni che viene letto, emissione bollette

 

chi fornisce l'acqua può minaciare di staccare l'acqua allo stabile se il mio conduttore non paga ?

il rapporto diretto è tra conduttore e società fornitrice dell'acqua, oppure è da intendersi un spesa condominiale e quindi devo pagare io proprietario ?

Se c'è un contatore generale ed un contratto tra condominio ed Ente fornitore, i subcontatori nelle singole abitazioni servono solo a ripartire i consumi tra i singoli condòmini.

 

Il rapporto è tra Ente erogatore e condominio.

E' una spesa condominiale quindi al condominio ne risponde sempre il condòmino/proprietario.

Il rapporto proprietario/inquilino non interessa al condominio.

Nel caso specifico ti tocca pagare altrimenti l'amministratore potrebbe anche farti decreto ingiuntivo.

Sei tu che devi rivalerti sul tuo conduttore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Concordo con Leonardo. Fai conto che l'omesso pagamento degli oneri condominiali dovuti alla lunga (cioè quando il debito per spese condominiali è pari a due mensilità di canone) può portare alla risoluzione del contratto di locazione e quindi allo sfratto (vedi legge n. 392/78).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
penso che la fornitura acqua funzioni così :

tubo unico di servizio al condominio, subcontatore nelle singole abitazioni che viene letto,

emissione bollette

Direi di no, come già ti ha detto chi ha scritto le precedenti risposte.

O per lo meno, pare molto strano che sia come lo hai descritto.

Però tu come proprietrio dovresti ben sapere come funziona la fornitura dell'acqua di un appartamento di cui sei il proprietario. Forse se ne interessava una Agenzia immobiliare, o forse un tuo parente.

Ad ogni buon conto gli scenari più probabili potrebbero essere due:

 

Unico contatore ufficiale vero e proprio dal quale scaturisce una unica bolletta ufficiale emessa dall'ente di Fornitura.

Poi la spesa viene ripartita dal vostro amministratore del condominio, suddividendola tra i vari appartamenti con metodi variabili da caso a caso. Il metodo migliore è che ci siano dei piccoli subcontatori all'interno di ogni appartamento, ma che non sono ufficiali e dai quali non scaturisce nessuna Bolletta, ma solo la divisione calcolata con la calcolatrice dal vostro amministratore.

 

Oppure ci sono tanti contatori ufficiali uno per ciascun appartamento, che vengono letti ognuno dall'ente di Fornitura (come avviene per Enel) da cui scaturiscono tante bollette uficiali, una ciascuno (come avviene per la luce), l'amministratore non se ne occupa.

 

La tua descrizione dei fatti sarebbe come una somma delle due casistiche, altamente improbabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La tua descrizione dei fatti sarebbe come una somma delle due casistiche, altamente improbabile.

Beh, forse non ha descritto in modo perfetto ma appare proprio trattarsi dl primo caso da te descritto e cioè:

- L'Ente fornitore esegue la lettura al contatore generale ed emette la fattura del consumo totale del condominio.

 

- L'amministratore esegue le letture (o le fa eseguire da agenzie private di lettura contatori) dei singoli subcontatori installati negli appartamenti, emette (o fa emettere) le bollette indicanti i consumi personali; incassa le bollette personali e paga l'unica fattura all'Ente fornitore.

 

Sarebbe inverosimile un contatore dell'Ente nel singolo appartamento, a valle di un tubo condominiale che porta l'acqua ai piani (colonna montante) ed eventuale autoclave e serbatoio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sarebbe inverosimile un contatore dell'Ente nel singolo appartamento,

a valle di un tubo condominiale che porta l'acqua ai piani (colonna montante)

Penso anche io che non ci sia (o che sia altamente improbabile) la presenza di una colonna montante condomiiale, e poi a seguire tanti contatori ufficiali di Fatturazione da parte dell'Ente di Fornitura,

ma a titolo di esercizio, devo dire che se leggo il manuale utente del Regolamento del mio acquedotto, e spulciando tra le varie disparate possibilità, in effetti potrebbe essere prevista (almeno sul piano teorico) una configurazione del genere.

Anzi nel disegnino che allego, ci sarebbe previsto la presenza sia di un primo grande contatore condominiale, che anche poi a seguire tanti più piccoli contatori ufficiali dell'Ente (colore rosso), ma non ne capisco l'utilità. Parrebe fors più un esercizio di stile teorico, che non una concreta reale possibilità pratica.

utenzeDivisionaliSingoleCondominiali_.jpg

 

P.S. anche ri-leggendo la descrizione originale ell'O.P. non ci trovo scritto da nesuna parte che i contatorini siano dentro all'inetrno dei singoli appartamenti. Potrebbero benissimo essere tutti quanti al piano stradale, almeno per come ha scritto nel messaggio originario.

Possiamo solo tirare ad indovinare.

 

P.S.2: nel descrivere la eventuale ripartizione fatta dall'amministratore della spesa di una sola singola grande fattura ufficiale comulativa condominiale, nel suddividerla facendo la divisione in piccoli importi per ciascun appartamento, avevo volutamente evitato di usare il termine "bolletta", proprio per evitare il possibile fraintendimento lessicale con la parola "fattura" che sarebbe il documento ufficiale emesso dall'Ente di Fornitura dell'acqua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A me è successa una cosa strana. Contatore condominiale e sub contatori per ogni appartamento. l'amministratore faceva eseguire le letture annualmente e divideva la spesa in base ai consumi di ogni condomino. Leggendo il resoconto annuale ci siamo accorti che famiglie di 4 persone consumavano meno di famiglie composte da una sola persona.Rifiutandoci di pensare che fossero degli sporcaccioni abbiamo fatto fare delle verifiche ed abbiamo scoperto che alcuni contatori erano bloccati dai residui sabbiosi accumulatisi in anni di lavoro.e quindi l'acqua passava ma il contatore girava molto più lentamente del dovuto. Alla fine abbiamo dovuto sostituire tutti i contatori. Ma la domanda è : Ogni quanto si dovrebbe fare una verifica/pulizia dei sub contatori ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... Ma la domanda è : Ogni quanto si dovrebbe fare una verifica/pulizia dei sub contatori ?

La risposta è:

- anche mai se tutto fila liscio:

- anche sempre se si riscontrano anomalie 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×