Vai al contenuto
cdr

Formalità recesso anticipato e recupero mensilità non pagate

ciao,

 

contratto 4+4 stipulato 3 anni fa; dopo mesi che non pagavano il canone, i conduttori hanno deciso di traslocare.

Ho dato loro da firmare una raccomandata a mano in cui chiedono il recesso anticipato del contratto per motivi personali e contestualmente si impegnano a liberare l'appartamento e consegnare le chiavi entro la data indicata. Vista la loro spiacevole situazione, ho promesso loro di condonare i 6 mesi di canone a cui avrei diritto, se liberano la casa entro la data indicata e si impegnano poi a saldare poco a poco i vecchi canoni non pagati.

 

Per comunicare all'ADE il recesso anticipato, dopo aver pagato i 67 euro, è sufficiente la raccomandata a mano ?

 

Se, una volta lasciato l'appartamento, decidessero di non pagare piu' i vecchi canoni, entro quando dovrei rivolgermi ad un avvocato per riavere i canoni arretrati ? Avevo già mandato da tempo la raccomandata di messa in mora senza sortire effetto.

 

Sul verbale di consegna delle chiavi devo indicare la presenza o meno degli oggetti consegnati a inizio contratto ed il loro stato?

Se mancano oggetti o sono rovinati devo quantificare subito le spese indicandole in tale verbale ?

Se l'inquilino ha tinteggiato le pareti a suo modo senza chiedere permesso, posso richiedere che vengano ripristinate a sue spese come erano a inizio contratto? Ovviamente tutto questo mi servirà solo nel caso che l'inquilino si rifiuti di pagare poco a poco i canoni arretrati e dovrò fargli causa...

 

E' necessario menzionare la caparra (2 mensilità) nel verbale consegna chiavi ?

 

Ci sono altre formalità da espletare ?

 

 

Grazie mille a chi vorrà aiutarmi, è il mio primo contratto ed è già finito male...

Per comunicare all'ADE il recesso anticipato, dopo aver pagato i 67 euro, è sufficiente la raccomandata a mano ?

All'Ade interessa solo che tu consegni il modello RLI compilato e la ricevuta del pagamento delle 67 euro. La raccomandata serve a te in un eventuale contenzioso con gli inquilini.

 

Fai un verbale di fine locazione il più dettagliato possibile e specificando chiaramente che vi accordate nel lasciarti il deposito cauzionale come acconto per i canoni di locazioni arretrati.

Poi, se sono persone oneste (e ce ne sono, poche ma ce ne sono ancora) ti pagheranno senza problemi, altrimenti preparati ad anticipare altri soldi per recuperare quanto ti devono (sempre ammesso che tu ci riesca, cosa non proprio scontata).

  • Confuso 1

Grazie per la solerte risposta.

 

Vanno indicati espressamente i mesi relativi ai canoni non pagati che verranno saldati trattenendo il deposito cauzionale? Dovrò rilasciare le ricevute per tali canoni che sono stati saldati tramite deposito cauzionale ?

 

Visto che, come mi ha detto, ha bollette arretrate da pagare (contatori a lui intestati), se vengono sospese le forniture per mancato pagamento, l'eventuale nuovo inquilino avrà spese aggiuntive per riattivare le forniture ?

 

Chi si deve occupare della comunicazione al comune per bloccare la tassa sulla spazzatura ?

 

Il contratto di locazione è stato firmato da 2 conduttori per cui, nel caso, potrei rivalermi su entrambi con un unica causa?

E' raccomandabile farmi dare l'indirizzo di dove andranno ad abitare ?

 

Grazie ancora.

 

ciao,

cdr

Domanda veloce: nel verbale di consegna occorre indicare l'ammontare dei canoni arretrati e spese ancora da saldare ?

×