Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
sar84

Festa rumorosa

Salve, nel mio condominio ne succede sempre una nuova! Lunedì un Condomino ha organizzato la festa di compleanno della figlia di 10 anni nel suo giardino , con musica da discoteca e relativo D.J, karaoke, cori e luci psichedeliche ed oltre 50 invitati tra adulti e bambini urlanti. La musica era talmente forte da far vibrare vetri e tapparelle, oltre ad impedire, a finestre e tapparelle chiuse, l'ascolto della TV. La festa si è protratta fino alle 23:30. I Condomini esasperati (anziani , con figli adulti o i cui figli non erano presenti alla festa) hanno protestato con l'Amministratore e chiesto un suo intervento affinchè la cosa non si ripeta più. L'Amministratore ha promesso di parlare con il Condomino o scrivergli una lettera di richiamo, ma ha anche detto che, conoscendo la famiglia in questione, crede che faranno orecchie da mercanti. Chiedo, a chi sa e può dare un consiglio, in che modo possiamo tutelare la ns. salute mentale in caso di altre feste simili, dal momento che è alquanto difficile riuscire a fare una improvvisa perizia fonometrica senza sapere giorno e ora. La stessa cosa l'intervento dell'Amministratore è possibile solo a cose avvenute. Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ad una certa ora c.a. dopo le 22.00 potevate chiamare i Carabinieri

 

c.p. Art. 659. Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 309.

Si applica l'ammenda da euro 103 a euro 516 a chi esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell'autorità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

l'amministratore centra poco contro la maleducazione .... chiamate carabinieri / polizia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo però che c'è tolleranza pari a zero. Il compleanno di una bambina o di un bambino voi come lo festeggiate? Con la camomilla? Secondo me ci vuole un minimo di comprensione anche perchè parliamo di una festa che è finita alle 23:30 in estate. Bastava solo chiedere di abbassare il volume invece di fare all'italiana maniera: scarico la palla all'amministratore così me li tengo lo stesso buoni e non sapranno mai chi si è lamentato.

Ma una dignità la avete?

P.S.

Io la chiamo dignità solo sul forum, diciamo che si chiamano diversamente.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
I Condomini esasperati (anziani , con figli adulti o i cui figli non erano presenti alla festa) hanno protestato con l'Amministratore e chiesto un suo intervento affinchè la cosa non si ripeta più. L'Amministratore ha promesso di parlare con il Condomino o scrivergli una lettera di richiamo, ma ha anche detto che, conoscendo la famiglia in questione, crede che faranno orecchie da mercanti. Chiedo, a chi sa e può dare un consiglio, in che modo possiamo tutelare la ns. salute mentale in caso di altre feste simili, dal momento che è alquanto difficile riuscire a fare una improvvisa perizia fonometrica senza sapere giorno e ora. La stessa cosa l'intervento dell'Amministratore è possibile solo a cose avvenute. Grazie

Ma questi vicini fanno feste tutte le settimane o capita solo una volta ogni tanto? Un compleanno si festeggia una volta l'anno...per una volta si può anche sopportare, anche perchè le 23.30 non sono un orario così proibitivo...con tutto il rispetto mi sembra che stiate drammatizzando un pò le cose..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No, non avviene 1 volta all'anno. Sono 3 appartamenti con 3 giardini, i proprietari sono fratelli con complessivi 9 bambini di varie età; quindi 9 compleanni, 9 onomastici, più compleanni e onomastici di genitori e nonni conviventi. Anche se personalmente cerco di uscire nelle sere delle feste (non solo in estate) oppure mi barrico in casa e metto le cuffie per ascoltare la TV, vorrei solo sapere se l'Amministratore, per la legge, può fare qualcosa oppure, come penso, devono essere gli altri condomini, ma anche gli abitanti dei palazzi vicini, a chiamare le forze dell'ordine, quando davvero non ce la fanno più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Poco può fare l'amministratore nelle questioni private, se c'è un regolamento di condominio inviterà i condomini al rispetto, ma non può intervenire se ci sono dei rumori, non è sua competenza, e non è il poizziotto dello stabile, mentre voi che li subite potete tanto, iniziando dal invitare chi li provoca alla moderazione e per finire facendo intervenire le forze dell'ordine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nove bambini: quindi vuol dire una festa mediamente ogni quaranta giorni. Tremendo stress!!!! Roba da rimanerci secchi: uno oltretutto può vivere una situazione di ansia contando i giorni che mancano alla prossima festa, cosìcchè, nel giorno fatidico, alle ventitre e venticinque, cinque minuti prima della fine, c'è il rischio che al culmine della sopportazione si tagli le vene per lungo.

Un po' di vivi e lascia vivere no, eh?? Non è che siete un po' invidiosi??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma cosa cavolo state dicendo? Ma Vi pare corretto che la gente debba urlare e sbraitare fino alle 23.30? ma possibile che non si riesca a tenere un tono di voce "normale" in modo da poter proseguire la festa anche fino a dopo mezzanotte? E la musica stessa cosa: possibile che non si sia capaci di tenere la musica ad un livello sopportabile per tutti? Ma che cavolo: dove sta' scritto che gli altri debbano tollerare le feste di compleanno degli altri (adulti o bambini che siano) da casa propria? Ma non penso proprio! Le cose possono e DEVONO essere fatte con un certo criterio di educazione....@SAR84 chiama i carabinieri!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nessuno ti puo' capire più di me cara Sara84, io che ho già scritto per altri problemi mi trovo nella stessa condizione sempre con la famiglia che abita nell'appartamento con giardino sotto di me. Il primo settembre (ma già ne avevevano fatte altre) hanno fatto una di queste feste di compleanno e noi per poter sentire e non alzare il volume del televisore abbiamo dvuto chiudere le finestre per non sentire urla fischi e quantaltro. E' solo questione di buona educazione ognuno può festeggiare, ma sempre nel rispetto degli altri. L'amministratore è verissimo non può fare più di tanto. Bisognerebbe essere incivile come loro e fargliela pagare in altro modo.

Nicole

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Porca paletta....me la mettete in bocca, ops sulla tastiera:

e il giorno del compleanno scendere con una crostata in mano e gridare AUGURI?

Non credo sia difficile, si conoscono persone nuove e magari anche simpatiche ma soprattutto si può dire in faccia ai ribelli che loro fanno casino.

Semplice ed efficace secondo il mio modesto parere......

 

Pazienza, pazienza, pazienza e un pizzico di italico genio.

 

:-D :-D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

wow quando io faccio "feste" non abbiamo musica ne luci ne 50 persone ma solo 5-6 ospiti che vengono a mangiare e a farsi 4 civili chiacchiere.

 

a quanto pare è troppo per la nostra vicina che puntualmente ci minaccia di denunciare alla polizia

 

ieri a mezzanotte è stato il compleanno del mio coinquilino, dopo aver sentito il botto dello spumante ci stava per sfondare la porta

 

che carina!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Poco può fare l'amministratore nelle questioni private, se c'è un regolamento di condominio inviterà i condomini al rispetto, ma non può intervenire se ci sono dei rumori, non è sua competenza, e non è il poizziotto dello stabile, mentre voi che li subite potete tanto, iniziando dal invitare chi li provoca alla moderazione e per finire facendo intervenire le forze dell'ordine

Concordo con quanto riportato da Tuxx, è l'unico esclusivo modo di agire e, quasi, sempre efficace.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

SE esiste un Regolamento di COndominio e qualcuno non lo rispetta l' amministratore può "multare" il condomino che lo infrange...e da Giugno le "sanzioni" possono essere pesanti (prima erano ridicole perchè ferme al "medioevo") purchè l' assemblea deliberi in merito.

 

Di fondo resta valido che solo le autorità di PS (Vigili Urbani, Cerabinieri etc)possono intervenire a sedare la questione "sul momento".

 

Mi sorprende che qualcuno giustifichi schiamazzi dopo le ore 22...specie se poi si lamenta di vicini rumorosi cronici.

 

I "rumorosi" in occasione di eventi particolari previsti ad orari indecenti dovrebbero quantomeno avere la creanza di chiedere il permesso a tutti i confinanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
farsi 4 civili chiacchiere.

 

...

 

ieri a mezzanotte è stato il compleanno del mio coinquilino, dopo aver sentito il botto dello spumante ci stava per sfondare la porta

 

che carina!

Ok, ma chi stabilisce di quanti Db sia una conversazione "civile"?

Basta una risata normale... basta parlare di un argomento con tre persone che intervengono e, inconsciamente, iniziano ad alzare la voce per farsi sentire. E' tutto normalissimo e civile, ma dopo una certa ora in casa purtroppo si sente altrochè, magari mentre stai cercando di prendere sonno.

 

Scusa ma stappare una bottiglia di spumante a mezzanotte a te sembra una cosa normale?

E' il discorso che facevo nel tuo thread, a chi festeggia sembra tutto normale e magari silenzioso: immagino che abbiate fatto piano a stappare la bottiglia, ma purtroppo il botto si sente lo stesso.

Ci vuole un secondo a mettersi a ridere, poi ci si zittisce dicendo di parlare a bassa voce ma ormai il danno è fatto; soprattutto se, di nuovo inconsciamente, dopo 1 minuto il proprio tono di voce torna "normale".

Credimi non è che voglia fare il bastian contrario, tantomeno prendere le parti della vicina... ma come in molti ti confermeranno certe cose le si impara quando si sta "dall' altra parte", e ti fanno davvero venire i nervi a fior di pelle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ok, ma chi stabilisce di quanti Db sia una conversazione "civile"?
Nessuno dei presenti lo stabilisce, è necessaria una perizia fonometrica, che non costa due centesimi, ossia nessuno mai si metterà in testa di misurare questo tipo di rumore, le perizie fonometriche di solito vengono effettuate quando i rumori sono insopportabili e magari c'è un procedimento giudiziale, oppure per avere la prova per procedere in causa.

Ma per una serata tra amici di tanto in tanto ed uno o più stappi di spumante, nessuno mai si sognerebbe di misurare nulla .... però ci sono certi alieni ......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi sorprende che qualcuno giustifichi schiamazzi dopo le ore 22...specie se poi si lamenta di vicini rumorosi cronici.

Se il riferimento era a me, vorrei precisare - se non fosse già abbastanza chiaro - che mi riferivo ad una festa con cadenza annuale che si tenga il venerdì o il sabato sera e non vada oltre le 23.30. Dove abitavo prima succedeva, avevo una villetta con ampio giardino accanto, e non mi sono mai lamentato essendo, per l'appunto, un evento eccezionle, non sistematico.

Essere svegliati alle 5.30 del mattino tutti i giorni è davvero tutt'altra cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scusa ma stappare una bottiglia di spumante a mezzanotte a te sembra una cosa normale?

Non credo sia tanto il rumore dello stappare, quanto il rumore "accessorio": se stappi vuol dire che stai facendo una festa, a mezzanotte, in un appartamento. Eccetto capodanno, questo non è tanto normale. Non potevate scegliere un bel locale dove fare tutto il casino fino all'ora che volevate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In verità, non si tratta di essere un po' rumorosi (con i bambini siamo tolleranti, anche se urlano in orario di riposo; ma i genitori sono maleducati), purtroppo ogni festa di queste famiglie si trasforma in festa di piazza con musica assordante (tipo discoteca). Alle giuste rimostranze, ci si sente rispondere che, nel condominio, la vecchiaia incombe. Insomma "il danno e la beffa". Alla prossima ci sarà una coalizione contro di loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se il riferimento era a me, vorrei precisare - se non fosse già abbastanza chiaro - che mi riferivo ad una festa con cadenza annuale che si tenga il venerdì o il sabato sera e non vada oltre le 23.30. Dove abitavo prima succedeva, avevo una villetta con ampio giardino accanto, e non mi sono mai lamentato essendo, per l'appunto, un evento eccezionle, non sistematico.

Essere svegliati alle 5.30 del mattino tutti i giorni è davvero tutt'altra cosa.

Come vedi la tolleranza è variabile...a te non dà fastidio il urnore fino alle 23.30 spece se l' evento è occasionale ...ad alti si.

Resta il fatto che il rumore dopo tale orario è contro la Legge 99 volte su 100.

L' eccezzionalità non può essere una scusante perchè farebbe esempio...e come nel caso in oggetto le casistiche si sprecherebbero rendendo il fatto "cronico".

Solo un permesso accordato da tutti sarebbe una risposta "civile".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ok, ma chi stabilisce di quanti Db sia una conversazione "civile"?.....

Ad integrazione della spiegazione và detto che non si tratta solo del livello sonoro ma sopratutto del differenziale fra 2 valori che in orari notturni non deve essere superiore solitamente a 3 dB.

 

Una tabella di esempio:

 

http://www.comune.prato.it/servizicomunali/ambiente/rumore/dati/

 

In orario notturno in zone particolarmente silenziose basta ben poco per far aumentare il rumore percepito di 3 dB.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Come vedi la tolleranza è variabile...a te non dà fastidio il urnore fino alle 23.30 spece se l' evento è occasionale ...ad alti si. L' eccezzionalità non può essere una scusante perchè farebbe esempio...e come nel caso in oggetto le casistiche si sprecherebbero rendendo il fatto "cronico". Solo un permesso accordato da tutti sarebbe una risposta "civile".

A me non dà fastidio SOLO se l'evento è occasionale. Il secondo paragrafo non l'ho capito: cosa significa che "l'eccezionalità non può essere una scusante perchè farebbe esempio"? Sono d'accordissimo sul fatto che un permesso accordato da tutti sarebbe la migliore delle soluzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tolleranza: questo magico sostantivo che legittima l'operato dei cafoni e dei prepotenti. La tolleranza non è dunque una virtù, ma una forma di difesa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A me non dà fastidio SOLO se l'evento è occasionale. Il secondo paragrafo non l'ho capito: cosa significa che "l'eccezionalità non può essere una scusante perchè farebbe esempio"? Sono d'accordissimo sul fatto che un permesso accordato da tutti sarebbe la migliore delle soluzioni.

Significa che se concedi una volta la possibilità (senza autorizzazione) diventa facilmente un costume (meglio malcostume) che poi diventa difficile arginare.

 

E' un pò come le carte gettate per le strade. Se vai in certi paesi nessuno si sogna di farlo consci dei rischi che corre...qui nessuno ci bada nonostante sia parimenti vietato per legge...e chi arriva dai paesi di cui parlavo si adegua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×