Vai al contenuto
interior

I consiglieri possono dare appropriazione richiesta del custode anticipo liquidazione?

Il nostro custode, assunto da 2 anni e 9 mesi, ha già richiesto 2 volte un anticipo sulla liquidazione.

il contratto portinai prevede che l'anticipo sulla liquidazione può essere dato dopo 8 anni dall'assunzione e per motivi importanti quali, l'acquisto di una casa o spese mediche.

L'amministratore, su richiesta del custode, ha chiesto ai consiglieri se poteva essere dato l'anticipo sulla liquidazione e questo è accaduto già 2 volte in 2 anni.

I consiglieri hanno dato approvazione senza che gli altri condomini ne sapessero nulla (io l'ho visto sul consuntivo appena arrivato e quello dell'anno precedente).

Compito dei consiglieri in merito?

Compito dell'amministratore in merito?

 

grazie per le eventuali risposte

Ne l'amministratore ne i consiglieri hanno poteri decisionali per quelli che hai descritto, che devono essere approvati dall'assemblea condominiale, per cui quella decisione è assolutamente nulla, se lo desideri senti un legale e con ricorso al Giudice il quale direi con assoluta sicurezza deciderà l'assoluta nullità.

Grazie.

Ormai al custode sono stati dati entrambi gli anticipi richiesti senza alcuna assemblea e quindi senza approvazione dei condomini

Prossima Assemblea fra pochi giorni cosa posso dire in merito?

Innanzitutto come già hai anticipato che non è legale.

Poi sia l'amministratore che i consiglieri,non hanno arbitrariamente potere decisionale,perciò dissenti da tale decisione.

Quindi tocca a te che tipo di decisione vuoi intraprendere.

Ancora grazie giglio2.

 

Ieri ho telefonato all'amministratore per questo motivo e mi ha risposto che i consiglieri hanno dato l'ok e che comunque quei soldi anticipati (della liquidazione) sono soldi del custode.

 

Come si fa a ragionare con un amministratore che non si attiene alle leggi, ai regolamenti?

 

Abbiamo provato a mandarlo via ma i millesimi non sono stati sufficienti.

 

Devo prendere il coraggio di parlare di questo e molto altro in assemblea......

 

ciao

Certo sono soldi del custode ma devono essere corrisposti come è previsto dal contratto e non prima e con il beneplacido dei consiglieri e amministratore, secondo me puoi richiedere la rimozione dell'amministratore anche con ricorso alla Volontaria Giurisdizione senza avvocato e con spesa di circa 100 Euro per abuso di poteri

scusa Tuxx mi si è interrotta la connessione e leggo solo ora.

Mi hai risposto egregiamente e lo farò presente in assemblea.

Sarà una lotta dura.....ma grazie infinite!

Ancora grazie giglio2.

 

Ieri ho telefonato all'amministratore per questo motivo e mi ha risposto che i consiglieri hanno dato l'ok e che comunque quei soldi anticipati (della liquidazione) sono soldi del custode.

 

Come si fa a ragionare con un amministratore che non si attiene alle leggi, ai regolamenti?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo provato a mandarlo via ma i millesimi non sono stati sufficienti.

 

Devo prendere il coraggio di parlare di questo e molto altro in assemblea......

 

ciao

 

Talvolta ci vuole coraggio anche a vivere (Seneca) , con certi personaggi (amministratore) !!!

fatti sentire , in assemblea , non avere nessuna remora

Nella nuova formulazione dell'art.1130 ultimo comma c'è una risposta:

---------------------------------------------------

L'assemblea può anche nominare, oltre all'amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno tre condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari. Il consiglio ha funzioni consultive e di controllo.

---------------------------------------------------

 

Quindi, che non possano avere ruoli decisionali è scritto, oltre alla eventuale relativa consolidata giurisprudenza.

 

Ma se non ho capito male la questione passerà in assemblea per la definitiva approvazione.

A parte il fatto che allora non doveva procedere alla preventiva erogazione. Pertanto, sarebbe il caso di esigere (è un tuo diritto), la copia dell'estratto conto bancario o del mezzo di pagamento con cui l'erogazione è avvenuta, dove si dovrebbe vedere la data.

 

Se l'assemblea approva, a mio avviso non vale nemmeno la pena di tentare la revoca in volontaria giurisdizione. Casomai è più questione di impugnazione della relativa delibera, ma bisognerebbe leggere bene il CCL e comunque non mi pare che sia impedito deliberare diversamente da ciò che recita il CCL, ma in termini migliorativi per il lavoratore, magari dipinto come bisognoso in giudizio.

 

Purtroppo non vedo altra alternativa al cercare una maggioranza per revocare l'amm.re, o attenderlo al varco su questioni più nette. Ciò non toglie che puoi far mettere a verbale o proporre a titolo di mozione ai voti, il rispetto dell'art.1130 e conseguente annullabilità/ nullità di decisioni opposte che rischiano di provocare contenzioso.

×