Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
gunter

Fornitori in assemblea

Buongiorno a tutti, vorrei sapere se qualcosa vieta ad un condomino di invitare in assemblea un fornitore per esporre meglio la propria offerta. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti, vorrei sapere se qualcosa vieta ad un condomino di invitare in assemblea un fornitore per esporre meglio la propria offerta. Grazie.

Diciamo che io userei due accorgimenti fondamentali per non far venire cattivi pensieri:

 

1) Far entrare il fornitore in assemblea solo il tempo necessario per spiegare la sua offerta.

 

2) Se ci sono più preventivi anche di altri condòmini devono essere avvisati affinchè venga data anche a loro la possibilità di far partecipare il fornitore di fiducia.

Sarebbe bene che, senza parlare di costi, tutti i fornitori fossero presenti contemporaneamente in modo da assistere ad un dibattito tra tecnici sulla bontà del loro lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il Garante della Privacy ha ribadito, a più riprese, la necessità di garantire il diritto alla riservatezza anche durante le assemblee di condominio. Equiparate a riunioni di carattere privato, il Garante disciplina la partecipazione di estranei alla riunione, confermando la necessità di allontanare le persone estranee al condominio. Regola e disciplina la presenza in assemblea di tecnici che deve essere necessariamente limitata a ragioni legate al loro incarico ricevuto dall’assemblea, allontanandosi subito dopo.(condominioelocazioni.it) La materia della privacy in assemblea assume notevole rilevanza, anche ai fini della garanzia di un certo ordine di svolgimento di cui l’assemblea necessita. - See more at: http://www.condominioelocazioni.it/index_file/news18.htm#sthash.0iq8wy7i.dpuf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Riesumo questo topico per un consiglio: nel caso uno dei fornitori fosse anche condòmino, quale sarebbe il comportamento più corretto? Si allontanano tutti i fornitori, condòmino-fornitore incluso, e lo si fa votare dopo che gli altri condòmini hanno espresso il loro voto, oppure si allontanano solo i fornitori estranei al condominio e si vota in presenza del fornitore-condòmino?

(grazie)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

??? Secondo me sarebbe utile la trasparenza, lascerei gli invitati al fine di illustrare i vari lavori e successivamente alla visione dei prezzi. Così da non intravedere nessun dibattito acceso anche in virtù di un possibile conflitto di interessi.saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se un fornitore è anche condomino, non si può farlo allontanare però sarebbe bene che questo ad evitare eventuali forme di conflitto d'interessi si astenesse dal voto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Esatto! Il fornitore ha un capitolato lavori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tullio, secondo te il fornitore "estraneo" dovrebbe rimanere durante la votazione? Io, dopo i chiarimenti del caso sui lavori previsti, avrei allontanato tutti e due per poter discutere (brevemente) più liberamente con gli altri condòmini, e avrei registrato il voto (auspicabile astensione) del c-f...

 

Se un fornitore è anche condomino, non si può farlo allontanare però sarebbe bene che questo ad evitare eventuali forme di conflitto d'interessi si astenesse dal voto.

@Biagio: entrambi hanno presentato un preventivo già in mano a tutti i condòmini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tullio, secondo te il fornitore "estraneo" dovrebbe rimanere durante la votazione? Io, dopo i chiarimenti del caso sui lavori previsti, avrei allontanato tutti e due per poter discutere (brevemente) più liberamente con gli altri condòmini, e avrei registrato il voto (auspicabile astensione) del c-p...

Secondo me, visto il conflitto di interessi del fornitore/condòmino e visto che non può essere allontanato contro la sua volontà, se l'assemblea vuole discutere in libertà senza essere condizionata dal condòmino/fornitore, dopo aver ricevuto tutte le spiegazioni del caso non deve deliberare nulla e deve aggiornarsi ad una nuova assemblea.

Prima della nuova assemblea i condòmini, condòmino/fornitore escluso, si incontreranno informalmente al bar e discuteranno sulla decisione da prendere alla prossima assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tullio, secondo te il fornitore "estraneo" dovrebbe rimanere durante la votazione? Io, dopo i chiarimenti del caso sui lavori previsti, avrei allontanato tutti e due per poter discutere (brevemente) più liberamente con gli altri condòmini, e avrei registrato il voto (auspicabile astensione) del c-f...
Secondo il mio parere se il condomino fornitore è presente e vota, ovviamente è suo diritto, e risulta che la delibera NON approva il suo preventivo preferendo un altro, è tutto regolare, se invece la delibera APPROVA il preventivo di questo condomino fornitore ed il voto di questo è stato determinante, si potrebbe parlare di conflitto d'interessi, impugnabile da chi dei condomini ne ha l'interesse, per cui, si può fare come ha suggerito Leonardo, ma non vedo alcun scopo posticipare una delibera in una successiva assemblea (nel caso straordinaria e forse a pagamento) solamente per un sospetto di un'eventuale conflitto che potrebbe o no esserci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Secondo il mio parere se il condomino fornitore è presente e vota, ovviamente è suo diritto, e risulta che la delibera NON approva il suo preventivo preferendo un altro, è tutto regolare, se invece la delibera APPROVA il preventivo di questo condomino fornitore ed il voto di questo è stato determinante, si potrebbe parlare di conflitto d'interessi, impugnabile da chi dei condomini ne ha l'interesse, per cui, si può fare come ha suggerito Leonardo, ma non vedo alcun scopo posticipare una delibera in una successiva assemblea (nel caso straordinaria e forse a pagamento) solamente per un sospetto di un'eventuale conflitto che potrebbe o no esserci.

Non si tratta di eventuale conflitto di interessi.

 

L'assemblea vorrebbe essere libera di discutere i preventivi senza la presenza ed il CONDIZIONAMENTO dei fornitori.

Poichè il fornitore/condòmino non può essere allontanato FORZOSAMENTE durante la discussione ma può essere solo invitato ad allontanarsi, nel caso declinasse l'invito, non vedo altra soluzione per discutere un preventivo senza la presenza del fornitore (condòmino)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non si tratta di eventuale conflitto di interessi.

 

L'assemblea vorrebbe essere libera di discutere i preventivi senza la presenza ed il CONDIZIONAMENTO dei fornitori.

Poichè il fornitore/condòmino non può essere allontanato FORZOSAMENTE durante la discussione ma può essere solo invitato ad allontanarsi, nel caso declinasse l'invito, non vedo altra soluzione per discutere un preventivo senza la presenza del fornitore (condòmino)

Per questo fatto non vedo alcuna necessità di essere condizionati dal condomino/fornitore, ovvero se un condomino non vuole questo fornitore è sufficiente che non lo voti in questa assemblea, e non in una successiva e forse a pagamento.

In pratica i fornitori, compreso il condomino/fornitore, esaurito il loro dire non aggiungeranno nulla più a quanto detto, i fornitori non condomini usciranno, e si passerà direttamente al voto, per cui non vedo nessun "condizionamento".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Una ulteriore assemblea non sarebbe a pagamento (siamo in autogestione), ma trattandosi di una cifra molto contenuta non mi pare il caso di proporre un ulteriore incontro (molti condomini sono locatori e sarebbe solo un disagio ripresentarsi).

 

Non intendevo proporre un allontanamento forzoso, ci mancherebbe, ma pensando allo svolgimento dell'assemblea, credo che dopo i chiarimenti del caso con i fornitori, ci potrà/vorrà essere un minimo di dialogo tra i soli condomini; proprio per evitare che il secondo fornitore, anch'egli degno di rispetto tanto più che sarà presente fisicamente, si senta messo in condizione sfavorevole non partecipando alla seconda parte della discussione, pensavo che allontanare entrambi i fornitori potesse essere una buona idea.

 

A questo punto direi che per evitare incomprensioni la votazione e tutte le fasi ad essa precedenti saranno condotte in presenza di entrambi.

 

Grazie mille per i consigli!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Una ulteriore assemblea non sarebbe a pagamento (siamo in autogestione), ma trattandosi di una cifra molto contenuta non mi pare il caso di proporre un ulteriore incontro (molti condomini sono locatori e sarebbe solo un disagio ripresentarsi).

 

Non intendevo proporre un allontanamento forzoso, ci mancherebbe, ma pensando allo svolgimento dell'assemblea, credo che dopo i chiarimenti del caso con i fornitori, ci potrà/vorrà essere un minimo di dialogo tra i soli condomini; proprio per evitare che il secondo fornitore, anch'esso degno di rispetto, si senta messo in condizione sfavorevole non partecipando alla seconda parte della discussione, pensavo che allontanare entrambi i fornitori potesse essere una buona idea.

 

A questo punto direi che per evitare incomprensioni la votazione e tutte le fasi ad essa precedenti saranno condotte in presenza di entrambi.

 

Grazie mille per i consigli!

Il fatto è che se un fornitore è anche condomino, non può essere allontanato, se lui non vuole, per permettere agli altri di discutere su quanto detto dai fornitori durante il loro intervento, perchè anche lui come condomino ha diritto di parlare e di votare come tutti gli altri condomini.

E questo succederà anche nel caso ci sarebbe un'altra assemblea ufficiale, solamente il tam tam tra condomini o incontri non ufficiali potrebbero essere utili a chi non vuol far partecipe il condomino/fornitore, ma come si sa non è possibile adottare delibere valide in questo contesto.

 

Ricordo il caso successo nel condominio dove abito e c'era un impiantista/condomino e si doveva decidere per la sostituzione della caldaia, in questa assemblea, lui sempre presente, aveva addirittura abbassato il costo offerto in precedenza da lui, e sotto tutti gli altri, ma nonostante ciò si è scelto un altro fornitore.

Ovvero noi condomini non ci siamo fatti condizionare minimamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×