Vai al contenuto
Omarre

Formazione Obbligatoria

Salve,

 

sono nuovo nel forum e da poco amministratore.

 

Come già noto con la Legge 220/2012, all'articolo 71-bis, la Riforma ha reso obbligatorio per l'amministratore di condominio iscritto alle associazioni di categoria, la formazione continua.

 

Quanti crediti formativi sono obbligatori, ogni anno, per mantenere l'abilitazione di amministratore?

 

Grazie!

 

OMAR

Salve,

 

sono nuovo nel forum e da poco amministratore.

 

Come già noto con la Legge 220/2012, all'articolo 71-bis, la Riforma ha reso obbligatorio per l'amministratore di condominio iscritto alle associazioni di categoria, la formazione continua.

 

Quanti crediti formativi sono obbligatori, ogni anno, per mantenere l'abilitazione di amministratore?

 

Grazie!

 

OMAR

Al momento è tutto in altomare e si aspetta che il Ministero di Giustizia emani un regolamento al riguardo.

Qualche associazione richiede i crediti formativi per restare associato all'associazione stessa ma tali crediti nulla a che vedere hanno con gli aggiornamenti periodici di cui all'art. 71bis

 

Tratto da:

http://www.anaci-verona.net/primopiano/016%20La%20Mini-Riforma%20del%20Condominio.htm

 

Formazione iniziale e periodica

Il D.L. demanda ora ad un futuro emanando Regolamento del Ministero di Giustizia, l’individuazione dei “requisiti necessari per esercitare l’attivita’ di formazione degli amministratori di condominio nonche’ i criteri, i contenuti e le modalita’ di svolgimento dei corsi della formazione iniziale e periodica prevista dall’articolo 71-bis, primo comma, lettera g), delle disposizioni per l’attuazione del Codice civile, per come modificato dalla legge 11 dicembre 2012, n. 220“.

La ratio della norma è quella di cercare di uniformare quantitativamente e qualitativamente il contenuto dei corsi di formazione iniziale e dei successivi aggiornamenti periodici, organizzati dalle diverse associazioni di categoria.

La relazione ministeriale accompagnatoria al D.L., su tale punto spiega che “La lettera a) serve a colmare un vuoto legislativo

esistente nella legge n. 220/2012; la quale, pur prevedendo la formazione obbligatoria degli amministratori di condominio (tanto quella iniziale, quanto quella periodica), non reca rinvio ad una fonte secondaria che individui sia i requisiti che devono essere posseduti per esercitare l’attività di formazione, sia i criteri e le modalità di svolgimento dei corsi. Ponendo rimedio a tale lacuna, la norma prevede che siano stabiliti, in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale, gli standard per lo svolgimento della formazione in parola“.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Salve,

 

sono nuovo nel forum e da poco amministratore.

 

Come già noto con la Legge 220/2012, all'articolo 71-bis, la Riforma ha reso obbligatorio per l'amministratore di condominio iscritto alle associazioni di categoria, la formazione continua.

 

Quanti crediti formativi sono obbligatori, ogni anno, per mantenere l'abilitazione di amministratore?

 

Grazie!

 

OMAR

Al momento è tutto in altomare e si aspetta che il Ministero di Giustizia emani un regolamento al riguardo.

Qualche associazione richiede i crediti formativi per restare associato all'associazione stessa ma tali crediti nulla a che vedere hanno con gli aggiornamenti periodici di cui all'art. 71bis

 

Tratto da:

http://www.anaci-verona.net/primopiano/016%20La%20Mini-Riforma%20del%20Condominio.htm

 

Formazione iniziale e periodica

Il D.L. demanda ora ad un futuro emanando Regolamento del Ministero di Giustizia, l’individuazione dei “requisiti necessari per esercitare l’attivita’ di formazione degli amministratori di condominio nonche’ i criteri, i contenuti e le modalita’ di svolgimento dei corsi della formazione iniziale e periodica prevista dall’articolo 71-bis, primo comma, lettera g), delle disposizioni per l’attuazione del Codice civile, per come modificato dalla legge 11 dicembre 2012, n. 220“.

La ratio della norma è quella di cercare di uniformare quantitativamente e qualitativamente il contenuto dei corsi di formazione iniziale e dei successivi aggiornamenti periodici, organizzati dalle diverse associazioni di categoria.

La relazione ministeriale accompagnatoria al D.L., su tale punto spiega che “La lettera a) serve a colmare un vuoto legislativo

esistente nella legge n. 220/2012; la quale, pur prevedendo la formazione obbligatoria degli amministratori di condominio (tanto quella iniziale, quanto quella periodica), non reca rinvio ad una fonte secondaria che individui sia i requisiti che devono essere posseduti per esercitare l’attività di formazione, sia i criteri e le modalità di svolgimento dei corsi. Ponendo rimedio a tale lacuna, la norma prevede che siano stabiliti, in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale, gli standard per lo svolgimento della formazione in parola“.

Grazie tantissimo per la risposta....insomma bisogna aspettare che venga emesso un decreto attuativo.

 

Allora la domanda è? L'associazione di cui faccio parte mi può obbligare ad avere un tot numero di crediti formativi....spiego meglio, mi è giunta oggi questa mail dall'associazione che non riporto il nome per privacy:

 

Stimatissimo Associato,

Come già noto con la Legge 220/2012, all'articolo 71-bis, la Riforma ha reso obbligatorio per l'amministratore di condominio iscritto alle associazioni di categoria, la formazione continua.

La nostra associazione difatti, ha strutturato in collaborazione con ...., società erogatrice di formazione, una piattaforma e-learning tale da consentire a tutti i nostri iscritti di poter frequentare direttamente online i corsi di aggiornamento obbligatori.

Cliccando sul seguente link:..... troverai i corsi già disponibili, a cui potrai facilmente accedere effettuando l'iscrizione così come indicato nella domanda di adesione di ogni corso di aggiornamento che dovrai frequentare.

I costi indicati sono esclusivamente riservati agli associati.

In seguito saranno pubblicati ulteriori corsi di aggiornamento sulla materia Fiscale e Tecnica.

Ti invitiamo pertanto ad aggiornare la tua formazione, ed il completamento del singolo corso ti permetterà di conseguire n° 4 crediti formativi certificati mediante Attestato di Partecipazione.

 

 

Leggendo la prima riga, mi impongono una formazione continua con corsi di aggiornamento obbligatori! Ma è corretto quanto scrivono, cioè sono per forza obbligato a fare questi corsi anche se non esistono decreti attuativi?

 

Grazie

 

OMAR

"la Legge 220/2012, all'articolo 71-bis, la Riforma ha reso obbligatorio per l'amministratore di condominio iscritto alle associazioni di categoria, la formazione continua"

Falso. La formazione è obbligatoria per tutti gli amministratori ad esclusione di quelli che amministrano il proprio condominio (cosiddetti amministratori interni) e non è continua, bensì PERIODICA (ogni quanti anni ancora non si sa).

 

Un aggiornamento on line, inoltre, equivale a leggere un libro perchè non hai nessun confronto immediato.

Come ti ho già detto, se non frequenti questi aggiornamenti on line al massimo possono escluderti dall'associazione e se lo facessero io personalmente credo che sarebbe un bene per te in modo che avresti la possibilità di cercare un'asociazione più seria.

 

Ritengo che questa lettera serva solo al loro business e non ti abbiano detto chiaramente come stanno le cose.

Se vuoi puoi mandarmi un messaggio privato con il link dell'associazione perchè son proprio curioso di sapere chi opera in questo modo.

×