Vai al contenuto
demafede

Giochi condominiali chi li deve pagare?

Nel mio condominio alcuni condomini hanno deliberato di realizzare dei giochi nel cortile condominiale, ma dato che non è stato votato a maggioranza i giochi verranno pagati solo da chi ha dato il consenso.

La mia domanda è: chi non ha partecipato alle spese può comunque utilizzare i giochi? L’amministratore dice che essendo un abbellimento e non un’innovazione tutti possono utilizzare i giochi anche se non hanno contribuito alle spese. A me sembra assurdo, perché un conto è che si mettano delle piante per abbellire il giardino e quindi tutti possono beneficiarne senza l’uso, un conto è quando l’oggetto si usa, si usura, si paga un’assicurazione supplementare ma sempre solo sulle tasche di pochi quando poi lo utilizzano in tanti.

grazie Federica

E' una furbizia per chi non ha voluto patecipare,che però rivendica di poterli utilizzare.Non è giusto,però l'amministratore ha ragione.

--------------------------------------------------------------------------

Art. 1102

(Uso della cosa comune)

 

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa. Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso.

 

si però fatta la legge e fatto anche l'inganno...

grazie per l'art. purtroppo le persone nei condomini diventano molto meno civili che nella vita quotidiana.

e nel caso qualcuno che non ha partecipato alla spese, utilizzando i giochi o le panchine ne provochi un danno? e l'usura e la manutenzione? io credo che se si porti in tribunale non credo che ce l'abbiano vinta....

non esiste qualche sentenza in merito?

grazie Federica

Che altro vuoi sapere? L'art.postato è più che eloquente,vale più di una sent.

 

1 saluto

Mettete delle catene,delle barre con lucchetti o altri sistemi in modo da non renderli utilizzabili a chi chessia.

 

1 saluto

Giglio Ti sbagli.

il caso di specie è prettamente regolato da un'altra norma:

art. 1121 c.c. "qualora l'innovazione [...] abbia carattere voluttuario [...] i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa".

 

però nel nostro caso deve guardarsi anche al terzo comma che prevede che i condomini possono in qualunque tempo partecipare ai vantaggi dell'innovazione, ma in tal caso devono contribuire alle spese di esecuzione e manutenzione dell'opera.

 

da ciò deve necessariamente concludersi che se i giochi vengono utilizzati da qualcuno che non li ha approvati e pagati dovrà essere rifatto il conteggio con nuova divisione delle quote.

 

Modificato Da - FraGhiVir il 26 Apr 2012 12:27:28

in effetti questa non risulta essere propriamente un'innovazione, ma solo un abbellimento, ma il concetto secondo me non cambia, chi usufruisce del bene dovrebbe pagarlo, anche successivamente

Demafede, perchè definisci un abbellimento? Si tratta di qualcosa di fruibile "fisicamente" non solo da ammirare, chi la ha ritenuta non necessaria non ha partecipato alla spesa pensando di non doversene/potersene servire. Secondo me è più una innovazione, pertanto chi cambiasse idea deve versare la propria quota che va ripartita tra quanti hanno partecipato alla spesa, oppure - come abbiamo fatto noi tempo fa in situazione analoga - tenuta da parte per qualche prossima manutenzione.

abbellimento è il termine che ha usato il nostro amministratore per classificare i giochi, dalle sue parole per essere innovazione ci doveva essere la maggioranza dei 2/3 in assemblea.

dato che ora alcuni condomini, che non si sono presentati in assemblea, si fanno grandi dicendo che loro i giochi li utilizzeranno comunque anche se non hanno pagato, proprio perchè è quello che dice l'amministratore.

il mi ocompito è quello di trovare qualche articolo o sentenza che lo smentisca.

ho l'impressione che l'amministratore, per smorzare la questione ed evitarsi rogne, con il termine abbellimento abbia solo voluto far scivolare la cosa usando appunto un termine che in nessun art. di legge si trova. Per le innovazioni "voluttuarie" chi non intende partecipare alla spesa non vi partecipa e basta, non è assolutamente tenuto a pagare. Diverso è per le "migliorie", qui occorre il67% e, se approvate, anche il restante 33% è tenuto a partecipare alla spesa, punto! I giochi per bambini sono approvati, leggo, da una percentuale più bassa. E' una innovazione, in quanto non migliora nulla di preesistente. Chi non partecipa alla spesa non ha titolo per fruirne. Condivido la posizione di FraGhiVir che cita a giusta ragione l'art 1121.

Mi rendo conto che vi sarà "leggermente" difficile "cacciare" i bambini i cui genitori non hanno partecipato alla spesa

Scritto da FraGhiVir il 26 Apr 2012 - 11:33:30: Giglio Ti sbagli.

il caso di specie è prettamente regolato da un'altra norma:

art. 1121 c.c. "qualora l'innovazione [...] abbia carattere voluttuario [...] i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa".

...

Peccato che NON si tratti di innovazione e quindi l'art. 1121 C.C. non si applichi! Per favore non diciamo cose "a caso" (e mi rivolgo anche a mi_cimento)!

 

Per essere "innovazione" sarebbe dovuta cambiare la destinazione della parte comune mentre fra le destinazioni normali del giardino c'è anche quella di gioco per i bambini. Quindi è una semplice miglioria, cioè una opera che rende più fruibile il giardino, che resta tale.

 

I casi sono due: o delibera la maggioranza e allora pagano tutti o pagano solo i favorevoli, però è vero che l'uso deve essere garantito a tutti, essendo l'opera fatta su parte comune.

 

Non ho capito una cosa però: l'installazione di questi giochi è stata messa in o.d.g. dell'assemblea e non si è raggiunta la maggioranza oppure non è stato proprio portato l'argomento in assemblea?

 

In ogni caso, i condomini che hanno votato contrario adesso pretendono di usare i giochi?!?

 

Riproponete la questione in assemblea in modo che chi è interessato all'uso partecipi almeno alla quota relativa all'assicurazione e alla manutenzione.

Staff

in una prima assemblea ordinaria è stato portato all'odg e non è passato a maggioranza, successivamente, vista la grande richiesta di altri condomini, abbiamo chiesto un'assemblea straordinaria proprio ad hoc.

hanno partecipato 560 millesimi e 430 millesimi hanno votato favorevolmente.

io punto sul fatto che poi chi userà questi giochi, che prima era contrario oppure non ha partecipato all'assemblea, in coscienza parteciperà al costo sia dei giochi che delle successive manutenzioni, assicurazione ecc...

sarebbe bello se in giurispudenza esistesse un caso simile e sapere come è andata a finire!

intanto ringrazio tutti per i vostri consigli e suggerimenti 🙂

Scritto da demafede il 01 Mag 2012 - 19:29:48: in una prima assemblea ordinaria è stato portato all'odg e non è passato a maggioranza, successivamente, vista la grande richiesta di altri condomini, abbiamo chiesto un'assemblea straordinaria proprio ad hoc.

hanno partecipato 560 millesimi e 430 millesimi hanno votato favorevolmente.

...

Quindi la maggioranza valida in regolare assemblea C'ERA, i giochi si installano e pagano TUTTI, anche chi non li usa.

Staff

veramente??????????? ma l'amministratore ha detto che ci dovevano essere 501 millesimi favorevoli per far pagare a tutti i giochi.....

quindi se ora lui ha sbagliato cosa devo fare? riesci a darmi qualche art. o qualcosa per ribaltare la situazione?

grazie

Scritto da demafede il 02 Mag 2012 - 08:05:38: veramente??????????? ma l'amministratore ha detto che ci dovevano essere 501 millesimi favorevoli per far pagare a tutti i giochi.....

quindi se ora lui ha sbagliato cosa devo fare? riesci a darmi qualche art. o qualcosa per ribaltare la situazione?

grazie

Il riferimento è l'art. 1136 C.C. L'assemblea era di prima o di seconda convocazione? In prima per deliberare occorrono 500 millesimi, in seconda ne bastano 333 (1/3 del totale).

Altrimenti i 500 millesimi occorrono per la manutenzione straordinaria di notevole entità, e non è certo questo il caso...

Da nessuna parte è scritto che per gli "abbellimenti" (?) servano 500 millesimi.

 

Staff

ciao Elena, intanto ti ringrazio per tutte le informazioni.

 

l'assemblea era una straordinaria in seconda convocazione.

anche per le ass straordinarie vale la stessa percentuale dell'art. 1136 o cambia qualcosa?

Scritto da demafede il 06 Mag 2012 - 11:37:29: ciao Elena, intanto ti ringrazio per tutte le informazioni.

 

l'assemblea era una straordinaria in seconda convocazione.

anche per le ass straordinarie vale la stessa percentuale dell'art. 1136 o cambia qualcosa?

Non cambia niente. In seconda convocazione la delibera era perfettamente valida.

 

Staff

×