Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
gio7

Gestione condominiale amministratore

Vorrei avere delle informazioni a proposito della gestione condominiale del mio amministratore:

1° nel preventivo 2005 il suo compenso era di 1.280, nel consuntivo stesso anno si è autoaumentato il compenso di 250 euro senza alcuna discussione o delibera e da allora il suo compenso è rimasto tale senza che nessuno controllasse (io compresa). Quest'anno ancora deve indire l'assemblea per l'approvazione consuntivo 2009-preventivo 2010. Che posso fare?

2° nel consuntivo 2004, contrariamente a quanto da sempre,fatto e come previsto per legge,ha diviso il suo compenso 1/3 su tabella proprietà e 2/3 tabella scale (?) agevolando il proprietario del garage ed i negozi. I consuntivi fino al 2008 sono stati approvati, manca il 2009. Che posso fare?

3° nell'assemblea del 2006 il condominio dà mandato all'amministratore di chiedere un aumento all'inquilino dell'appartamento condominiale fino alla scadenza del contratto 2008 (canone mensile meno di 200 euro)La decisione viene completamente ignorata.

3° nell'assemblea del 2007 l'assemblea dà mandato all'amministratore di procedere alla liberazione dell'appartamento di cui sopra tramite legale. La decisione è disattesa . Non solo,ma ho saputo che il contratto di affitto è stato rinnovato sempre per la stessa somma. Incredibile!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non riesco a leggere la risposta. Forse c'è un errore. Inserisco di nuovo i problemi. grazie per la disponibilità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'altra discussione è stata chiusa perchè doppia,il linck ti segnalava dove continuare,ossia, in questa cliccando su rispondi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da gio7 il 14 Mag 2010 - 11:59:30:Vorrei avere delle informazioni a proposito della gestione condominiale del mio amministratore:

1° nel preventivo 2005 il suo compenso era di 1.280, nel consuntivo stesso anno si è autoaumentato il compenso di 250 euro senza alcuna discussione o delibera e da allora il suo compenso è rimasto tale senza che nessuno controllasse (io compresa). Quest'anno ancora deve indire l'assemblea per l'approvazione consuntivo 2009-preventivo 2010. Che posso fare?

non possiamo sapere noi, perchè voi, avete approvato un consuntivo con un compenso più alto

se si fosse trattato del 2007 potevo avanzare l'ipotesi che si trattava dell'aumento per il lavoro "imprevedibile" in più necessario per l'introduzione dell'obbligo della r.a. del 4% praticamente per tutti i lavori condominiali ...

comunque quel che è fatto è fatto

visto che chiaramente quest'amministratore non vi soddisfa, parlano con altri, cercate dei preventivi alternativi, prendete una decisione e

1) chiedete la convocazione di un assemble come da art 66 disp attuative del codice civile

2) raccogliete le deleghe di quelli che normalmente non muovono il culo per venire in assemblea

3) cambiate amministratore

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da gio7 il 14 Mag 2010 - 11:59:30:

....

2° nel consuntivo 2004, contrariamente a quanto da sempre,fatto e come previsto per legge,ha diviso il suo compenso 1/3 su tabella proprietà e 2/3 tabella scale (?) agevolando il proprietario del garage ed i negozi. I consuntivi fino al 2008 sono stati approvati, manca il 2009. Che posso fare?

il compenso amministratore, salvo indicazione contraria di un reg contrattuale và ripartito sempre in base ai millesimi come da art 1123 1° comma

ogni riparto contrario alla legge è una delibera NULLA, sempre impugnabile

quindi alleati con altri e fai cambiare il riparto, magari puoi accontentarti di farlo cambiare dal 2009 altrimenti devi essere decisa nel far presente (e lo devi fare, magari insieme ad altri) che adirai alle vie legali, impugnado i riparti, perchè una decisione nulla, si può impugnare anche fra 100 anni ... facendoti restituire tutto il maltolto

Sono nulle le delibere condominiali approvate a maggioranza che modificano i criteri di ripartizione delle spese comuni (22/03/2010)Corte di cassazione, Sez. II Civ., Sentenza 19 marzo 2010 n. 6714 Ricorra la nullità della delibera condominiale quando l'assemblea del condominio proceda a una modificazione dei criteri di riparto non in via definitiva ma soltanto contingente e riferita a spese straordinarie: l'assemblea in mancanza di un accordo unamine dei condomini non ha il potere di stabilire o modificare i criteri di riparto delle spese in violazione delle prescrizioni stabilite dall'art. 1123 cod. civ., secondo cui i contributi devono essere corrisposti dai condomini in base alle tabelle millesimali, atteso che tale determinazione non rientra nelle attribuzioni conferite all'assemblea dall'art. 1135 cod. civ. Si configura, invece, l'annullabilità della delibera quando l'assemblea, senza adottare alcuna decisione in merito ai criteri da seguire, si sia limitata a ripartire le spese in violazione delle disposizioni di cui all'art. 1123 ccod. civ..

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da gio7 il 14 Mag 2010 - 11:59:30:

...

3° nell'assemblea del 2006 il condominio dà mandato all'amministratore di chiedere un aumento all'inquilino dell'appartamento condominiale fino alla scadenza del contratto 2008 (canone mensile meno di 200 euro)La decisione viene completamente ignorata.

3° nell'assemblea del 2007 l'assemblea dà mandato all'amministratore di procedere alla liberazione dell'appartamento di cui sopra tramite legale. La decisione è disattesa . Non solo,ma ho saputo che il contratto di affitto è stato rinnovato sempre per la stessa somma. Incredibile!!!!!!

senza conoscere il contratto è un po' difficile risponderti

 

l'assemblea può anche deliberare l'aumento, ma se la controparte non accetta e il contratto non è in scadenza e non si può sfrattare ... l'aumento non si fà di certo ...

 

forse il contratto non è stato rinnovato, ma semplicemente non è stata data la disdetta, quindi si è rinnovato

se il vs amminstratore è così distratto e incompetente su queste cose non oso immaginare come sia su altre

si ricorda di pagare l'ici? si ricorda di pagare la registrazione del contratto e farsi pagare la metà dall'inquilino? si ricorda di farvi sapere in tempo per il 730/740 quanto ognuno di voi deve dichiarare nella sua dichiarazione dei redditi, come entrata dalla proprietà comune ?

si ricorda di aggiornare la polizza condominiale e magari cercarne una che costi meno a parità di coperture o lo stesso con maggiori coperture?

si ricorda di disdettare alle scadenze i contratti ascensore, per ricontrattarne il prezzo, mantenendolo a livelli di mercato?

etc... etc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie per la esaudiente risposta.

Il condominio purtroppo è formato da persone molto anziane e semplici e ci sono molti esterni. Alle assemblee si presentano in pochi e a volte nemmeno il terzo. Ho provato a sollecitarli chiedendo la firma per la convocazione di assemblea straordinaria per la nomina di un nuovo amministratore, stante la progatio di anni,ma nessuno si è mosso. Quest'anno,nonostante tutti gli impegni e nonostante avessi ricevuto la raccomandata il venerdi per la convocazione del lunedì successivo, sono andata all'assemblea annuale ed ho chiesto la prova che tutti gli "esterni" fossero stati avvisati in tempo e..guarda caso, non c'era. Le raccomandate erano state spedite solo dieci giorni prima della convocazione. Ho chiesto che la assemblea fosse annullata. E' successo il finimondo. Sto aspettando la nuova convocazione.

Del nuovo contratto di affitto, quello vecchio era scaduto nel 2008, ho la certezza perchè nel bilancio consuntivo 2009,allegato alla convocazione annullata, si indicava l'entrata per l'affitto (circa 2.000 euro all'anno; solo l'ICI è di 350 e.!!) ed il pagamento dell'imposta di registro. Avendo l'assemblea dato mandato per agire al fine di liberare l'immobile, scaduto il contratto di locazione, l'amministratore può,di sua iniziativa, concluderne uno nuovo?

Abbiamo fatto lavori straordinari per diverse migliaia di euro e non ha mai presentato la pratica per le detrazioni del 36%...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

preciso che l'amministratore di cui sopra è regolarmente iscritto all'albo A.N.AMM.I ed il suo compenso è come da tariffe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da gio7 il 16 Mag 2010 - 17:27:31:preciso che l'amministratore di cui sopra è regolarmente iscritto all'albo A.N.AMM.I

Questo non è una garanzia.

Le associazioni non possono nè tutelare i condòmini, nè imporre sanzioni o provvedimenti nei riguardi dei loro iscritti,quindi,tutto dipende solo dalla professionalità del mandatario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Patrizia Ferrari il 16 Mag 2010 - 17:45:34:

 

Questo non è una garanzia.

Le associazioni non possono nè tutelare i condòmini, nè imporre sanzioni o provvedimenti nei riguardi dei loro iscritti,quindi,tutto dipende solo dalla professionalità del mandatario.

aggiungo che non ci sono tariffe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×