Vai al contenuto
angelo50

Gestire condominio di 12 unita' senza amministratore

e' possibile se la maggioranza e' d'accordo, poter gestire il proprio condominio di 12 unita' senza amministratore

E' possibile l'autogestione del condominio se la minoranza non chiede l'amministratore, ovvero chiunque può pretendere l'amministratore e se l'assemblea non lo nomina potrà ricorrere al Giudice;

 

cc Art. 1129. Nomina, revoca ed obblighi dell'amministratore. (inderogabile)

Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini ...

Per cui è consigliato che tutti siano d'accordo e non solo la maggioranza, ben sapendo che su tutti ricade la responsabilità civile, penale, amministrativa e fiscale delle parti comuni del condominio

Non è importante il numero di unità, 12 possono essere di proprietà di pochi condomini, quello che si deve conteggiare è il numero dei proprietari, e se questi sono più di otto è possibile l'autogestione del condominio se la minoranza non chiede l'amministratore, ovvero chiunque può pretendere l'amministratore e se l'assemblea non lo nomina potrà ricorrere al Giudice;

 

cc Art. 1129. Nomina, revoca ed obblighi dell'amministratore. (inderogabile)

Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini ...

Per cui è consigliato che tutti siano d'accordo e non solo la maggioranza, ben sapendo che su tutti ricade la responsabilità civile, penale, amministrativa e fiscale delle parti comuni del condominio

e' possibile se la maggioranza e' d'accordo, poter gestire il proprio condominio di 12 unita' senza amministratore

se le 12 unità corrispondono ai condomini, dovrebbe essere nominato un amministratore, a meno che, all'unanimità 1000/1000, non si decida di rinunciare e gestirsi da soli

se le 12 unità corrispondono ai condomini, dovrebbe essere nominato un amministratore, a meno che, all'unanimità 1000/1000, non si decida di rinunciare e gestirsi da soli

Ed a meno che, pur decidendo a maggioranza di non nominare un amministratore, nessuno della minoranza ricorra al Giudice ed accetti la decisione della maggioranza, consapevole o non consapevole delle responsabilità ricadenti su tutti in solido.

nessuno della minoranza ricorra al Giudice ed accetti la decisione della maggioranza, consapevole o non consapevole delle responsabilità ricadenti su tutti in solido.
Infatti l'avevo già evidenziato;

 

post #2- se la minoranza non chiede l'amministratore ...

... ben sapendo che su tutti ricade la responsabilità civile, penale, amministrativa e fiscale delle parti comuni del condominio

sopra le 8 u.i. è obbligatorio un amministratore che può essere un condomino che può anche non saper leggere e scrivere (questo anche se il condominio è di 1000u.i.), lui è l'amministratore, lui ha le responsabilità

 

sotto, al posto dell'amministratore condomino ci può essere un rappresentante condomino con responsabilità condivise con gli altri

Non sopra 8 u.i. ma sopra a 8 condomini e' obbligatorio l'amministratore .

sopra le 8 u.i. è obbligatorio un amministratore che può essere un condomino che può anche non saper leggere e scrivere (questo anche se il condominio è di 1000u.i.), lui è l'amministratore, lui ha le responsabilità...

Si tratta di diritto privato.

Sopra gli 8 condòmini (e non u.i. come ha già fatto notare Peppe) la nomina dell'amministratore è obbligatoria solo su richiesta di almeno un condòmino e non a prescindere.

 

Immagina che si costituisce un nuovo condominio dove non si nomina un amministratore e nessuno ricorre al Tribunale perchè preferiscono fare tutto collegialmente alla bisogna.

 

Chi ha l'autorità di richiedere la nomina giudiziale dell'amministratore oltre il condòmino? --> Nessuno

 

Quali sanzioni ci sono per il condominio con più di 8 condòmini senza amministratore? --> Nessuna

 

Leggi questo articolo che spiega il concetto con molta chiarezza:

 

https://www.condominioweb.com/cosa-succede-se-non-nomina-un-amministratore.1035

Si tratta di diritto privato.

Sopra gli 8 condòmini (e non u.i. come ha già fatto notare Peppe) la nomina dell'amministratore è obbligatoria solo su richiesta di almeno un condòmino e non a prescindere.

 

Immagina che si costituisce un nuovo condominio dove non si nomina un amministratore e nessuno ricorre al Tribunale perchè preferiscono fare tutto collegialmente alla bisogna.

 

Chi ha l'autorità di richiedere la nomina giudiziale dell'amministratore oltre il condòmino? --> Nessuno

 

Quali sanzioni ci sono per il condominio con più di 8 condòmini senza amministratore? --> Nessuna

 

Leggi questo articolo che spiega il concetto con molta chiarezza:

 

https://www.condominioweb.com/cosa-succede-se-non-nomina-un-amministratore.1035

Se ben ricordi era quello che si diceva molti anni fa, in contrasto con un forumista molto esperto, non faccio il nome perchè non è elegante dirlo, io e forse anche tu si sosteneva proprio la non obbligatorietà della nomina se tutti concordi a gestire in armonia il condominio, e proprio con le stesse motivazioni dette oggi.

in armonia è inpossibile la gestione insieme

 

perchè 770 cu etc... devono riportare il nome di uno, non dellì'intero condominio ...

 

la differenza fra sopra e sotto 8

è che sotto 8 si può chiamare rappresentante ...

in armonia è inpossibile la gestione insieme

 

perchè 770 cu etc... devono riportare il nome di uno, non dellì'intero condominio ...

 

la differenza fra sopra e sotto 8

è che sotto 8 si può chiamare rappresentante ...

In armonia è possibilissimo.

E' sufficiente delegare un condòmino ad indicare il proprio nominativo all'Agenzia delle Entrate.

Quel condòmino sarà il rappresentante del condominio presso l'Agenzia delle Entrate ma non sarà l'amministratore del condominio perchè non nominato.

Quando ci sarà da presentare il 770 e la CU lo farà chi ne è capace o si affiderà l'incarico ad un intermediario.

 

Se ne ricorrono le condizioni, CU e 770 sono obbligatori anche nei condòminii sotto i 9 condòmini nei quali non è obbligatorio nominare l'amministratore su richiesta di un solo condòmino.

Chi e come credi che presenta la CU ed il 770 in quei condominii fino a 8 condòmini in cui non c'è l'amministratore?

In armonia è possibilissimo.

E' sufficiente delegare un condòmino ad indicare il proprio nominativo all'Agenzia delle Entrate.

Quel condòmino sarà il rappresentante del condominio presso l'Agenzia delle Entrate ma non sarà l'amministratore del condominio perchè non nominato.

Quando ci sarà da presentare il 770 e la CU lo farà chi ne è capace o si affiderà l'incarico ad un intermediario.

 

Se ne ricorrono le condizioni, CU e 770 sono obbligatori anche nei condòminii sotto i 9 condòmini nei quali non è obbligatorio nominare l'amministratore su richiesta di un solo condòmino.

Chi e come credi che presenta la CU ed il 770 in quei condominii fino a 8 condòmini in cui non c'è l'amministratore?

allora convieni con me, che qualcuno deve essere nominato

solo che sotto 8 lo puoi chiamare rappresentante

sopra solo amministratore

 

UNA NOMINA DI UN TIZIO C'è SEMPRE !!!!

potrà anche non essere scritto nel verbale, ma nei fatti, un tizio c'è sempre !!!!

UNA NOMINA DI UN TIZIO C'è SEMPRE !!!!

potrà anche non essere scritto nel verbale, ma nei fatti, un tizio c'è sempre !!!!

Concordo con entrambi, il "tizio" c'è sempre, ma con compiti e responsabilità nettamente diverse

... UNA NOMINA DI UN TIZIO C'è SEMPRE !!!!

potrà anche non essere scritto nel verbale, ma nei fatti, un tizio c'è sempre !!!!

La risposta te l'ha già data Tullio.

 

Il Tizio rappresentante all'Agenzia delle Entrate rappresenta soltanto il punto di raccordo tra condominio e Fisco.

Il rappresentante del condominio all'Agenzia delle Entrate indica solo il nominativo di riferimento al quale l'Agenzia delle Entrate invierà eventuali sanzioni/comunicazioni per conte del condominio ma il rappresentante di condominio all'A.d.E. non risponde in proprio ne civilmente ne penalmente.

 

L'amministratore regolarmente nominato dall'assemblea, invece, risponde civilmente e penalmente per tutte le sue inadempienze.

 

Ci sono alcuni amministratori che una volta nominati non vanno neanche a fare il passaggio di rappresentanza all'Agenzia delle Entrate lasciando il nominativo del vecchio amministratore.

Secondo te chi risponde per il condominio:

L'ultimo amministratore nominato ma che non ha fatto il passaggio all'Agenzia delle Entrate o l'ex amministratore che, pur essendo stato regolarmente sostituito con tanto di verbale di revoca e nuova nomina risulta ancora rappresentante all'Agenzia delle Entrate?

×