Vai al contenuto
garant44

Ho diritto come un condomino accedere al locale di un altro condomino che dichiara di essere danneggiato dalle infiltrazioni da un tubo condominiale.

Abbaimo un condomino che da anni segnala all'amministratore le infiltrazioni da un tubo che è un proseguimento della grondaia che allontana le acque piovane dal tetto ed è murato dentro il muro perimetrale, al livello di piano terra a ridosso del suo locale che è una agenzia immobiliare. ( quindi locale aperto al pubblico ). Le infiltrazioni pero sono al piano semiterrato, e se si entra in agenzia non si vede nulla, bisogna scendere nek, piano sotterraneo.

Faccio uba premessa: siamo assicurati con una polizza globale dei fabbicati e questo tipo di inconveniente, pare, rentrare nelle clausole di risarcimento danni per eventuali rotture accidentali / o ocassionali delle tubazioni di proprietà comune.

Finalmente dopo diversi anni in ultima assemblea viene chiesto di presentare i preventivi per la riparazione del tubo, che l' amministratore ririene sia danneggiato per la circotanza che vi è fogliame che proviene dalla terrarzza del condomino dell'ultimo piano, che non vi abita regolarmente e non pulisce la terrazza e ha occluso il tubo e stagnare l' acqua piovana e quindi crea un umidità nel muro-

Quandi chiede presentare preventivi di pulizie delle delle grondaia, ma non è fatto alcun accertamento che sia questa è la causa. In OdG viene scritto solo: infiltrazioni in locale del sig B: deliberazione n merito.

 

Ma io ho fatto dei controlli durante delle piogge e ho constatato che l'acqua dal tubo pompa a meraviglia, e scorre senza alcun probelma queindo non è occluso, il tubo-

Proprio mentre eravamo in riunione vi era un fortissima alluvione e ho chiesto l'amministratore e ai condomini presenti di uscire e di vedere la con porpri occhi quello che dichairavo. So che non è uscito neanche un perito della assicurazione, alla quale non è stato comunicato niente.

 

In assemblea i ìl propritario del locale si lamenta e pretende che gli vengono rappristinati i locali a spese del Condominio, altrimenti di dichiara di èvoler provvedere da solo a ripristibare i locali e poi farci causa. Avrebbe ragione anche chiedere danni perchè subisce le umidità cappiiiari che gli minacciano anche danneggiamento e la distruzione delle faldoni dei clienti e del ufficio che custodisce al piano sotteranero che a contatto con il muro umido le loro inegrità sono compromessi

Mia domanda è questa : Posso io, come un condomino , privatamente personalemnte, accertare, senza la presenza e senza ricorrere a chiedere all'amministratore, sia questo danno realmnte il danno esiste, e se esiste- poter valutare l'entità dei lavori con mio tecnico e fare il mio prevntivo con mio operaio di fiducia?

Il condomino invece NON MI PERMETTE di entrare in locale della porzione sotterranea del suo ufficio, ed è intratatbile .,

dichiaara che è la competenza che spetta solo dell'amministratore-

Domano si il Condominio deve ripristinare i locali danneggaiti., ritengp cje posso anch'io presentare il mio preventivo.

Sicoramente sarà nettamente migliore del quello del AMMINSITRATORE, cdi cui non mi fido, che certamente vorrà lucrare ( ci sono stati precedenti) e non mi fido del proprietario del locale, perchè npon mi ha fatto entrare vuol dire che anche avrà una tentazione a gonfiare il pereventivo. visto che mi manca di trasparenza.

Di socuto in accordo e insieme all'amminsitratore vigliono farci pagare un intervento che spetta all'Assicurazione a risarcire, e pulire le grondate che non hanno nessun bisogno di essere puliti. Abbiamo un amministratore disonesto, che fa affari con singoli condomini, ci sono accordi privati cn ognuno per qualche cosa rregolare e questo fatto mi è noto. ( siamo in 9 condomini) Così alla fine lo votano tutti e così

Come devo comportarsi?

- Posso comunicare con Assicurazione personalmente e chiedere uscire tecnico s l'amministratore non lo fa?

- Qual'è il mio diritto in questa situazione, posso pretendere entrare in locale e accertare i danni con mio tecnico e fare il mio preventovo per poter domani confrontarlo con quelli dell'amministratire e del proprietario del locale?

Purtroppo per te,per questo problema non puoi interferire,spetta all'amministratore personalmente o da un tecnico su ordine dello stesso.

----------------------------------------------

L'amministratore,può effettuare verifiche negli appartamenti,per verificare la parità di godimento dei beni e/o servizi erogati.

Cassazione del 19/11/1996 n. 10144

Tra gli obblighi dell’amministratore del condominio, ai sensi dell’art.1130 comma 2 cod.civ. rientra la vigilanza sui servizi comuni compreso alle interferenze su tali servizi, dai singoli appartamenti.

A tal fine, l’amministratore può’ eseguire verifiche e ripartire le necessarie provvidenze intese a mantenere integra la parità del godimento dei beni e servizi da parte di tutti i condomini. (Art.1130 cod.civ.).

grazie per la risposta, su lavori di parti comuni però possiamo presentare preventivi perché non per questi interventi tanto sempre noi condomini che paghiamo.

Buona sera,sono nuova nel forum,scusate la mia ignoranza volevo sottoporvi un problema magari mi potete consigliare. Sabato sera mi si e rotta la serratura della porta di casa (porta da interni usata come porta di ingresso quindi non blindata di eta piu che vetusta), ho chiamato oggi il fabbro che mi ha spillato 300 euro per cambiare una serratura normale tempo di lavoro un ora. Volevo sapere se potevo chiedere il rimborso al padrone di casa o almeno un contribbuto, per me 300 euro sono una cifra che non potevo permettermi ma dovevo poter chidere la porta

Non so esattamente come consigliarti di ricuperare i soldi, sono quelle cose noiose e tutto dipende dal rapporto che tu hai con il propritario.

Per la prima cosa sarebbe stato utile chiamare in quel momento il padrone di casa e avvertirlo, ( se sai il numero ) e concordare se era disposto a rimborsarti le spese: la sostituzione della serratura per il fatto che si è rotta in corso di tua conduzione della casa è dovuto a ordinaria usura e sarebbe a carico tuo perché è una riparazione ordinaria, a carico del inquilino. Perchè è come fosse stato tu a romperla, come dimostrare diversamente?

Potresti fare un trucco:

Chiami il padrone di casa o meglio gli scrivi una RR, un telegramma mettendo in evidenza che sin dall'inizio persisite la catttiva funzionalità della porta, che ti crea problemi e descivi i difetti, gli dici che le serrartura si blocca spesso che le ante ballano, etc., . Chiedi sostituire la porta e / o serratura per eviatre che ti possa comportare danni in caso dovresti trovarti un giorno fuori casa o bloccato dentro casa. Vedi se ti risponde e che cosa ti risponde. Non so se il fabbro ti ha lasciato la ricevuta fiscale o la fattura, ma se no- torni da lui e pretendi la fattura. Per legge la fattura dev'essere rilasiata subito al momento del intervento. Se è disposto a rilasciarti la fattura te lo farà in quella data quando andrai da lui, perchè ha le fatture numerate e non può scrivere una data troppo indietro se dopo ha già fatto altre fatture. Fai finta che ti si è rotta serratura quel girono e chiami propritario . NB :

I prezzi che cheidono sono questi purtroppo, anche perchè SE NON GLI DAI NON TI APRE LA PORTA. Un ora di lavoro costa 25-35 euro + IVA poi la tra 25- 40 euro + costo della serrratura + 20 % + 50 % per orario straorinario. ( se di notte o sabato sera o domentica)

in ogni caso in qualche modo quel giorono avverti il pardone di casa che hai avuto all'improvviso un problema con la serratura e che deve chiamare un fabbro, gli chiedi se lui intervenga per risolvere il problema , o che ti autorizza a fare il lavoro, una promessa di rimborsarti, o compensare poi con l' affitto, o dividere le spese con te. SICURAMENTE lui non verrà e non ti manda nessuno, al limite ti può promettere di rimborsre o dividere le spese. Gli porti la copia della ricevuta, vedi che ti ribmborsa veramente , oppure quando dovrai lasciare la casa potresti giocare sull'ultimo mese di affitto, sottraendo la cifra, ( non so se hai anche il deposito, che di solito si deve restituire ma che i padroni tendono a non fare , etc., )

 

Lui ti dirà che vuole 22 % di IVA, oppoure ti dira che non ti consosce, d9pende, serraturese invece vuoi che ti sostitusca intera porta potrei chiedere ma sempre con RR lamentando chema alemno se fosse una porta blindata, si poteva contestre qualche difetto anche il fatto che la serratura si è rotta dopo qualche tempo ( non so quanto tempo sei già in affitto e non subito qualche giorno di affitto, non può rientrare nei cosidetti che si puà contestare dopo aver accettato la casa adesso non s se il fabbro ti ha rilasciato la ricevuta-fattura. ma se no- torni da lui e pretendi di dartela perchaè altrimenti non potrai neanche dimostrare in ogni caso amche il fabbro sostenere le spese

Scusa ma che consiglio è: fai finta che era rotta da sempre?

Non sempre il proprietario è un ricco nullafacente che vive di rendita, magari uno compra una casa con mille sacrifici rinunciando anche ad una vita più agiata e la affitta cercando di recuparare qualcosa.

Io affittai un appartamento completamente nuovo tanti anni fa e quando si ruppe la serratura, piuttosto che spendere 80 euro, veniva a perta a calci dagli inquilini. Ho trovato tutto rotto, anche i rubinetti. Ripeto che era un appartamento nuovo e mai usato.

Se si rimpe un tubo, è normale che risponde il proprietario, ma tutto ciò che riguarda l'usura da uso quotidiano spetta all'inquilino.

Costa tanto, è vero, ma questo non siginifica che debba pagarlo il proprietario.

Se era rotta o funzionava male ab origine, andava comunicato per iscritto per tempo. Così sarebbe ingiusto oltre che scorretto.

 

Non so esattamente come consigliarti di ricuperare i soldi, sono quelle cose noiose e tutto dipende dal rapporto che tu hai con il propritario.

Per la prima cosa sarebbe stato utile chiamare in quel momento il padrone di casa e avvertirlo, ( se sai il numero ) e concordare se era disposto a rimborsarti le spese: la sostituzione della serratura per il fatto che si è rotta in corso di tua conduzione della casa è dovuto a ordinaria usura e sarebbe a carico tuo perché è una riparazione ordinaria, a carico del inquilino. Perchè è come fosse stato tu a romperla, come dimostrare diversamente?

Potresti fare un trucco:

Chiami il padrone di casa o meglio gli scrivi una RR, un telegramma mettendo in evidenza che sin dall'inizio persisite la catttiva funzionalità della porta, che ti crea problemi e descivi i difetti, gli dici che le serrartura si blocca spesso che le ante ballano, etc., . Chiedi sostituire la porta e / o serratura per eviatre che ti possa comportare danni in caso dovresti trovarti un giorno fuori casa o bloccato dentro casa. Vedi se ti risponde e che cosa ti risponde. Non so se il fabbro ti ha lasciato la ricevuta fiscale o la fattura, ma se no- torni da lui e pretendi la fattura. Per legge la fattura dev'essere rilasiata subito al momento del intervento. Se è disposto a rilasciarti la fattura te lo farà in quella data quando andrai da lui, perchè ha le fatture numerate e non può scrivere una data troppo indietro se dopo ha già fatto altre fatture. Fai finta che ti si è rotta serratura quel girono e chiami propritario . NB :

I prezzi che cheidono sono questi purtroppo, anche perchè SE NON GLI DAI NON TI APRE LA PORTA. Un ora di lavoro costa 25-35 euro + IVA poi la tra 25- 40 euro + costo della serrratura + 20 % + 50 % per orario straorinario. ( se di notte o sabato sera o domentica)

in ogni caso in qualche modo quel giorono avverti il pardone di casa che hai avuto all'improvviso un problema con la serratura e che deve chiamare un fabbro, gli chiedi se lui intervenga per risolvere il problema , o che ti autorizza a fare il lavoro, una promessa di rimborsarti, o compensare poi con l' affitto, o dividere le spese con te. SICURAMENTE lui non verrà e non ti manda nessuno, al limite ti può promettere di rimborsre o dividere le spese. Gli porti la copia della ricevuta, vedi che ti ribmborsa veramente , oppure quando dovrai lasciare la casa potresti giocare sull'ultimo mese di affitto, sottraendo la cifra, ( non so se hai anche il deposito, che di solito si deve restituire ma che i padroni tendono a non fare , etc., )

 

Lui ti dirà che vuole 22 % di IVA, oppoure ti dira che non ti consosce, d9pende, serraturese invece vuoi che ti sostitusca intera porta potrei chiedere ma sempre con RR lamentando chema alemno se fosse una porta blindata, si poteva contestre qualche difetto anche il fatto che la serratura si è rotta dopo qualche tempo ( non so quanto tempo sei già in affitto e non subito qualche giorno di affitto, non può rientrare nei cosidetti che si puà contestare dopo aver accettato la casa adesso non s se il fabbro ti ha rilasciato la ricevuta-fattura. ma se no- torni da lui e pretendi di dartela perchaè altrimenti non potrai neanche dimostrare in ogni caso amche il fabbro sostenere le spese

×