Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Chatte

Fioriere da rimuovere?

Ciao a tutti,

la vicina del piano sotto al mio si lamenta per le mie fioriere appese al balcone.

Si è lamentata più volte e rumorosamente per il gocciolamento d'acqua. Ora, mio marito innaffia la mattina alle 7:30 prima di andare in ufficio.

Le fioriere sono munite di sottovasi ma ogni tanto, ahimé, un po' di acqua cade.

Naturalmente fa caldo e quel po' di acqua si asciuga velocemente.

Ci siamo sempre profusi in mille scuse anche se non capiamo quale sia il danno.

La vicina si è lamentatata anche con l'amministratore che ha distribuito una circolare a tutti parlando di orari di innaffiatura non corretti (?), procedimenti inadeguati, danni (?).

In tale circolare si intimava di rimuovere le fioriere appese al balcone.

Il punto è:

me lo possono chiedere anche se le fioriere sono ancorate in modo saldo?

Cosa si intende per stillicidio? Un po' d'acqua che trabocca dai sottovasi (peraltro negli orari di innaffiatura consentiti) può definirsi stillicidio?

Possibile che la gente non abbia cose più serie di cui preoccuparsi?

 

Grazie mille

Modificato Da - Chatte il 11 Ago 2012 alle ore 18:22:43

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Benvenuta.

Premettendo che l'acqua non dovrebbe MAI sgocciolare di sotto, nè poco nè tanto, e quindi comunque sei IN TORTO tu, avete un regolamento condominiale che regola la questione o no?

Se non lo avete, non può esserti imposto di togliere le fioriere (ma la maggioranza può validamente deliberare di non permettere più l'esposizione esterna ai balconi delle fioriere e in quel caso dovrai toglierle).

 

Per evitare il "debordamento", utilizza dei sottovasi più grandi oppure usa meno acqua, magari innaffiando due volte al giorno invece che una.

 

Staff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per la risposta.

Credo che qualche goccia d'acqua cada ogni tanto a chiunque possieda piante (se le vuole tenere in buona salute, l'acqua deve raggiungere le radici e l'innaffiatura non può essere solo superficiale).

Il punto è, se l'innaffiatura avviene in orari non diurni e quel po' d'acqua (che ogni tanto, ahimè, cade) si asciuga in poco tempo e senza danno, a che clausola ci si può appellare?

 

Possibile che le regole prevarichino il buon senso?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Chatte il 12 Ago 2012 - 18:32:33: Grazie per la risposta.

Credo che qualche goccia d'acqua cada ogni tanto a chiunque possieda piante (se le vuole tenere in buona salute, l'acqua deve raggiungere le radici e l'innaffiatura non può essere solo superficiale).

Il punto è, se l'innaffiatura avviene in orari non diurni e quel po' d'acqua (che ogni tanto, ahimè, cade) si asciuga in poco tempo e senza danno, a che clausola ci si può appellare?

 

Possibile che le regole prevarichino il buon senso?

 

Grazie

Ripeto: lo stillicidio è SEMPRE vietato, quindi se vuoi annaffiare bene le tue piante le togli dalle fioriere e le innaffi per terra senza sgocciolare di sotto oppure metti dei sottovasi più grandi.

Il buon senso è questo, non pretendere che quella sotto tolleri l'acqua delle tue piante.

 

Staff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Lo stillicidio è vietato,anche se a mio giudizio poche gocce non possono creare gravi danni,cerca di bagnare poco,al mattino ed alla sera,facendo molta attenzione,piuttosto metti all'interno del balcone i vasi.non è giusto chr chi abita ai piani bassi debba sempre subire,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Penso che se anche fosse consentito dal regolamento di condominio esporre ed applicare delle fioriere, non è mai consentito nell'arco delle 24 ore provocare lo stillicidio come detto dalla Sig.ra Bartolini.

Ecco, mi toglierei dalla situazione di aver grane con persone probabilmente capziose, girando le fioriere verso l'interno del balcone(così godrai solo tu la visione delle belle fioriture ).

Un sistema analogo all'innaffiatura (avevo lo stesso problema), è quello di immergere parzialmente i vasi in altro contenitore e, a secondo del tipo di pianta e terra utilizzata, consideravo il tempo necessario per poi posare i vasi su dei sottovasi ben capienti per raccogliere l'acqua di scolo. Riposizionavo vasi e sottovasi.

Tutto questo se le fioriere non sono gigantesche; diversamente si può leggermente inumidire la terra e coadiuvarci nell'opera con appositi prodotti in gel che rilasciano acqua oppure con la classica bottiglia in pet rovesciata (ben vincolata!) e immersa nella terra che non sarà molto estetica come soluzione, ma efficace.

Un saluto a tutti i postanti.

ROI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ahimè...

dici bene amico mio.

Temo proprio che di capziosità si tratti...

Scusate la brutalità della domanda.

Se arrivassimo ai ferri corti, cosa potrebbe farmi?

 

grazie delle risposte e della solidarietà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ti potrebbe far causa per lo stillicidio e potrebbe tranquillamente vincerla.

 

Staff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate.

Avrei fatto meglio a riportare quanto dice il regolamento condominiale.

 

E' vietato collocare piante e vasi di fiori sui davanzali delle finestre e sui parapetti dei balconi e delle terrazze, a meno che non siano convenientemente assicurati e muniti di riparo fisso che impedisca la caduta e lo stillicidio

Dal momento che le mie fioriere sono assicurate con cordini di metallo che ne impediscono la caduta e sono provviste di sottovaso,

chi può certificare che non sono in regola?

Non sarebbe corretto che l'amministratore venga a verificarlo prima di distribuire circolari?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le fioriere possono anche essere in regola, è LO STILLICIDIO che non lo è!

 

Staff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per esperienza personale, purtroppo, posso dire che l'Amministratore ben raramente verifica prima di distribuire circolari. Ancora non ho capito se è una tecnica per attirare la simpatia di alcuni o se lo fanno per dimostrare "presenza" nella vita del condominio. MISTERO!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questo non lo puoi sapere; ovvero non puoi sapere se invece ne abbia preso visione oppure gli sia pervenuta una email con due righe di protesta e foto allegata, che evidenzia la presenza delle fioriere, dello stillicidio (art. 809 del c.c.) e forse anche di altro (penso all'art. 674 del c.p. per il getto di cose più o meno pericolose o che possano imbrattare o etc. etc.). Fatto stà che comunque un avviso bonario, vedi la circolare, è arrivata puntuale da parte dell'amministratore.

Scritto da Chatte il 11 Ago 2012 - 18:21:29: l'amministratore che ha distribuito una circolare a tutti parlando di orari di innaffiatura non corretti (?), procedimenti inadeguati, danni (?).

In tale circolare si intimava di rimuovere le fioriere appese al balcone.

Un carissimo saluto.

ROI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il punto è che la signora fa accuse infondate.

A mio marito ha detto che le avremmo fatto morire una pianta facendo cadere acqua concimata.

Mi chiedo: davanti ad accuse del genere come ci si può difendere?

Grazie.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Chatte il 12 Ago 2012 - 18:32:33: Grazie per la risposta.

Credo che qualche goccia d'acqua cada ogni tanto a chiunque possieda piante (se le vuole tenere in buona salute, l'acqua deve raggiungere le radici e l'innaffiatura non può essere solo superficiale).

Il punto è, se l'innaffiatura avviene in orari non diurni e quel po' d'acqua (che ogni tanto, ahimè, cade) si asciuga in poco tempo e senza danno, a che clausola ci si può appellare?

 

Possibile che le regole prevarichino il buon senso?

 

Grazie

E sei tu che parli di buon senso? Certo che il mondo è bello perchè è vario. Il massimo sono le persone che pretendono di avere ragione anche quando sono in torto marcio. Il buon senso mi pare che manchi a te, non a quelli di sotto che protestano legittimamente. E puoi anzi dirti fortunata se non ti hanno ancora portata davanti al giudice. A te piacerebbe stare sotto e avere quello sopra che ti innaffia regolarmente la testa? E poi chi stabilisce se sono poche o tante gocce, tu? E, di grazia, in base a quale parametro? Tu non devi fare valutazioni sul tanto o sul poco, non devi molestare chi sta sotto, punto e basta. Il problema è semplice: se vuoi annaffiare a piacimento e fare i tuoi comodi, lo fai sgocciolando la tua proprietà e non quella degli altri. E poi ti meravigli pure se protestano? Incredibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Chatte il 17 Ago 2012 - 15:52:35: Mi chiedo: davanti ad accuse del genere come ci si può difendere?

smettendo di far arrivare disotto anche una sola goccia.

Ti premetto che sono amante delle piante e che ho i parapetti pieni: ma sono inclinati verso la mia terrazza, ho messo l'innaffiamento automatico a goccia e i sottovasi, tutt'al più se qualche goccia esce cade sulla mia terrazza.

 

Questo evita lo stillicidio

 

Giuseppina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Giuseppina il 12 Set 2012 - 13:46:15:

 

smettendo di far arrivare disotto anche una sola goccia.

Ti premetto che sono amante delle piante e che ho i parapetti pieni: ma sono inclinati verso la mia terrazza, ho messo l'innaffiamento automatico a goccia e i sottovasi, tutt'al più se qualche goccia esce cade sulla mia terrazza.

 

Questo evita lo stillicidio

 

Giuseppina

Appunto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gentile Miki62,

prima di partire 'lancia in resta' ti inviterei a riflettere visto che non conosci i termini della questione.

Parli di torto marcio, di innaffiare regolarmente la testa...

 

Anche la giurisdizione competente parla di normale tollerabilità.

Chi o cosa ti fa concludere che io allaghi l'inquilina del piano di sotto?

Qualora ti fosse sfuggito, ho parlato di qualche goccia (peraltro in orari non diurni) e non di fiumi di acqua sporca.

 

Chissà com'è...

ho abitato diversi anni al pian terreno di un condominio. Che dire? Pioveva di tutto... dalle cicche ai tappi di sughero altro che un po' d'acqua, qualche volta, la notte.

Credi mi sia mai venuta una crisi isterica per questo? Perchè di questo tenore è la stata la reazione che abbiamo dovuto subìre.

Credi, forse, non ci siamo profusi in scuse?

 

Ma se una persona viene a casa tua e rovescia il caffè, lo denunci? O lo malmeni?

 

Est modus in rebus.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Chatte il 12 Set 2012 - 14:27:51:

Anche la giurisdizione competente parla di normale tollerabilità.

Chi o cosa ti fa concludere che io allaghi l'inquilina del piano di sotto?

Qualora ti fosse sfuggito, ho parlato di qualche goccia (peraltro in orari non diurni) e non di fiumi di acqua sporca.

 

Chissà com'è...

ho abitato diversi anni a [...]

se è capitato anche a te a maggior ragione dovresti capire!

nello stillicidio non c'è la normale tollerabilità, quella è solo x rumori e immissioni, lo stillicidio è vietato e basta.

 

Non mi pare tanto complicato tirarsi i vasi in modo che gocciolino sulla tua terrazza.

 

Giuseppina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gentile Giuseppina,

ci credi?

Se metto le fioriere all'interno del balcone (per come è fatta la ringhiera) il vaso non sta più in orizzontale ma si inclina verso l'esterno.

Inutile dire che, in tal modo, ogni goccia d'acqua finita nel sottovaso cadrebbe prima sul mio balcone e poi su quelli sottostanti...

 

Ho capito bene quello che intendevi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

una goccia d'acqua si ferma lì, sul tuo terrazzo, non rotola di sotto!

 

Finora hai parlato di "gocce che cadono di sotto" ma mi pare di capire che in realtà queste gocce siano tante e allora sì che formano il rivoletto che va in testa alla gente. E la gente si arrabbia.

 

Dì a tuo marito di smettere di inondare le piante, basta dargli poca acqua magari due volte al giorno se proprio è caldo, metti i sottovasi e le fioriere verso l'interno, vedrai che non succede più niente.

 

Giuseppina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sì ma, come dicevo, essendo il sottovaso inclinato, è come se non ci fosse per cui l'acqua che scola divenerebbe tutta quella che normalmente è trattenuta dal sottovaso.

Scusate... una domanda. Perchè date per scontato, in generale, che, solo per il fatto di abitare ad un piano superiore, sono una bugiarda?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nessuno ti dà della bugiarda. ma la goccia è diventata un sottovaso intero e allora il problema è diverso.

 

ci sono fioriere regolabili che non si inclinano. costano un pò di più ma possono risolvere. e se non si risolve le piante non si tengono, mi dispiace ma è così. a te trovare il modo di tenerle ma senza gocciolare di sotto.

 

saluti

 

giuseppina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non intero ma come se fosse assente mia cara. E' ovvio che, così, l'acqua cadrebbe sempre e in maggiore quantità.

Quanto alle fioriere, sai, ne ho comprata una con una regolazione a vite (a quelle accennavi?).

Purtroppo non risolvono il problema per come è fatta la ringhiera.

Le fioriere sono regolabili ma non il battente che si appoggia alla ringhiera!

 

Comunque, al momento ho fatto così:

.ho aggiunto delle fascette di acciaio per assicurare più saldamente le fioriere.

.ho aggiunto un ulteriore capiente sottovaso ai vasi che già ne hanno uno integrato.

.ho scritto una raccomandata all'amministratore dove specificavo le contromisure applicate e difendevo (citando regolamento condominiale, sentenza, normativa comunale) la liceità delle fioriere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

chiedo scusa, e giusto non fare agli altri quello che non vorresti fatto tu, e giusto non far cadere acqua dal balcone,ma quante volte succede che camminando per strada sotto un palazzo ti arrivano degli schizzi di acqua in testa mica uno si può mettere a a tutti, ora se tu ritieni (e questo lo sai solo tu)che succede spesso cerca di prendere provvedimenti ma se ti succede raramente e solo questione di gente che e nata per fare polemiche allora passati il tempo anche tu basta che vedi una qualsiasi cosa non in regola invia raccomandate all'amministratore prima di agire legalmente contro di te ,(e ci vogliono le prove)dovrà agire anche contro gli altri e siccome tutti chi più e chi meno abbiamo scheletri negli armadi, forse si stancheranno di fare polemiche!!!!!!!!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ah, ah...

comincio a prendere appunti allora...

Vedo intelaiture di legno fissate in modo incerto, condomini che hanno trasformato l'appartamento in B&B anche se il regolamento condominiale lo vieta, parabole arrugginite che ledono il decoro architettonico della facciata...

E' vero, succede raramente ma la volta che è successo ho dovuto subire urla, furiose scampanellate protratte per minuti, crisi isteriche.

Certe casalinghe frustrate farebbero bene a farsi un giro in un reparto oncologico in modo da rivedere il proprio ordine delle priorità!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×