Vai al contenuto
Doppia D

Gravi problemi di vicinato

Buongiorno,

mi rivolgo a voi esperti nel campo condominiale perché ho seri e gravi problemi con un vicino che negli anni ha commesso vari abusi sulle proprietà comuni.

Tengo a precisare che faccio parte di un residence dove vige la comunione e non il condominio , all’interno di questo residence vi sono due palazzine gemelle con 4 appartamenti ciascuno 2 ai piani terra e 2 al primo piano. Le due palazzine hanno in comune il muro di cinta e l’acqua, per anni si è avuta una conduzione familiare per gestire le spese di acqua e luce d’illuminazione dei cortili. Nel 2008, proprio per problemi di rapporti con un condomino in particolare, si è deciso di affidare ad un amministratore solo la gestione delle spese dell’acqua e quindi costituire un condominio privo di regolamento e tabelle millesimali.

La casa in cui abito è della mia famiglia dagli anni 70 ed è stata sempre la casa dell’estate o delle feste sino a quando 2 anni fa non ho deciso di trasferirmi per viverci.

Nella palazzina in cui risiedo siamo solamente in due perché gli altri due appartamenti sono vuoti ed i proprietari vivono fuori.

Durante gli anni il condomino che abita sotto di me ha modificato in maniera unilaterale e sempre senza alcun consenso da parte dei miei famigliari lo stato dei luoghi della proprietà comune.

Mi sono rivolto al pseudo amministratore per richiedere il suo intervento ma non si è mosso proprio.

Le manomissioni erano evidenti ma noi siamo sempre intervenuti in maniera molto pacifica per riportare le cose apposto ma nulla, ci stiamo iniziando a muovere perché sono iniziate ad arrivare anche le molestie sonore e minacce da parte di questo condomino.

Qui di seguito vi elenco tutte le cose che ha fatto questo condomino e richiedo il vostro aiuto affinché possa trovare la strada giusta per riportare le cose al proprio posto.

1. Circa nel 2005 il condomino ha aperto il muro di cinta dal retro della suo giardino facendosi accesso pedonale e per autovetture con tanto di citofono e telecamera non autorizzata, facendolo divenire di fatto il suo ingresso principale da dove riceve posta ed ospiti, ed il cortile condominiale lo usa come parcheggio. Naturalmente senza alcuna autorizzazione.

2. In contemporanea alla creazione della sua seconda apertura il condomino ha eliminato i citofoni del cortile condominiale e la pulsantiera che permetteva l’apertura del cancello dall’interno.

3. Ha eliminato il crepuscolare applicando un orologio a suo uso e consumo per l’accensione delle luci condominiali.

4. Ha installato sul terrazzo condominiale un seconda antenna televisiva facendo passare il cavo del pluviale

5. Si è creato un sistema di raccolta dell’acqua piovana

6. Senza permesso alcuno ha installato dei pali in ferro ed una lastra di marmo per sciorinare i panni sul terrazzo condominiale salendo e scendendo a qualsiasi ora.

7. Ha applicato delle luci sul terrazzo condominiale

8. I miei 3 balconi sono aggettanti 2 sia affacciano sulla proprietà del vicino ed 1 sul portoncino di accesso ai nostri 2 appartamenti; il vecchio proprietario sotto uno di questi si fece con il nostro consenso una veranda chiusa. In mia assenza sono intervenuti i vigili del fuoco perché nel giardino del vicino e sul portoncino condominiale sono caduti calcinacci dal sottobalcone. A chi spetta il ripristino?

9. Dal 2005 non paga enel condominiale solo del nostro cortile perché dice che a lui serve la luce, ora siamo senza luce.

10. Ha abbattuto delle aiuole per parcheggiare meglio le sue macchine

11. Mi ha parcheggiato per anni sempre davanti al mio giardino dicendo che visto che non c’è regolamento può fare quello che vuole.

12. Nonostante abbia un secondo ingresso con 400mq di giardino ha lasciato da circa due anni uno scooterino senza targa ed una bicicletta a circa 2 metri dall’unico ingresso del mio giardino, legati con catena applicando un gancio a terra e non li ha mai mossi.

13. Non ha fatto entrare il letturista acqua per tre anni nella casa.

14. Per anni abbiamo avuto l’atrio condominiale diviso da pali e catene e con una telecamera usata da lui senza alcuna autorizzazione per controllare dei vicini che vivevano prima nell’altro piano terra

15. Svariate Molestie alla mia persona

Attendo che qualcuno possa darmi degli utili suggerimenti. Grazie

...

Qui di seguito vi elenco tutte le cose che ha fatto questo condomino e richiedo il vostro aiuto affinché possa trovare la strada giusta per riportare le cose al proprio posto.

1. Circa nel 2005 il condomino ha aperto il muro di cinta dal retro della suo giardino facendosi accesso pedonale e per autovetture con tanto di citofono e telecamera non autorizzata, facendolo divenire di fatto il suo ingresso principale da dove riceve posta ed ospiti, ed il cortile condominiale lo usa come parcheggio. Naturalmente senza alcuna autorizzazione.

2. In contemporanea alla creazione della sua seconda apertura il condomino ha eliminato i citofoni del cortile condominiale e la pulsantiera che permetteva l’apertura del cancello dall’interno.

3. Ha eliminato il crepuscolare applicando un orologio a suo uso e consumo per l’accensione delle luci condominiali.

4. Ha installato sul terrazzo condominiale un seconda antenna televisiva facendo passare il cavo del pluviale

5. Si è creato un sistema di raccolta dell’acqua piovana

6. Senza permesso alcuno ha installato dei pali in ferro ed una lastra di marmo per sciorinare i panni sul terrazzo condominiale salendo e scendendo a qualsiasi ora.

7. Ha applicato delle luci sul terrazzo condominiale

8. I miei 3 balconi sono aggettanti 2 sia affacciano sulla proprietà del vicino ed 1 sul portoncino di accesso ai nostri 2 appartamenti; il vecchio proprietario sotto uno di questi si fece con il nostro consenso una veranda chiusa. In mia assenza sono intervenuti i vigili del fuoco perché nel giardino del vicino e sul portoncino condominiale sono caduti calcinacci dal sottobalcone. A chi spetta il ripristino?

9. Dal 2005 non paga enel condominiale solo del nostro cortile perché dice che a lui serve la luce, ora siamo senza luce.

10. Ha abbattuto delle aiuole per parcheggiare meglio le sue macchine

11. Mi ha parcheggiato per anni sempre davanti al mio giardino dicendo che visto che non c’è regolamento può fare quello che vuole.

12. Nonostante abbia un secondo ingresso con 400mq di giardino ha lasciato da circa due anni uno scooterino senza targa ed una bicicletta a circa 2 metri dall’unico ingresso del mio giardino, legati con catena applicando un gancio a terra e non li ha mai mossi.

13. Non ha fatto entrare il letturista acqua per tre anni nella casa.

14. Per anni abbiamo avuto l’atrio condominiale diviso da pali e catene e con una telecamera usata da lui senza alcuna autorizzazione per controllare dei vicini che vivevano prima nell’altro piano terra

15. Svariate Molestie alla mia persona

Attendo che qualcuno possa darmi degli utili suggerimenti. Grazie

1. Era sua facoltà e diritto ex art. 1102 C.C. aprire un ulteriore accesso alla sua proprietà aprendo il muro comune o privato che sia SENZA necessità di autorizzazione condominiale, se non espressamente previsto dal regolamento contrattuale (che se ho capito bene non avete).

Occorreva sicuramente l'autorizzazione comunale, ma che ce l'abbia o meno non riguarda il condominio, casomai l'abuso è sua responsabilità

 

2. Presumo abbia eliminato solo il proprio citofono dalla parte comune, non quelli di tutti quanti, giusto?

 

3. Questo avrebbe dovuto essere deliberato dall'assemblea; il lavoro lo ha fatto a sue spese? L'interesse sarebbe quello di risparmiare il costo dell'energia elettrica?

 

4. Idem come al punto 1, è sua facoltà e diritto senza necessità di autorizzazione condominiale.

 

5. Quale sarebbe il problema?

 

6. Se il terrazzo è comune e praticabile poteva farlo, esattamente come possono farlo tutti gli altri comproprietari di quel terrazzo

 

7. Questo è un vantaggio per tutti! Nonché sua facoltà farlo a proprie spese ex art. 1102 C.C.

 

8. Questi calcinacci da dove sono caduti? Presumo NON dal balcone verandato (altrimenti sarebbero caduti in veranda), quindi la competenza del ripristino è del proprietario del balcone (perciò tua).

 

9. Non è chiaro: a lui la luce serve o no? Quale luce non paga, la sua quota di luce delle parti comuni o quella della sua proprietà privata? Se solo lui non paga, perché siete tutti senza luce?

 

10. Di chi erano le aiuole, sue o condominiali?

 

11. Cosa c'è davanti al tuo giardino, cortile condominiale? Giardino? proprietà privata o comune?

 

12. Il fatto che abbia un secondo accesso ed una proprietà privata non significa che non possa usare quelle comuni, se si trattava di zona adibita a parcheggio

 

13. E a te o al condominio che importa?

 

14. Perché non avete fatto niente per farli togliere?

 

15. Questa è una questione privata fra voi che devi risolvere nei modi opportuni, ad esempio tramite esposto ai Carabinieri. In ogni caso non è una questione condominiale.

1 e 2 : e' assurdo che la legge possa permettere l'apertura di una seconda entrata che di fatto è divenuta entrata principale permettendo a chi l'ha eseguita di eliminare icitofoni di una palazzina di 4 appartamenti, murare il pulsante che permetteva l'apertura del cancello condominiale dall'interno, tranciare i fili dell'apertura del portoncino di accesso agli appartamenti.

3: il lavoro è stato fatto senza alcuna delibera con la pretesa del pagamento dei lavori eseguti non da una ditta specializzata ma dal condomino stesso ed ora lui è padrone di comandare l'accensione delle luci e per mesi le luci sono rimaste accese anche nelle ore diurne

4: il passaggio del cavo della sua seconda antenna dall'interno del pluviale condominiale non credo sia cosa tanto logica e lecita

6: il terrazzo è praticabile, non è stato mai preso nessun accordo tra le parti ( visto siamo solo in due), per stendere ha applicato pali enormi e circa 6 metri di cavi dividendo il terrazzo rendendolo impraticabile per me, ma lcosa più molesta sono gli orari tipo 6.30 di mattina o le 15 e stende solo una coperta o un piumone sempre ogni giorno, sbattendo la porta di accesso e facendo qualsiasi tipo di rumore

7: il vantaggio non è per tutti visto che il soggetto andava sul terrazzo la sera per vedere i vicini dall'alto e voleva appropriarsi del terrazzo infatti anni fa lo mise in vendita insieme al suo immobile in una tentata vendita

9: la luce serve a me visto che il cortile condominiale e il portone condominiale sono l'unico accesso alla mia abitazione, ma credo che laluce condominiale sia anche una certa sicurezza visto che abitiamo in campagna. in più la luce solo del nostro cortile l'ha sempre pagata la mia famiglia perchè c'è sempre stata una conduzione famigliare, ripeto dal 2005 il soggetto ha deciso di non pagare più e non vuole rimborsarmi i soldi che ho uscito per tutti questi anni ed in più ha convinto anche un'altro proprietario a non rimborsarmi. la seconda entrata in questo caso specifico crea un grande squilibrio!!!!

10: le aiuole erano condominiali

11: davanti all'ingresso del mio giardino è area condominiale

14: per quieto vivere solo che hanno commesso un grave errore

15: fatte tutte le denuncie solo che la giustizia italiana è molto contorta e strana. uno stalker condominiale seriale è libero di dare fstido non solo a me ma anche ad altri vicini e non gli hanno fatto niente ed ora io ho problemi con la giustizia

ti ringrazio per la risposta ed ho inviato una simil piantina di come è la situazione

2 piantina palazzine villa per condominio web.jpg

1 e 2 : e' assurdo che la legge possa permettere l'apertura di una seconda entrata che di fatto è divenuta entrata principale permettendo a chi l'ha eseguita di eliminare icitofoni di una palazzina di 4 appartamenti, murare il pulsante che permetteva l'apertura del cancello condominiale dall'interno, tranciare i fili dell'apertura del portoncino di accesso agli appartamenti.

3: il lavoro è stato fatto senza alcuna delibera con la pretesa del pagamento dei lavori eseguti non da una ditta specializzata ma dal condomino stesso ed ora lui è padrone di comandare l'accensione delle luci e per mesi le luci sono rimaste accese anche nelle ore diurne

4: il passaggio del cavo della sua seconda antenna dall'interno del pluviale condominiale non credo sia cosa tanto logica e lecita

6: il terrazzo è praticabile, non è stato mai preso nessun accordo tra le parti ( visto siamo solo in due), per stendere ha applicato pali enormi e circa 6 metri di cavi dividendo il terrazzo rendendolo impraticabile per me, ma lcosa più molesta sono gli orari tipo 6.30 di mattina o le 15 e stende solo una coperta o un piumone sempre ogni giorno, sbattendo la porta di accesso e facendo qualsiasi tipo di rumore

7: il vantaggio non è per tutti visto che il soggetto andava sul terrazzo la sera per vedere i vicini dall'alto e voleva appropriarsi del terrazzo infatti anni fa lo mise in vendita insieme al suo immobile in una tentata vendita

9: la luce serve a me visto che il cortile condominiale e il portone condominiale sono l'unico accesso alla mia abitazione, ma credo che laluce condominiale sia anche una certa sicurezza visto che abitiamo in campagna. in più la luce solo del nostro cortile l'ha sempre pagata la mia famiglia perchè c'è sempre stata una conduzione famigliare, ripeto dal 2005 il soggetto ha deciso di non pagare più e non vuole rimborsarmi i soldi che ho uscito per tutti questi anni ed in più ha convinto anche un'altro proprietario a non rimborsarmi. la seconda entrata in questo caso specifico crea un grande squilibrio!!!!

10: le aiuole erano condominiali

11: davanti all'ingresso del mio giardino è area condominiale

14: per quieto vivere solo che hanno commesso un grave errore

15: fatte tutte le denuncie solo che la giustizia italiana è molto contorta e strana. uno stalker condominiale seriale è libero di dare fstido non solo a me ma anche ad altri vicini e non gli hanno fatto niente ed ora io ho problemi con la giustizia

ti ringrazio per la risposta ed ho inviato una simil piantina di come è la situazione

La legge permette di aprire la seconda apertura non certo di eliminare servizi comuni a tutti gli altri come i citofoni o la luce o le aiuole; i lavori sulle parti comuni è legittimo farli senza delibera MA a proprie spese, senza pretendere niente dagli altri condomini; il terrazzo è ad uso comune quindi lui può usarlo per stendere esattamente come puoi usarlo tu (compresi i fili che ha steso lui, li puoi usare); l'area condominiale può essere usata da tutti; se è adibita a parcheggio non vedo perché lui non ci dovrebbe poter parcheggiare.

 

PERO' sappi che siete TUTTI responsabili esattamente come lui nell'aver permesso per anni che facesse quello che gli pareva sulle parti comuni restando inerti e anzi rimborsandolo addirittura!

purtroppo come ho iniziato a protestare alla sua presa di potere senza alcuna autorizzazione sono divenuto oggetto di continue molestie che mi stanno rovinando la vita

grazie per la tua risposta e buona giornata

×