Vai al contenuto
pilotino

Facente funzioni amministratore

Il mio condominio è così composto: tre appartamenti; tre proprietari (due fratelli ultraottantenni e un 50enne non imparentato); codice fiscale; ascensore; polizza fabbricato; lava scale (in nero); bollette: luce scale e acqua. La maggioranza (625 millesimi) vorrebbe nominare, un “facente funzioni amministratore”, l’inquilino (il quale visto il potere conferitogli dai due vecchietti, vorrebbe fare da padre padrone), di uno dei due appartamenti non vuole il conto corrente, vuole l’autogestione. Nel nostro regolamento di condominio è sancito che deve essere nominato amministratore, a rotazione, uno dei proprietari e se, chi e scelto fosse impossibilitato, deve nominarne uno esterno a proprie spese. Vorrei che non fosse nominato l’inquilino perché non è condomino (proprietario di un unità immobiliare) e che venisse aperto un libretto postale (quattro carte magnetiche e tenuta conto, tutto a zero spese oppure un conto corrente on-line a zero spese) così risulterebbero tutti i movimenti. Dovrebbe essere nominato “facente funzioni, amministratore” uno dei tre proprietari. Chi è impossibilitato, nomina un amministratore esterno a proprie spese. Se ci fossero, oltre ai vostri pareri, delle sentenze di cassazione, me ne fareste cosa gradita.

Grazie

pilotino

L'inquilino non essendo condomino non si può nominare "facente funzioni" (brutto termine che non esiste) meglio "persona che svolge funzioni analoghe a quelle dell'amministratore", possono però nominarlo amministratore con tutte le responsabilità che a lui competeranno

Sempre che, abbia i requisiti per svolgere l'incarico di amministratore, previsti dalla normativa vigente sulla materia della disciplina condominiale.

...Nel nostro regolamento di condominio è sancito che deve essere nominato amministratore, a rotazione, uno dei proprietari e se, chi e scelto fosse impossibilitato, deve nominarne uno esterno a proprie spese. Vorrei che non fosse nominato l’inquilino perché non è condomino (proprietario di un unità immobiliare) ...

Poichè il regolamento contiene delle norme contrattuali è fondamentale capire se si tratta di regolamento contrattuale registrato alla Conservatoria dei registri o quanto meno di un contratto creatosi firmando una delibera all'unanimità dagli ATTUALI condòmini.

 

Se si tratta di regolamento contrattuale o contratto può essere chiesta l'applicazione del regolamento e l'inquilino può essere nominato amministratore dal suo proprietario solo se ha tutti i requisiti richiesti dalla riforma per gli amministratori esterni.

 

In ogni caso, nonostante sia nominato un amministratore professionista, se l'inquilino tramite delega può rappresentare 2 condòmi su 3 e 625 millesimi, sarà dura comunque far andare le cose in modo tranquillo se l'inquilino si mette di traverso:

 

- Potrebbe chiedere ogni momento un'assemblea straordinaria con ordini del giorno di suo gradimento

- Ogni mese potrebbe richiedere assemblea straordinaria per revoca/nomina amministratore

- Potrebbe non approvare una delibera in cui si affidi la pulizia scale ad un'impresa lasciando tutti nello sporco.

- Potrebbe chiedere di assumere una persona di suo gradimento in qualità di dipendente del condominio (con contributi assicurativi e previsenziali)

- Potrebbe deliberare lavori straordinari, anche di notevole entità (rifacimento facciata, sostituzione portone, tinteggiatura parti comuni interne) scegliendo preventivi di ditte compiacenti...

.. Nel nostro regolamento di condominio è sancito che deve essere nominato amministratore, a rotazione, uno dei proprietari e se, chi e scelto fosse impossibilitato, deve nominarne uno esterno a proprie spese. Vorrei che non fosse nominato l’inquilino perché non è condomino (proprietario di un unità immobiliare) ..
Se l'inquilino ha i requisiti può essere nominato

L' inquilino potrebbe (condizionale) essere nominato amministratore solo come professionista esterno ù(con tutti i Requisiti di Legge e relatvi Obblighi)

 

Non essendo condomino (proprietario) non può essere amministratore interno.

×