Vai al contenuto
Giuseppe1953

Gestione conto corrente condominiale da parte dell amministratore

il mio amministratore paga dal conto corrente postale condominiale i lavori e varie spese con assegni postali, inoltre si reca lui in condominio per ricevere( non a tutti) le quote condominiali in contanti fa versamenti in contanti sul conto che sono sempre di importi diversi tra loro è non consentono un controllo effettivo di quello che si versa e di chi versa

, pagando con assegni, non si sa cosa paga, è perchè, ed a chi , inoltre sono state eseguite tabelle millesimali l'architetto incaricato è stato pagato come lavoro occasionale è figura sul conto un importo inferiore a quanto pagato dal condominio forse i l amministratore del condominio è sostituto d imposta ed ha dovuto trattenere le tasse sul'importo grazie se qualcuno mi aiuta a capirci.

 

In sintesi a mia memoria l'ultime norme in maniera di condominio ,specificavanno che tutti i pagamenti ed i versamenti dovevano essere fatti con bonifico bancario indicando la causale pena la revoca dell'amministratore, ciò al fine di tutelare i condomini da UN USO DISTORTO E NON CONTROLLABILE DELLE FINANZE CONDOMINIALI anche al fine di eliminare il confllito d'interesse tra i soldi dell amministratore e quelli dei condomini

La legge stabilisce che tutte le somme devono "transitare" attraverso il conto corrente, ciò significa che tutto quanto da lei esposto è perfettamente lecito e regolare:

- Può pagare qualsivoglia tramite assegno

- Può ricevere pagamenti in contanti a condizione che li depositi personalmente in banca/posta

- Il compenso dei professionisti deve essere decurtato della ritenuta d'acconto che entro il 16 del mese successivo sarà versata tramite F24 dall'amministratore stesso

Quindi è un buon amministratore fino a che non sarà provato il contrario..............

il mio amministratore paga dal conto corrente postale condominiale i lavori e varie spese con assegni postali, inoltre si reca lui in condominio per ricevere( non a tutti) le quote condominiali in contanti fa versamenti in contanti sul conto che sono sempre di importi diversi tra loro è non consentono un controllo effettivo di quello che si versa e di chi versa

, pagando con assegni, non si sa cosa paga, è perchè, ed a chi , inoltre sono state eseguite tabelle millesimali l'architetto incaricato è stato pagato come lavoro occasionale è figura sul conto un importo inferiore a quanto pagato dal condominio forse i l amministratore del condominio è sostituto d imposta ed ha dovuto trattenere le tasse sul'importo grazie se qualcuno mi aiuta a capirci.

 

In sintesi a mia memoria l'ultime norme in maniera di condominio ,specificavanno che tutti i pagamenti ed i versamenti dovevano essere fatti con bonifico bancario indicando la causale pena la revoca dell'amministratore, ciò al fine di tutelare i condomini da UN USO DISTORTO E NON CONTROLLABILE DELLE FINANZE CONDOMINIALI anche al fine di eliminare il confllito d'interesse tra i soldi dell amministratore e quelli dei condomini

perchè non si sa ?

basta vedere il libro giornale dei movimenti di entrata e uscita e si sa quando (data), a chi e perchè (descrizione dell'operazione).

magari c'è anche un numero fattura, e poi c'è la matrice del libretto degli assegni (se ci scrive qualcosa).

queste cose vanno poi raffrontate all'e/c condominiale ...

può il condomino richiedere di vedere il libro giornale dei movimenti entrate ed uscite ed estrarne copia?, la legge lo consente ? come si fà la richiesta all'amministratore??

grazie, mi può dire se tutte le somme spese -entrate devono passare per il conto corrente condominiale o alcune no , esempio il compenso dell'amministratore, le ritenute d acconto sui lavori effettuati nel palazzo, le piccole spese, e se è leggittimo che l'amministratore non versi somme in contanti sempre uguali ma di diverse cifre senza motivazioni e paghi con assegni anzichè coi bonifici grazie

tutto deve transitare sul c/c condominiale; per le entrate ci saranno ovviamente i bonifici fatti direttamente dai condomini, i versamenti di assegni per chi paga con assegno, i versamenti contanti per chi paga in contanti.

per le uscite tutte le fatture pagate (bonifico o assegno appaiono comunque sull'estratto conto), i pagamenti f24; il pagamento di imprese con assegno del conto condominiale è ammesso.

per i contanti, è possibile che vengano versate cifre riferentesi a versamenti di più condomini o cifre inferiori perchè viene trattenuto in cassa contanti una cifre per piccole spese che sarebbe poco pratico pagare con bonifici o assegni (comunicazioni postali per solleciti, cancelleria, ...).

comunque sia, quello che contabilmente sarà l'avanzo di cassa della gestione come risulta dal saldo del giornale movimenti (tutto quanto sopra deve essere riportato sul giornale) deve essere uguale al saldo del c/c del condominio più eventuali contanti rimasti in cassa per le piccole spese.

×