Vai al contenuto
paolo1951

Giro conto ...

Vorrei sapere cosa ne pensate di un amministratore che fa quello che ora vi vado ad illustrare (scusate se sarò un po' prolisso):

condominio con esercizio coincidente con l'anno solare (quindi dal 1° gennaio al 31 dicembre)

Nel mese di maggio (il 18) scade l'assicurazione del fabbricato.

A metà di giugno l'amministratore non ha ancora provveduto al pagamento della quota! ... sollecitato dall'assicurazione, si sveglia e constata che non avendo ancora fatto l'assemblea per il precedente esercizio, non ha incassato ancora nulla e sul c/c del condominio non ci sono fondi sufficienti per pagare l'assicurazione...

Allora dispone un bonifico dal conto corrente di un altro condominio da lui amministrato a favore del condominio senza soldi... e lo fa senza comunicare la cosa a nessuno (nessuno intendo dire del condominio beneficiario... circa l'altro condominio quello beneficiante, io non so nulla).

A fine luglio l'amministratore si decide finalmente a fare l'assemblea ordinaria per l'esercizio chiuso al 31/12 dell'anno precedente.

In questa assemblea gli viene revocato l'incarico.

All'atto del passaggio della documentazione al nuovo amministratore, il vecchio amministratore comunica di aver anticipato al condominio parte del premio di assicurazione e ne chiede pertanto il rimborso a sé stesso.

Il nuovo amministratore verifica e constata che l'anticipo è stato invece effettuato non personalmente dal vecchio amministratore ma da altro condominio, propone quindi all'assemblea di restituirlo a quest'ultimo con un bonifico bancario e con questa causale "rimborso somma a noi bonificata per presunto vs.errore".

Uno dei condomini presenti all'assemblea s'infuria per questa proposta e abbandona platealmente la stessa dicendo che si sta facendo "una guerra ingiustificata al vecchio amministratore, persona a cui lui è legato da profonda e vecchia amicizia"...

Succede un gran putiferio... alla fine si decide di interrompere l'assemblea (anche per calmare gli animi), l'assemblea riprenderà questa sera alle ore 20:30 ... (eventualmente vi riferirò domani)

Intanto volevo chiedervi il vs. parere sull'accaduto e .... chiedere secondo voi cosa deve fare il nuovo amministratore.

Secondo me dovrebbe mandare tutti a quel paese... ma questa naturalmente è una soluzione solo per lui.

Vorrei sapere cosa ne pensate di un amministratore che fa quello che ora vi vado ad illustrare (scusate se sarò un po' prolisso):

condominio con esercizio coincidente con l'anno solare (quindi dal 1° gennaio al 31 dicembre)

Nel mese di maggio (il 18) scade l'assicurazione del fabbricato.

A metà di giugno l'amministratore non ha ancora provveduto al pagamento della quota! ... sollecitato dall'assicurazione, si sveglia e constata che non avendo ancora fatto l'assemblea per il precedente esercizio, non ha incassato ancora nulla e sul c/c del condominio non ci sono fondi sufficienti per pagare l'assicurazione...

Allora dispone un bonifico dal conto corrente di un altro condominio da lui amministrato a favore del condominio senza soldi... e lo fa senza comunicare la cosa a nessuno (nessuno intendo dire del condominio beneficiario... circa l'altro condominio quello beneficiante, io non so nulla).

A fine luglio l'amministratore si decide finalmente a fare l'assemblea ordinaria per l'esercizio chiuso al 31/12 dell'anno precedente.

In questa assemblea gli viene revocato l'incarico.

All'atto del passaggio della documentazione al nuovo amministratore, il vecchio amministratore comunica di aver anticipato al condominio parte del premio di assicurazione e ne chiede pertanto il rimborso a sé stesso.

Il nuovo amministratore verifica e constata che l'anticipo è stato invece effettuato non personalmente dal vecchio amministratore ma da altro condominio, propone quindi all'assemblea di restituirlo a quest'ultimo con un bonifico bancario e con questa causale "rimborso somma a noi bonificata per presunto vs.errore".

Uno dei condomini presenti all'assemblea s'infuria per questa proposta e abbandona platealmente la stessa dicendo che si sta facendo "una guerra ingiustificata al vecchio amministratore, persona a cui lui è legato da profonda e vecchia amicizia"...

Succede un gran putiferio... alla fine si decide di interrompere l'assemblea (anche per calmare gli animi), l'assemblea riprenderà questa sera alle ore 20:30 ... (eventualmente vi riferirò domani)

Intanto volevo chiedervi il vs. parere sull'accaduto e .... chiedere secondo voi cosa deve fare il nuovo amministratore.

Secondo me dovrebbe mandare tutti a quel paese... ma questa naturalmente è una soluzione solo per lui.

Tra i due condomini non c'è alcun rapporto quindi per voi i soldi per il pagamento li ha anticipati l'amministratore. E' più che deprecabile il comportamento dell'ex amministratore ma in fin dei conti non cambia nulla se i soldi li date a voi.

Potreste trovare un compromesso facendo firmare all'ex-amministratore un documento in cui dichiara di ricevere il rimborso della somma anticipata a suo tempo prelevandola dal c/c del condominio Pinco Pallino. Con questa dichiarazione vi mettete a posto in caso di richiesta dell'altro condominio.

Da restituire i soldi all'altro condominio, dovete farlo, tecnicamente i soldi vi sono stati anticipati da un altro condominio e non dall'amministratore............la soluzione proposta dal nuovo amministratore mi sembra fattibile.

Tra i due condomini non c'è alcun rapporto quindi per voi i soldi per il pagamento li ha anticipati l'amministratore. E' più che deprecabile il comportamento dell'ex amministratore ma in fin dei conti non cambia nulla se i soldi li date a voi.

Potreste trovare un compromesso facendo firmare all'ex-amministratore un documento in cui dichiara di ricevere il rimborso della somma anticipata a suo tempo prelevandola dal c/c del condominio Pinco Pallino. Con questa dichiarazione vi mettete a posto in caso di richiesta dell'altro condominio.

Scusa ma non sono d'accordo che questa dichiarazione del vecchio amministratore ci metterebbe "a posto".

Non so cosa sappiano i condomini dell'altro condominio (io sono convinto che non sanno nulla... ma è solo una mia supposizione), comunque se domani ci richiedessero quei soldi credo che non potremmo far altro che darli anche a loro... sempre che non ci accusino di complicità con il vecchio amministratore nell'averglieli sottratti!

Vorrei sapere cosa ne pensate di un amministratore che fa quello che ora vi vado ad illustrare (scusate se sarò un po' prolisso):

condominio con esercizio coincidente con l'anno solare (quindi dal 1° gennaio al 31 dicembre)

Nel mese di maggio (il 18) scade l'assicurazione del fabbricato.

A metà di giugno l'amministratore non ha ancora provveduto al pagamento della quota! ... sollecitato dall'assicurazione, si sveglia e constata che non avendo ancora fatto l'assemblea per il precedente esercizio, non ha incassato ancora nulla e sul c/c del condominio non ci sono fondi sufficienti per pagare l'assicurazione...

Allora dispone un bonifico dal conto corrente di un altro condominio da lui amministrato a favore del condominio senza soldi... e lo fa senza comunicare la cosa a nessuno (nessuno intendo dire del condominio beneficiario... circa l'altro condominio quello beneficiante, io non so nulla).

A fine luglio l'amministratore si decide finalmente a fare l'assemblea ordinaria per l'esercizio chiuso al 31/12 dell'anno precedente.

In questa assemblea gli viene revocato l'incarico.

All'atto del passaggio della documentazione al nuovo amministratore, il vecchio amministratore comunica di aver anticipato al condominio parte del premio di assicurazione e ne chiede pertanto il rimborso a sé stesso.

Il nuovo amministratore verifica e constata che l'anticipo è stato invece effettuato non personalmente dal vecchio amministratore ma da altro condominio, propone quindi all'assemblea di restituirlo a quest'ultimo con un bonifico bancario e con questa causale "rimborso somma a noi bonificata per presunto vs.errore".

Uno dei condomini presenti all'assemblea s'infuria per questa proposta e abbandona platealmente la stessa dicendo che si sta facendo "una guerra ingiustificata al vecchio amministratore, persona a cui lui è legato da profonda e vecchia amicizia"...

Succede un gran putiferio... alla fine si decide di interrompere l'assemblea (anche per calmare gli animi), l'assemblea riprenderà questa sera alle ore 20:30 ... (eventualmente vi riferirò domani)

Intanto volevo chiedervi il vs. parere sull'accaduto e .... chiedere secondo voi cosa deve fare il nuovo amministratore.

Secondo me dovrebbe mandare tutti a quel paese... ma questa naturalmente è una soluzione solo per lui.

ciao, scusami una curiosita', come hai fatto a venire in possesso di tutte quelle notizie, dal momento che i rapporti con il vecchio amm.re erano pessimi?

Scusa ma non sono d'accordo che questa dichiarazione del vecchio amministratore ci metterebbe "a posto".

Non so cosa sappiano i condomini dell'altro condominio (io sono convinto che non sanno nulla... ma è solo una mia supposizione), comunque se domani ci richiedessero quei soldi credo che non potremmo far altro che darli anche a loro... sempre che non ci accusino di complicità con il vecchio amministratore nell'averglieli sottratti!

Hai chiesto il mio parere e te l'ho dato, se non ti va bene allora fai quello che vuoi ma non venire qui e sperare che la gente ti dia ragione

ciao, scusami una curiosita', come hai fatto a venire in possesso di tutte quelle notizie, dal momento che i rapporti con il vecchio amm.re erano pessimi?

Semplicemente leggendo l'estratto conto del c/c bancario intestato al condominio... e la nota di debito ex art. 15 DPR 633 emessa a noi dal vecchio amministratore.

Hai chiesto il mio parere e te l'ho dato, se non ti va bene allora fai quello che vuoi ma non venire qui e sperare che la gente ti dia ragione

Beh io ho chiesto il parere dei forumisti, senza alcun impegno ad accettare il tuo in particolare...

E neanche pretendo che la "gente" mi "dia ragione"... al massimo gradirei che mi desse ragione un giudice! ... visto che io vorrei solo agire secondo la legge.

Vorrei sapere cosa ne pensate di un amministratore che fa quello che ora vi vado ad illustrare (scusate se sarò un po' prolisso):

condominio con esercizio coincidente con l'anno solare (quindi dal 1° gennaio al 31 dicembre)

Nel mese di maggio (il 18) scade l'assicurazione del fabbricato.

A metà di giugno l'amministratore non ha ancora provveduto al pagamento della quota! ... sollecitato dall'assicurazione, si sveglia e constata che non avendo ancora fatto l'assemblea per il precedente esercizio, non ha incassato ancora nulla e sul c/c del condominio non ci sono fondi sufficienti per pagare l'assicurazione...

Allora dispone un bonifico dal conto corrente di un altro condominio da lui amministrato a favore del condominio senza soldi... e lo fa senza comunicare la cosa a nessuno (nessuno intendo dire del condominio beneficiario... circa l'altro condominio quello beneficiante, io non so nulla).

A fine luglio l'amministratore si decide finalmente a fare l'assemblea ordinaria per l'esercizio chiuso al 31/12 dell'anno precedente.

In questa assemblea gli viene revocato l'incarico.

All'atto del passaggio della documentazione al nuovo amministratore, il vecchio amministratore comunica di aver anticipato al condominio parte del premio di assicurazione e ne chiede pertanto il rimborso a sé stesso.

Il nuovo amministratore verifica e constata che l'anticipo è stato invece effettuato non personalmente dal vecchio amministratore ma da altro condominio, propone quindi all'assemblea di restituirlo a quest'ultimo con un bonifico bancario e con questa causale "rimborso somma a noi bonificata per presunto vs.errore".

Uno dei condomini presenti all'assemblea s'infuria per questa proposta e abbandona platealmente la stessa dicendo che si sta facendo "una guerra ingiustificata al vecchio amministratore, persona a cui lui è legato da profonda e vecchia amicizia"...

Succede un gran putiferio... alla fine si decide di interrompere l'assemblea (anche per calmare gli animi), l'assemblea riprenderà questa sera alle ore 20:30 ... (eventualmente vi riferirò domani)

Intanto volevo chiedervi il vs. parere sull'accaduto e .... chiedere secondo voi cosa deve fare il nuovo amministratore.

Secondo me dovrebbe mandare tutti a quel paese... ma questa naturalmente è una soluzione solo per lui.

quindi il vecchio amm.re "giocava" con i c/c degli altri condomìni all'insaputa, questo e' chiaro!, di tutti voi? io prima di restiruirgli anche un solo euro gli chiederei la visione del c/c dell'altro condominio. questi suoi " giochini" non sono sufficienti, e lo chiedo anche ai partecipanti a questa discussione, a dubitare di lui?

Secondo me se il condominio nell'esaminare i giustificativi di spesa e l'estratto conto trova un bonifico a suo favore senza giustificativo e fatto da uno sconosciuto dovrà restare con il timore che questo sconosciuto (condominio terzo) gliene chieda la restituzione in qualsiasi momento fino a prescrizione.

Il condominio, con una dichiarazione/ricevuta dell'ex amministratore, potrebbe rivalersi su di lui in caso di contestazione del terzo, ma perchè correre il rischio di rivalersi (azione legale?) su una persona che nel frattempo potrebbe non aver più nulla da perdere? E' sempre il condominio che ne risponde in prima battuta nei confronti del condominio sconosciuto.

 

Se la pur la deprecabile distrazione di denaro (reato penale) è stata fatta "a fin di bene", indipendentemente dalla sfuriata dell' "amico", un bonifico diretto da un condominio all'altro sarebbe, a mio avviso, la soluzione migliore a garanzia di tutti e non vedo di cosa l'ex amministratore potrebbe lamentarsi.

Del resto se l'ex amministratore amministra ancora l'altro condominio ed avesse già provveduto in proprio a coprire il c/c del bonificante, in qualità di amministratore non avrebbe difficoltà a prelevare subito dopo il bonifico la somma da lui anticipata.

 

- - - Aggiornato - - -

 

quindi il vecchio amm.re "giocava" con i c/c degli altri condomìni all'insaputa, questo e' chiaro!, di tutti voi? io prima di restiruirgli anche un solo euro gli chiederei la visione del c/c dell'altro condominio. questi suoi " giochini" non sono sufficienti, e lo chiedo anche ai partecipanti a questa discussione, a dubitare di lui?

Secondo me il vecchio amministratore ha giocato solo sulla sua pelle e da incosciente per "agevolare" un condominio (non ha trasferito il denaro sul suo conto personale per pagarsi la vacanza).

Non conosciamo neanche cosa ne pensa circa il giroconto da un condominio all'altro.

Sta di fatto che c'è un IBAN da cui proviene il bonifico, condominiale e un IBAN verso cui è stato eseguito il bonifico, che è di un altro condominio, quindi io non verserei proprio nulla all'amministratore, ma restituirei la somma al legittimo proprietario.

Ma stai scherzando????

invece tu gli restituisci i soldi "brevi manu",seriamente!!!

invece tu gli restituisci i soldi "brevi manu",seriamente!!!

Vedo che in questo periodo è un fiorire di fini conoscitori della legge sulla privacy. Bene continuiamo pure a farci del male

Vedo che in questo periodo è un fiorire di fini conoscitori della legge sulla privacy. Bene continuiamo pure a farci del male

...e invece io vedo che in questo periodo vi e' ancora chi crede alla privacy....

Vedo che in questo periodo è un fiorire di fini conoscitori della legge sulla privacy. Bene continuiamo pure a farci del male

Forse "brevi manu" no...ma la privacy non centra assolutamente in questo contesto e spacciarsi per fini conoscitori è deleterio.

 

L' operazione compiuta dal vecchio amministratore è illegale e penalmente perseguibile.

 

Kurt Cobain ha fin da subito spiegato cosa correttamente fare: il nuovo amministratore DEVE fare immediato bonifico all' altro condominio.

 

Palesemente sbagliato dire che i soldi sono stati anticipati dal vecchio amministratore visto che provengono dal c/c di un altro condominio.

Sul bonifico ricevuto avete tuti gli estremi per rigirare la somma al legittimo proprietario.

Personalmente avviserei in anticipo i proprietari dell' altro Condominio in modo che sappiano della "deontologia" del loro professionista.

La cosa potrebbe essere un "eccesso" quindi valutate a vostra discrezione.

Forse "brevi manu" no...ma la privacy non centra assolutamente in questo contesto e spacciarsi per fini conoscitori è deleterio.

Nel momento in cui qualcuno chiede di poter vedere l'estratto conto di un altro condominio c'entra eccome, ma capisco anche che non sia una facile materia da comprendere

Forse "brevi manu" no...ma la privacy non centra assolutamente in questo contesto e spacciarsi per fini conoscitori è deleterio.

 

L' operazione compiuta dal vecchio amministratore è illegale e penalmente perseguibile.

 

Kurt Cobain ha fin da subito spiegato cosa correttamente fare: il nuovo amministratore DEVE fare immediato bonifico all' altro condominio.

 

Palesemente sbagliato dire che i soldi sono stati anticipati dal vecchio amministratore visto che provengono dal c/c di un altro condominio.

Sul bonifico ricevuto avete tuti gli estremi per rigirare la somma al legittimo proprietario.

Personalmente avviserei in anticipo i proprietari dell' altro Condominio in modo che sappiano della "deontologia" del loro professionista.

La cosa potrebbe essere un "eccesso" quindi valutate a vostra discrezione.

E' in effetti proprio così ha deciso ieri sera l'assemblea con voto unanime dei presenti (più che sufficienti per validamente deliberare).

L'amico del vecchio amministratore era assente.

Si è invece ritenuto opportuno non "eccedere"... cioè non fare nessuna comunicazione all'altro condominio, eccetto quella contenuta nella causale del bonifico dove si parla di rimborso somma bonificataci "per vs. presunto errore".

Vorrei fare ancora una considerazione (anche se non specificatamente attinente a questo fatto).

Mi sembra che la partita doppia sia ... praticamente sconosciuta alla maggior parte degli amministratori anche "professionali", e che il modo con cui tengono la contabilità e la presentano nel rendiconto lasci molto a desiderare.

Infatti ben raramente viene indicata la parte "numeraria" (patrimoniale), mentre in quella economica invece di utilizzare il più semplice criterio di cassa, si cimentano arditamente con quello di competenza...

Per farla breve ti mettono nel rendiconto le bollette acqua, energia già pervenute ma magari non ancora pagate, e poi omettono di indicare i debiti residui a fine esercizio.

Se si fa un vero "bilancio" si scopre in moltissimi casi (oserei dire quasi sempre) che la parte economica non pareggia con quella patrimoniale... e non dico neanche che questo significhi necessariamente che qualcuno ha "fregato"... perché capita persino che ci siano più soldi di quelli che dovrebbero esserci.

Vorrei fare ancora una considerazione (anche se non specificatamente attinente a questo fatto).

Mi sembra che la partita doppia sia ... praticamente sconosciuta alla maggior parte degli amministratori anche "professionali", e che il modo con cui tengono la contabilità e la presentano nel rendiconto lasci molto a desiderare.

Infatti ben raramente viene indicata la parte "numeraria" (patrimoniale), mentre in quella economica invece di utilizzare il più semplice criterio di cassa, si cimentano arditamente con quello di competenza...

Per farla breve ti mettono nel rendiconto le bollette acqua, energia già pervenute ma magari non ancora pagate, e poi omettono di indicare i debiti residui a fine esercizio.

Se si fa un vero "bilancio" si scopre in moltissimi casi (oserei dire quasi sempre) che la parte economica non pareggia con quella patrimoniale... e non dico neanche che questo significhi necessariamente che qualcuno ha "fregato"... perché capita persino che ci siano più soldi di quelli che dovrebbero esserci.

Hai perfettamente ragione, sigh.

I motivi sono presto detti: la norma che non impone regole ferree per la tenuta della contabilità e per l'esposizione dei dati ai condomini, la preparazione assolutamente insufficiente per non dire nulla da parte di moltissimi amministratori, la scarsa conoscenza della materia da parte dei condomini e non da ultima le competenze degli amministratori. Con quest'ultima affermazione intendo dire che per fare l'amministratore non sono richiesti studi specifici e quindi ci sono geometri, architetti, avvocati, e tanti altri che purtroppo (senza farne loro una colpa) non hanno la conoscenza della materia.

Capita anche però che ci siano ragionieri che stilano bilanci assolutamente sballati e geometri che invece li compilano correttamente; questo solo per non fare di un'erba un fascio

Nel momento in cui qualcuno chiede di poter vedere l'estratto conto di un altro condominio c'entra eccome, ma capisco anche che non sia una facile materia da comprendere

Tu hai replicato ad un messagio di:

 

"Originariamente Scritto da cimar46 viewpost-right.png

invece tu gli restituisci i soldi "brevi manu",seriamente!!!

 

 

Vedo che in questo periodo è un fiorire di fini conoscitori della legge sulla privacy. Bene continuiamo pure a farci del male "

 

 

Quindi la prossima volta ribatti al Post "sbagliato" e non a quello che non contiene errori perchè il restituire i soldi "brevi manu" è cosa corretta ma meglio seguire l 'iter indicato da Kurt.

 

Nessun dubbio che chiedere la "visione" del c/c altrui sia illecita oltre che non necessaria.

 

Tu hai esordito con un errore: "-Tra i due condomini non c'è alcun rapporto quindi per voi i soldi per il pagamento li ha anticipati l'amministratore." cosa che non corrisponde al vero per la parte evidenziata e suggerisci una soluzione che espone legalmente il condominio in caso di contestazione.

 

Ricevere una cosa che sai essere di provenienza illegale è qualificabile come Ricettazione...e se restituisci l' oggetto al "ladro" non migliori la situazione nemmeno se ti fai firmare una "ricevuta".

...Mi sembra che la partita doppia sia ... praticamente sconosciuta alla maggior parte degli amministratori anche "professionali", e che il modo con cui tengono la contabilità e la presentano nel rendiconto lasci molto a desiderare.

Infatti ben raramente viene indicata la parte "numeraria" (patrimoniale), mentre in quella economica invece di utilizzare il più semplice criterio di cassa, si cimentano arditamente con quello di competenza...

Non sono un professionista ma nella discussione linkata qui di seguito avevo spiegato la mia opinione su conto economico per cassa o competenza e stato patrimoniale:

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/situazione-patrimoniale-e-conto-economico-56706/

 

Purtroppo non è intervenuto nessuno ad approfondire il concetto che per me è quello dato dal post #2 del link su indicato.

Hai perfettamente ragione, sigh.

I motivi sono presto detti: la norma che non impone regole ferree per la tenuta della contabilità e per l'esposizione dei dati ai condomini, la preparazione assolutamente insufficiente per non dire nulla da parte di moltissimi amministratori, la scarsa conoscenza della materia da parte dei condomini e non da ultima le competenze degli amministratori. Con quest'ultima affermazione intendo dire che per fare l'amministratore non sono richiesti studi specifici e quindi ci sono geometri, architetti, avvocati, e tanti altri che purtroppo (senza farne loro una colpa) non hanno la conoscenza della materia.

Capita anche però che ci siano ragionieri che stilano bilanci assolutamente sballati e geometri che invece li compilano correttamente; questo solo per non fare di un'erba un fascio

Quoto tutto quanto tu scrivi... però torno anche a dire che se si seguisse un rigoroso criterio di cassa, basterebbe il "conto della serva" e far transitare quasi tutto sul c/c bancario per risolvere il problema al 99%.

Il rendiconto consuntivo dovrebbe insomma presentare solo le spese pagate effettivamente nel periodo e così anche per i versamenti delle quote condominiali.

Quando rimasto da pagare dovrebbe invece trovar posto nel preventivo per l'esercizio successivo.

Ma non sarà che certi amministratori non gradiscano troppa "semplicità" e trasparenza?

 

Infine tornando in tema, niente giro conti strani... si fanno le spese solo se si sono già incassati i soldi dai condomini, mentre un fondo di riserva da ricostituire in caso di utilizzo dovrebbe garantire la solvibilità per pagamenti imprevisti e non procrastinabili.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Non sono un professionista ma nella discussione linkata qui di seguito avevo spiegato la mia opinione su conto economico per cassa o competenza e stato patrimoniale:

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/situazione-patrimoniale-e-conto-economico-56706/

 

Purtroppo non è intervenuto nessuno ad approfondire il concetto che per me è quello dato dal post #2 del link su indicato.

In parte ho già detto la mia rispondendo a Togni... ma non mi dispiacerebbe parlarne anche sul topic da te indicato.

Tu hai replicato ad un messagio di:

 

"Originariamente Scritto da cimar46 viewpost-right.png

invece tu gli restituisci i soldi "brevi manu",seriamente!!!

 

Vedo che in questo periodo è un fiorire di fini conoscitori della legge sulla privacy. Bene continuiamo pure a farci del male "

 

Quindi la prossima volta ribatti al Post "sbagliato" e non a quello che non contiene errori perchè il restituire i soldi "brevi manu" è cosa corretta ma meglio seguire l 'iter indicato da Kurt.

Era il termine di uno piccolo scambio tra me e lui, non pensavo ci fosse il controllore delle quotazioni sul forum, ne prendo atto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Nessun dubbio che chiedere la "visione" del c/c altrui sia illecita oltre che non necessaria.

Appunto, quindi per quale motivo "qualcuno" ha detto che la privacy non c'entra nulla in questo contesto?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Tu hai esordito con un errore: "-Tra i due condomini non c'è alcun rapporto quindi per voi i soldi per il pagamento li ha anticipati l'amministratore." cosa che non corrisponde al vero per la parte evidenziata e suggerisci una soluzione che espone legalmente il condominio in caso di contestazione.

La mia prima risposta era motivata dal fatto che c'erano pareri contrastanti tra i condomini, ed una soluzione come da me prospettata sarebbe servita a far tornare la calma all'interno del condominio. Non sempre la soluzione più giusta è la migliore da seguire

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ricevere una cosa che sai essere di provenienza illegale è qualificabile come Ricettazione...e se restituisci l' oggetto al "ladro" non migliori la situazione nemmeno se ti fai firmare una "ricevuta".

Lo dici che tu che è di provenienza illegale. Prima di affermare certe cose (ladro all'amministratore) sarebbe bene ascoltare anche l'altra campana. Non intendo assecondare il comportamento di certi "colleghi", ma allo stesso modo non voglio che si salti subito alle conclusioni. Capita infatti che a volte gli amministratori anticipino di tasca loro i soldi per i condomini e potrebbe anche essere il caso successo nell'altro condominio. A quel punto invece di prelevarsi i soldi dal conto corrente costui (ripeto, in modo assolutamente improprio) ha spostato le sue anticipazioni da un condominio all'altro.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quoto tutto quanto tu scrivi... però torno anche a dire che se si seguisse un rigoroso criterio di cassa, basterebbe il "conto della serva" e far transitare quasi tutto sul c/c bancario per risolvere il problema al 99%.

Il criterio di cassa al 100% è inapplicabile. Il metodo corretto per la registrazione dei movimenti condominiali è quello misto.

....

Il criterio di cassa al 100% è inapplicabile. Il metodo corretto per la registrazione dei movimenti condominiali è quello misto.

Io infatti avevo detto che si risolveva il problema solo nel 99% dei casi possibili... che però è spesso il 100% di quelli che realmente capitano in un condominio.

Io personalmente conoscevo solo il sistema per cassa e quello per competenza... il "misto" cosa sarebbe?

Comunque ci faresti un esempio di qualcosa per cui sia inapplicabile il criterio di cassa? A me al momento non ne viene in mente nessuno per un condominio...

×