Vai al contenuto
boss123

Gestire i subentri con danea

sono appena approdato (in prova) a danea, ho alcune domande

 

il condominio apre la gestione il 1-6-200x e chiude il 31-5-200x

 

1) danea tiene conto di queste date o necessita di avere chisure al 31/12?

 

2) se durante l'anno cè un subentro, ho visto che basta aggiungere il nuovo proprietario (o inquilino)... e fin qui è semplice..ma la ripartizione dei conti?

 

quello che va via vuole sapere se deve avere indietro soldi o deve darne, quello che entra vuole giustamente sapere cosa deve pagare per l'anno in corso

difatto come si impostano tali conti?

1) direttamente nella sezione "conti" associando ad ogni conto il calcolo per: giorni, millesimi, consumi, cosi che fatto il subentro ogni voci venga imputata/calcolata in automatico

 

2) direttamente nella sezione "subentri" indicando voce per voce cosa va imputato a chi esce e a chi entra, di volta in volta (per ogni subentro)?

nb: presuppongo che siccome i conti certi si hanno solo a chiusura esercizio, nel mio caso al 31-5-200x solo allora potro' effettivamente andare del vecchio proprietario per chiedere quote ancora dovute (o restituire i crediti maturati) perché avro' effettivamente tutte le bollette e spese registrate per l'intero anno.. DANEA A CHIUSURA ESERCIZiO MI MOSTRA DIRETTAMENTE NEL CONSUNTIVO COSA DOVRO' CHIEDERE/RESTITUIRE?

sperando di essermi spiegato al meglio..grazie

sono appena approdato (in prova) a danea, ho alcune domande

 

il condominio apre la gestione il 1-6-200x e chiude il 31-5-200x

 

1) danea tiene conto di queste date o necessita di avere chiusure al 31/12?

Certo che tiene conto.

Sei tu che imposti le date di inizio e fine esercizio (non necessariamente 365 giorni) ed il programma ti sviluppa il rendiconto in base all'esercizio.

 

2) se durante l'anno cè un subentro, ho visto che basta aggiungere il nuovo proprietario (o inquilino)... e fin qui è semplice..

Il subentro lo devi fare dal MENU "UNITA" cliccando su "effettua subentro" indicando la data del subentro ed il nuovo proprietario.

 

ma la ripartizione dei conti?

Quello che non puoi fare con carta e penna non puoi farlo con nessun software perchè ci sono tante variabili che il software non può conoscere.

Il software si comporta assegnando a ciascuno dei due i giorni di competenza.

Se il nuovo proprietario è subentrato dopo 100 giorni dalla data di inizio esercizio, il software a consuntivo calcola il totale delle spese per l'intera unità e ti calcola che 100/365esimi sono a carico del vecchio proprietario e 265/365esimi sono a carico del nuovo.

Di sicuro il software non potrà dirti quanta ENEL o quanto combustibile dell'impianto di riscaldamento centralizzato è stato consumato nei primi 100 giorni di esercizio.

 

quello che va via vuole sapere se deve avere indietro soldi o deve darne, quello che entra vuole giustamente sapere cosa deve pagare per l'anno in corso

di fatto come si impostano tali conti?

Non potrai mai saperlo se prima non chiudi l'anno (e neanche dopo con precisione).

Forse pagherai la polizza di assicurazione il 240esimo giorno dell'anno ma pagherai per tutto l'anno.

In virtù delle tante variabili, non potrai mai sapere quanto deve dare uno e quanto deve dare l'altro, neanche a fine anno quando avrai il consuntivo.

A fine anno ne risponde il nuovo proprietario per cui ti presenterai il conto spese totali ed il conguaglio totale, evidenziando quanto ha pagato Tizio e quanto ha pagato Caio.

L'accordo sul riparto spese lo devono fare tra loro perchè a te ne risponde di tutto il nuovo proprietario.

Spiega che tu ripartisci le spese di esercizio dell'immobile rispetto al condominio ma non tra due proprietari che subentrano in corso d'opera.

Qualsiasi calcolo fai, con software o con carta e penna, sarà sempre errato se non stabilisci i criteri temporali di addebito all'uno o all'altro.

Devi starne fuori.

 

... DANEA A CHIUSURA ESERCIZiO MI MOSTRA DIRETTAMENTE NEL CONSUNTIVO COSA DOVRO' CHIEDERE/RESTITUIRE?

DANEA a fine esercizio ti mostra:

- quanto è stato versato per quella unità

- quanto è stato il costo per quella unità

- quanto dovrai chiedere/restituire per quella unità

 

Stampando il bilancio individuale avrai il dettaglio di quanto ha versato il vecchio proprietario e quanto ha versato il nuovo.

Avrai, inoltre il dettaglio delle spese TOTALI ripartite tra i due con il criterio dei giorni:

 

100/365 di spesetotali TOTALI ad uno

265/365esimi di spese TOTALI all'altro

Il criterio, però, non è esatto, per esempio, se il riscaldamento è stato consumato nei primi 150 giorni.

intanto grazie perchè mi hai risposto puntualmente..

ne approfitto per altre 2 domande:

 

1) i criteri di ripartizione li deciso nella sezione "conti", esempio: il compenso amministratore va per millesimi (quindi al subentro tizio paga tot giorni e caio tot giorni) ma per i consumi/ contatori?

2) se cè una spesa straordinaria votata dal vecchio proprietario, questa andrebbe imputata a lui ovviamente, ma se il pagamento fattura è avvenuto (per tot motivi) quando è gia entrato il nuovo proprietario?... come faccio a far capire a danea che deve imputarla al vecchio e non al nuovo? cioè questi "sfasamenti" temporali come li faccio capire a danea? ...

ovviamente per spese straordinarie di lieve entità inserire nel bilancio ordiario, se ci fosse un bilancio straordinario a se ,sarebbe piu semplice.. presumo

intanto grazie perchè mi hai risposto puntualmente..

ne approfitto per altre 2 domande:

 

1) i criteri di ripartizione li deciso nella sezione "conti", esempio: il compenso amministratore va per millesimi (quindi al subentro tizio paga tot giorni e caio tot giorni) ma per i consumi/ contatori?

Non ci ho mai provato ma presumo che segua sempre il criterio della data

 

2) se cè una spesa straordinaria votata dal vecchio proprietario, questa andrebbe imputata a lui ovviamente, ma se il pagamento fattura è avvenuto (per tot motivi) quando è gia entrato il nuovo proprietario?... come faccio a far capire a danea che deve imputarla al vecchio e non al nuovo? cioè questi "sfasamenti" temporali come li faccio capire a danea? ...

ovviamente per spese straordinarie di lieve entità inserire nel bilancio ordiario, se ci fosse un bilancio straordinario a se ,sarebbe piu semplice.. presumo

Non puoi farli capire a Danea perchè ci possono essere mille casi che non puoi risolvere nemmeno a penna

 

ESEMPIO:

Esercizio 1 gennaio - 31 dicembre

 

Subentro 28 febbraio

Bolletta gas semestrale 1 gennaio - 30 giugno di 1.000 euro che paghi il 30 giugno

Il riscaldamento è stato in funzione fino al 15 aprile.

 

Quanto di quei 1000 euro deve pagare ciascuno dei due proprietari.

Non te lo potrà dire Danea perche non lo puoi dire neanche tu se non si trova un accordo a monte di come calcolare.

 

Stesso discorso vale per l'ENEL ascensore/autoclave:

quando ti arriva la bolletta come fai a sapere esattamente quanto è stato consumato in un periodo e quanto in un altro?

Mica hai potuto fare le letture dei consumi giornalieri.

 

Se ti immischi nel riparto uscente/subentrante non ne verrai più fuori.

Lascia che si sbrighino loro la rogna perchè non esiste un criterio certo e qualcuno avrà sempre da ridire senza che tu possa fornirgli una risposta esaudiente.

perfetto.... allora vado per giorni di permanenza e tanti saluti ..unica accortezza di chi entra di darmi la lettura del contatore/i

 

grazie mille

Non so Danea ma Millesimo permette di inserire un periodo di competenza su ogni spesa oppure la lettura dei contatori su ogni singolo subentro. All'interno del periodo di competenza la divisione viene fatta in giorni ma Millesimo consente anche di avere periodi che si intersecano e li gestisce correttamente.

 

Boss123 ha comunque ragione: se si può evitare di gestire i riparti tra subentranti è sempre meglio... ma è comunque un servizio in più che l'amministratore può dare (alcuni lo fanno a pagamento), a patto di usare un software intelligente, sennò è meglio lasciar perdere.

Nella sezione "conti" per ciascun sottoconto (quindi voce di spesa) potrai selezionare il criterio di ripartizione nel subentro a) secondo i giorni di permanenza b) imputando la spesa a chi era proprietario alla data di competenza della spesa.

Basta quindi attribuire la corretta data di competenza per attribuire una spesa a chi l'ha deliberata, anche se il pagamento avviene in data successiva al passaggio di proprietà.

×