Vai al contenuto
Leonar

Genitori e bambino ormai insopportabili ...

ciao a tutti, come da titolo si può capire il problema...

ormai è 2 anni che vivo in questo maledetto condominio ed sono 2 anni che genitori e bambino che abitano al piano di sopra al mio disturbano il mio riposo e la mia tranquillità. Tra corse e salti del bambino giornalieri e notturni, ha incominciato pure a vibrare il mio lampadario in soggiorno. Per non parlare degli oggetti che cadono in continuazione o degli urli dei genitori contro il bambino, che ovviamente si sa, al bambino non interessano niente ( penserà credo io, tanto son soltanto urli poi ricomincio ). Avvertito già varie volte l'amministratore ma il suo avviso verso questa famiglia vale solo un paio di giorni, poi si ricomincia.

ed adesso? che devo fare? come comportarmi?

Purtroppo devi solo sperare di ottenere qualcosa parlando con queste persone o col proprietario dell'appartamento se sono lì in affitto,altre strade non credo che porteranno a soluzioni significative,altrimenti c'è sempre la soluzione definitiva di andarsene (sempre che tu lo possa fare).

 

coraggio....pensa che siamo in tanti a vivere in situazioni simili alla tua!

L'amministratore non ha titolo per intervenire; se lo ha fatto è solo a titolo di cortesia.

L' unica è parlare ai vicini e sperare che comprendano. Il che è raro perchè in genere l' atteggiamento imperante è ''è normale che mio figlio faccia rumore, è il vicino ad essere esagerato''.

Questo perchè alcune persone non sanno mettersi nei panni degli altri e immaginarsi la scena in cui non riescono a dormire, si svegliano per il rumore... devono smettere di leggere perchè i tonfi li distraggono...

L' unica è sperare che comprendano.

 

Eviterei anche di lamentarmi troppo esplicitamente perchè purtroppo non porta a nulla anzi spesso peggiora solo le cose.

La cosa migliore che potresti fare è provare a farteli amici, scherzare, parlare con loro... e dopo un pò quando siete entrati in sintonia chiedergli di fare meno rumore, ma anche qui comunque è questione di fortuna.

Registra i rumori che fanno, e poi nel cuore della notte mandali a tutto volume! Quando ti diranno di essere disturbati, dirai candidamente che sono solo la registrazione dei loro rumori!

Muoia Sansone MA CON TUTTI I Filistei!

Muoia Sansone MA CON TUTTI I Filistei!

Si si.. un altro supereroe... pensa quanti calci nel sedere rischia di prendersi quando tutti gli altri inquilini verranno svegliati nel cuore della notte 😂

Ma i bambini di notte non dovrebbero dormire ? E anche gli adulti? Comunque ti capisco, è un inferno, so anche cheparlare serve a poco.

E' inconcepibile la maleducazione di certe persone che permettono ai figli un comportamento così.

Anche se i rumori sono di giorno è intollerabile sentire continuamente corse, salti, oggetti sbattuti per terra, urla (dei bambini e dei genitori). Poi sono gli stessi genitori che sbattono porte, finestre, camminate con i tacchi, sbattiti di oggetti. Tutto il giorno, tutti i giorni................E se provi a reagire facendo rumore perché uno spera che possano capire, incrementano di più con i rumori! Come la vogliamo chiamare? Maleducazione, menefreghismo, mediocrità?

Come la vogliamo chiamare? Maleducazione, menefreghismo, mediocrità?

Secondo me andrebbe chiamata ''incapacità di mettersi nei panni degli altri''.

Ci sono certe persone che nella vita di tutti i giorni non riescono a capire (o anche solo a chiedersi) cosa provano gli altri, se quello che fanno da fastidio, quali effetti hanno sugli altri...

E' proprio una questione di sapersi immedesimare.

Per esempio ci sono certe persone che fanno bullismo, prendono in giro gli altri... questo perchè nel momento in cui lo fanno si rifiutano di cercare di capire cosa c'è nella testa dell' altro.

E' un pò come vivere senza mai chiedersi cosa provano gli altri, credendo che si è gli unici ad esistere.

 

Non è semplice menefreghismo secondo me. E' proprio un incapacità di capire gli altri.

Per esempio secondo me nel momento in cui fanno rumore non si chiedono ''ma da fastidio?'' e anche se se lo chiedono pensano ''è il vicino ad essere esagerato''.

E' una questione proprio di sapersi relazionare. Se per esempio io mi metto su una panchina e c'è un altra persona, e c'è qualcosa che gli da fastidio, io posso pensare due cose: che posso cercare di fare qualcosa per non dare fastidio, oppure che ''è colpa sua, è lui che è noioso e non sopporta i rumori''.

E' una questione proprio di impostazione mentale: certe persone è come se pensassero che tutto il male viene dagli altri. Concepiscono le relazioni come unilaterali: non c'è qualcosa che si può fare per stare meglio assieme: semplicemente la colpa o è di uno o dell' altro.

 

Non pensano di trovare una soluzione per rendere vivibile la situazione a tutti, ragionano a ragione o a torto, pensano che tu hai torto perchè sei esagerata e loro hanno ragione. Secondo me pensano ''è impossibile fare piano quindi ha torto lei'', è proprio una questione di sapersi relazionare, pensano che la soluzione al problema debba arrivare al 100% da te e allo 0% da loro.

 

Scusa se ho dilungato.

E' beceraggine, maleducazione, arroganza, inciviltà,credere di essere i padroni del mondo, e certamente, anche incapacità di mettersi nei panni altrui.

Lascia perdere. Hai sempre torto a lamentarti anche perchè i tuoi vicini non fanno rumore proprio perchè hanno bambini che devono fare i riposini e i compiti, sono angioletti, inoltre nel condominio il rumore è normale, devi sopportare, ma tu, tu non puoi nè arrabbiarti nè fare rumore nè lamentarti perchè così facendo ... disturbi i vicini. Credimi mi è capitato.

Ricordati che sei in italia ( il minuscolo è voluto ) dove ci sono migliaia di leggi e nessuna voglia dei magistrati di farle rispettare. Pensa a Roma capitale e tutti i suoi recenti problemi, che sono veramente importanti. Se i magistrati se ne fottono e si fanno sbeffeggiare dalla mafia, cosa vuoi che seguano le tue scaramuccie con i vicini. Ciao

×