Vai al contenuto
ch357salva

Furto e sostituzione serratura porta di ingresso

Vorrei sapere, nel caso di furto con scasso,chi fra inquilino e proprietario, è tenuto alle spese per la sostituzione della serratura della porta di ingresso.

grazie ch 357

Vorrei sapere, nel caso di furto con scasso,chi fra inquilino e proprietario, è tenuto alle spese per la sostituzione della serratura della porta di ingresso.

grazie ch 357

art. 1609 cc: “Le riparazione di piccola manutenzione, che a norma dell’art. 1576 devono essere eseguite dall’inquilino a sue spese, sono quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall’uso e non quelli dipendenti da vetustà o da caso fortuito. Le suddette riparazioni, in mancanza di patto, sono determinate dagli usi locali.

Tra il caso fortuito rientrano atti vandalici, agenti atmosferici e, appunto, furto.

 

Quindi, salvo diversamente stabilito a contratto (e solo per affitti liberi, gli altri sono regolamentati e tale articolo non è derogabile), la spesa di sostituzione/riparazione per danni causati dal furto spetta al locatore.

la spesa di sostituzione/riparazione per danni causati dal furto spetta al locatore. mi sovviene un dubbio atroce! Ho un negozio affittato ad una gioielleria. l'inquilino è asicurato. Il condominio ha la normale assicurazione. Il dubbio è : Se avviene una rapina con danni alla struttura del negozio (Vetrine, mobilio ecc. ) chi rifonde il danno ?

Anche a me viene un dubbio. Per prevenire il rischio furto di un appartamento locato ho fatto installare a mie spese dei cancelletti di sicurezza. L'inquilino li lascia regolarmente aperti, giorno e notte, quasi un invito ad entrare!!! Quindi a mio avviso non rispetta l' articolo 1587 ,Obbligazioni principali del conduttore.Il conduttore deve:1) prendere in consegna la cosa e osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsene ... Cosa mi dite nel malaugurato caso dovessero entrare in casa, non vedo perchè dovrei ripagare i danni io che mi sono impegnata a prevenire??? grazie

mi sovviene un dubbio atroce! Ho un negozio affittato ad una gioielleria. l'inquilino è asicurato. Il condominio ha la normale assicurazione. Il dubbio è : Se avviene una rapina con danni alla struttura del negozio (Vetrine, mobilio ecc. ) chi rifonde il danno ?

Giovanni, il dubbio dovevi fartelo venire PRIMA di affittare il negozio. Se non hai inserito una clausola in cui il conduttore afferma che i danni all'immobile dovuti a furti o tentativi di furto sono a suo carico, allora li devi pagare tu. Naturalmente solo i danni all'immobile, tutti il resto rimane sempre a carico suo (tranne se lo hai affittato completo di mobili). Oppure inserire una clausola che obbliga il conduttore a stipulare una assicurazione che copra i danni all'immobile derivanti da atti vandalici e furto.

Non ti resta che chiedere all'affittuario se l'assicurazione che ha stipulato, oltre al contenuto del negozio, copre anche i danni alle vetrine e all'immobile in generale, altrimenti non ti rimane che farne una a carico tuo.

 

Anche a me viene un dubbio. Per prevenire il rischio furto di un appartamento locato ho fatto installare a mie spese dei cancelletti di sicurezza. L'inquilino li lascia regolarmente aperti, giorno e notte, quasi un invito ad entrare!!!

Se i danni da furto sono conseguenti a negligenza dell'inquilino (lasciare aperto il cancelletto di sicurezza è sicuramente un caso di questi) allora lui ne è responsabile e deve provvedere alla sistemazione.

Mi ricordo un caso in cui una macchina era stata rubata e pur essendo assicurata contro il furto l'assicurazione non avera risarcito il proprietario perchè era riuscita a dimostrare che l'aveva lasciata parcheggiata con le chiavi inserite nel cruscotto (era sceso un attimo per andare all'edicola mi sembra di ricordare).

Giovanni, il dubbio dovevi fartelo venire PRIMA Com'era quel proverbio?? "Fammi indovino e ti farò ricco" Hai ragione. Io chiesi se erano assicurati e naturalmente mi dissero di si. Però non ho idea se nell'assicurazione fossero compresi i danni al negozio. Poi non vorrei che, anche se fossero assicurati per quei danni"vandalici o conseguenza da furto" La loro assicurazione una volta liquidati si rivalessero verso di me in concorso.

Poi non vorrei che, anche se fossero assicurati per quei danni"vandalici o conseguenza da furto" La loro assicurazione una volta liquidati si rivalessero verso di me in concorso.

E in concorso di cosa? Se sono assicurati per danni all'immobile in caso di furto, l'assicurazione una volta liquidati i danni poi non si può rivalere su di te, non ti preoccupare.

Ma la clausola che compare, di norma, nei contratti, almeno per quelli abitativi, che recita che il conduttore "..... col ritiro delle chiavi, costituendosi da quel momento custode della stessa...." non lo rende responsabile?

Mi risulta che nei contratti per i conduttori vi sia la clausola dei danni all'immobile causati da furto.

Ho qualche dubbio a ritenere ascrivibili questi eventi nella fattispecie dei casi fortuiti.

Con un po' di logica e buon senso, e parlo di locazione di appartamenti perchè nel caso di locali commerciali forse le cose sono un pò più complicate e andrebbero ben specificate nel contratto, credo che la responsabilità del conduttore sia per ciò che riguarda la normale manutenzione, semprechè l'oggetto in questione sia stato consegnato in ottime condizioni. Per fare un esempio, se si rompe un rubinetto seminuovo che il conduttore ha usato per anni, tocca a lui. Se il rubinetto è vecchio di trent'anni e si rompe dopo un mese allora il locatore, se è una persona onesta deve provvedere lui. Tutto dipende dall'onestà morale dei due soggetti del contratto.

Se un fulmine o un albero caduto demoliscono un muro o una banda di scassinatori demolisce la porta di ingresso cosa c'entra il conduttore, anche se ha preso in custodia l'immobile? Purtroppo, quando si tratta di pagare, molti si scordano la dignità (che non è regolata da alcuna legge) e trovano tutte le scuse per scaricare all'altro le spese.

ch357

ciao

 

mi inserisco nella vostra disquisizione, e ritengo che non ci sia alcun dubbio a chi compete la spesa, salvo specifici accordi diversi ed è certamente e assolutamente a carico del conduttore che essendo custode della cosa locata, è lui che deve vigilare.

ritengo che non ci sia alcun dubbio a chi compete la spesa, salvo specifici accordi diversi ed è certamente e assolutamente a carico del conduttore che essendo custode della cosa locata, è lui che deve vigilare.

Come ho più volte scritto, quando si esprimono certezze bisognerebbe motivare tali certezze. Sopratutto se poi qualcuno, convinto della correttezza di quanto riportato, dovesse poi scoprire a proprie spese che non erano poi "così certe".

Sarebbe utile quindi inserire articoli del codice civile, sentenze di tribunale, articoli di riviste specializzate oppure semplici esperienze personali, a suffragio di quanto asserito. Altrimenti sarebbe meglio specificare che si tratta solamente di una propria opinione. Per amor del cielo, pienamente legittima, ma pur sempre una opinione, evitando espressioni del tipo "certamente ed assolutamente", "senza ombra di dubbio" etc etc.

 

In ambiente giuridico esiste una definizione di "caso fortuiito" sia nel diritto penale che civile.

Tornando al discorso iggetto di questo messaggio, riporto un utile articolo de "il sole 24 ore":

http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/esperto-risponde/2012-01-11/porta-scassinata-carico-locatore-082432.php

 

Per chi poi volesse approfondire il discorso sulla responsabilità della cosa in custodia (non solamente nelle locazioni) segnalo questo utile articolo:

http://amsacta.unibo.it/3379/1/Incendio_cose_in_custodia_%28RC_2012,_3,_222-2277%29.pdf

 

Detto questo ...Buona continuazione di Feste a tutti :thumbup:

×