Vai al contenuto
Kurt Cobain

F.do lavori straordinario.

Buonasera,

 

con la modifica apportata alla L. 220/12, ora domando:

 

Se il pagamento dei lavori non è vincolato allo stato di avanzamento dei medesimi ma, semplicemente, rateizzato, davvero si può ritenere che questa differenza (pagamento rateizzato – pagamento in base allo stato di avanzamento) possa influire sulla possibilità di versare gli importi in più tranche?

 

Attendo vostre opinioni.

Influenzare in che senso???

 

Un pagamento rateizzato presuppone che i lavori siano terminati.

 

Un pagamento per stato di avanzamento viene effettuato ogni qualvolta l' impresa richieda il saldo di quanto fatto (in accordo con il direttore dei lavori e secondo precise clausole).

ma veramente l'ultima modifica alla legge lascia ampia libertà di manovra.e ve n'era anche prima,perché la norma non è di quelle inderogabili,e l'unanimità del condominio o una modifica al regolamento di condominio(che poi è la stessa cosa perché richiede sempre l'unanimità)lasciava tutto inalterato a prima della riforma.Siamo sinceri:non puoi fare un fondo parametrato ai SAL;ti blocca tutto se poi non hai i soldi per proseguire.L'impresa che fa,ti lascia i ponteggi gratis,o li porta via e poi te li rimonta?e chi paga tutto sto via vai?e quale condominio raccoglie in anticipo-per assurdo-tutta la somma,come voleva il disegno originario?

Tu opera da buon padre di famiglia:conosci le persone,i fornitori,la serietà di tutti:è questo l'unico parametro su cui scrivere il contratto di appalto.

ma veramente l'ultima modifica alla legge lascia ampia libertà di manovra.e ve n'era anche prima,perché la norma non è di quelle inderogabili,e l'unanimità del condominio o una modifica al regolamento di condominio(che poi è la stessa cosa perché richiede sempre l'unanimità)lasciava tutto inalterato a prima della riforma.Siamo sinceri:non puoi fare un fondo parametrato ai SAL;ti blocca tutto se poi non hai i soldi per proseguire.L'impresa che fa,ti lascia i ponteggi gratis,o li porta via e poi te li rimonta?e chi paga tutto sto via vai?e quale condominio raccoglie in anticipo-per assurdo-tutta la somma,come voleva il disegno originario?

Tu opera da buon padre di famiglia:conosci le persone,i fornitori,la serietà di tutti:è questo l'unico parametro su cui scrivere il contratto di appalto.

Si può chiedere un acconto tipo 20% e costituire un fondo e poi chiedere rate ai condomini parametrate con le rate che fa l'impresa.

Mi stò perdendo il "senso" della domanda.

 

La Legge prima prevedeva l' obbligo della costituzione di un fondo per ovviare al problema della "dilatazione" dei tempi di pagamento (norme europee) per ovviare alla crisi di liquidità delle imprese...poi siccome si vuol tirare una coperta troppo corta si son accorti che la norma di fatto bloccava i lavori perchè per lo stesso problema economico i condomini non riuscivano a costituire tali fondi in tempi ragionevoli.

 

Prima o dopo...la Legge non impedisce che l' assemblea di condominio imponga versamenti in acconto. Non è necessaria l' ultimazione dei lavori per imporre quote e nemmeno l' inizio.

Ma se i lavori sono urgenti (per es. infiltrazioni), si deve costituire ugualmente il fondo?

Se i lavori sono urgenti allora vuol dire che vi provvede l'amministratore subito senza convocare l'assemblea, quindi niente obbligo di fondo

da mondo-immobiliare del 20.2.14 :

Con la legge approvata in Parlamento nella tarda serata di ieri (19 febbraio 2014 ) viene riconosciuta la possibilità di costituire il Fondo speciale per le opere straordinarie e le innovazioni.....omissis ;

Secondo il mio parere :

( al di là delle urgenze ovviamente ) ed a prescindere dalle facoltà concesse o meno dalla norma, empiricamente conviene (previo delibera della assemblea che è sovrana ) pianificare la raccolta di tutti i denari necessari e costituire il fondo e solo dopo iniziare i lavori. Se durante i lavori uno o piu' condomini per questioni non prevedibili sospendono i pagamenti ? Se invece vengono sospesi prima di definire il fondo ci si saprà regolare e si potrà agire con le idee chiare spiegando ai condomini che alla fin fine potrebbe capitare che potrebbero essere indotti ad anticipare o pagare loro -Questo eviterà frizioni e tensioni con l'impresa esecutrice , fra amministratore e condomini, fra i condomini medesimi

Secondo il mio parere :

( al di là delle urgenze ovviamente ) ed a prescindere dalle facoltà concesse o meno dalla norma, empiricamente conviene (previo delibera della assemblea che è sovrana ) pianificare la raccolta di tutti i denari necessari e costituire il fondo e solo dopo iniziare i lavori. .....

Concordo con l' opinione ...non avrei saputo trovare parole migliori.

La logica risponde anche ad un criterio di comportamento civile...che è quanto prevede l' UE.

 

In fin dei conti quando vai al supermercato i soldi li metti sul banco prima di uscire con la spesa....o al più paga un terzo (carta di credito, finanziaria) con la quale hai già sottoscritto un "debito".

×