Vai al contenuto
kierin

Forzare la data del rogito

Buonasera a tutti

ho stipulato un preliminare a ottobre 2015 per l'acquisto di un immobile con indicazione che il rogito sarebbe stato fatto entro il 30.06.2016. Il venditore insisteva addirittura che il rogito fosse fatto entro dicembre 2015, ma non si è fatto in tempo.

L'immobile costituisce la seconda casa per il venditore ed è totalmente inutilizzato.

C'è una camera che il venditore mi ha proposto di acquistare (non inserta nel preliminare) per la quale non ci siamo accordati sul prezzo e di conseguenza adesso lui non mi permette di fissare la data del rogito.

Tramite agenzia stiamo proponendo date da febbraio, ma senza esito.

Gli abbiamo anche proposto di rogitare (tanto prima di trasferirci passeranno un paio di mesi) e di lasciare la camera rendendoci disponibili alla custodia e ad aiutare chi verrà a prenderla nello smontaggio, ma anche qui senza esito.

E' possibile in un qualche modo fissare questo rogito prima del 30 giugno?

 

Grazie a chi mi risponderà.

Buona continuazione a tutti.

Se hai la possibilità e non trovi un accordo, acquista la camera (al rogito) e poi rivendila tu direttamente; anche se ci perderai un po', sarà forse meglio che restare nell'incertezza.

Ciao, senza l'accordo di ambe le parti non puoi fare nulla. Ma questo venditore non è che sta facendo marcia indietro?

Buonasera a tutti

ho stipulato un preliminare a ottobre 2015 per l'acquisto di un immobile con indicazione che il rogito sarebbe stato fatto entro il 30.06.2016.

E' possibile in un qualche modo fissare questo rogito prima del 30 giugno?

 

Grazie a chi mi risponderà.

Buona continuazione a tutti.

premesso ce appunto, l'accordo delle parti supera tutto, avete firmato un atto in cui scrivete che il rogito va fatto ENTRO il 3.6.2016.

L'italiano non è un optional, "entro" significa "entro", puo' andare bene il 1 aprile come il 1 giugno, o il 30 giugno.

Al venditore dovrebbe interessare rogitare per avere il denaro e smettere di pagare tasse sulla casa no?

la camera... se in compromesso avete scritto che la casa si acquista libera, libera deve essere.

Se al rogito non è libera, lo farai presente al notaio .

Suggerisco di rogitare ugualmente, prendi la camera e la metti in un garage, deposito o che altro e intimi formalmente il venditore a prendersi il mobilio.

Grazie a tutti per le risposte. Purtroppo il proprietario della casa è un vecchietto con le idee un po' strampalate. Ha questa casa disabitata in vendita da 3 anni con una camera da letto. A noi non interessava, ma visto che ci ha chiesto se la volevamo, chiarendo che non ce ne saremmo fatti nulla, abbiamo fatto una proposta (a voce e non inserita nel preliminare che non contempla la camera da letto). Lui ha rilanciato e ha detto "pensateci". Alla fine abbiamo deciso di non accettare l'offerta e di rogitare. Il vecchietto adesso fa il dispettoso e ci fa aspettare.

Gli abbiamo proposto di rogitare e lasciarla lì dandogli comunque del tempo per venderla, o comunque gli abbiamo fatto un'altra proposta di acquisto per questa camera, ma lui vuole più soldi che francamente dato che poi dovremmo tentare di rivenderla e almeno andare in pari non ci sentiamo di spendere.

Così purtroppo ci rimette solo lui, in tasse e in spese, anche perché la nostra offerta era a tempo e adesso per quella camera non siamo disposti a dargli più niente. 🙂

×