Vai al contenuto
LadyLilia

Estintori nel condominio

Buongiorno a tutti.

La mancata manutenzione/revisione come indicata nella norma UNI9994-2013-1 , leggendo nel forum, non è responsabilità dell'amministratore in quanto non è un tecnico e quindi si affida per questo ad una ditta specializzata.

Rimango molto, molto , molto perplessa perchè leggo anche che devono essere i condomini a segnalare all'amministratore l'eventuale inadempienza della ditta incaricata... come dire che l'amministratore salda le fatture emesse ma non ha obbligo di verificare se il lavoro è stato eseguito....

Per assurdo...se si verificasse un incendio con presenza di estintori non manutenzionati....la responsabilità sarebbe dei condomini che non hanno controllato?

Aggiungo: e se gli estintori fossero come ovvio nei locali caldaia e ascensore di cui solo l'amministratore ha l'accesso?

Ringrazio anticipatamente chi volesse togliermi il dubbi....magari proprio un amministratore/trice di condominio

Buona giornata

L.L.

è l'amministratore che sottoscrive per conto del condominio il contratto con la ditta di manutenzione degli estintore ed è sempre l'amministratore che paga le relative fatture. Quindi ritengo sia compito dell'amministratore controllare che il servizio venga svolto nei modi d'uso.

Molte grazie JOSEFAT per la cortese e celere risposta. Peró quella fornita è ciò che la logica vuole. Il dubbio sulla responsabilità e di che tipo sia, permane alla luce di quanto letto su simile oggetto in altre discussioni.

L'amministratore, ribadisco, sembra immune da responsabilità, in quanto non è dovuto che sappia di revisioni e manutenzioni....ecco perchè incarica la ditta specializzata.

Il condomino "deve" invece segnalare all'amministratore se si accorge di inadempimenti: come dire l'amministratore può ignorare, il condomino no.

il condomino sicuramente deve segnalare all'amministratore se si accorge di inadempimenti, ma anche l'amministratore è obbligato a controllare l'operato della ditta che ha in manutenzione gli estintori.

Gentile JOSEFAT, lungi da me la polemica, ma il fatto stesso che sia il condomino ad accorgersi di inadempimenti, implica a priori una negligenza dell'amministratore aggravata dal fatto di saldare fatture senza assicurarsi che il lavoro sia ben fatto. Si richiama ovunque che l'amministratore deve operare come un buon padre di famiglia.... ma immagino che a casa sua, prima di pagare un lavoro, verifichi il buon esito...o no?

nel caso degli estintori la ritengo anch'io una negligenza dell'amministratore poichè basta una camminata per rendersi conto anche se non abita nell'edificio.

il concetto stesso però, esteso alla pulizia delle scale ad esempio, è già di più ardua responsabilizzazione: non può certo esser presente ogni mattina a controllare.

in questo caso la segnalazione di un cattivo servizio è quasi obbligatorio che sia segnalata da chi vi abita.

sono convinto che a casa sua controllerebbe il buon esito, ma non può essere l'identica cosa.

Una fattura per un intervento non effettuato è una fattura falsa ed integra il reato di truffa (oltre alle rilevanze penali di natura fiscale). Io ritengo che se i comdòmini sanno che il "fatturato" non corrisponde al realizzato hanno il dovere di segnalarlo all'amministratore affinché questi contesta la fattura. Alla fine, poi, la responsabilità sarà della ditta "non manutentrice" se dovessero verificarsi inadempienze.

Ha ovvia e perfetta ragione per quanto attiene la pulizia delle scale.... Ben diverso invece il caso che ho prospettato e che anche Lei riconosce

 

- - - Aggiornato - - -

 

Grazie Avv. Bellucci. Anche Lei dunque conferma, indirettamente, la non responsabilità dell'amministratore?

Quindi, per lo stesso principio, se una ditta di pulizia deve lavare la scala il giorno X, l'amministratore deve verificare se effettua l'intervento o meno?

Sono i condòmini che devono segnalare eventuali mancanze e su queste l'amministratore agisce. Per il resto, sono d'accordo con l'avv. Gallucci per quanto concerne gli aspetti penali.

Prendiamo il caso del sistema antincendio automatico. Le vasche sono in un locale chiuso in quanto grande come una piccola piscina, e sovrastata da motori pompa e tutto un impianto elettrico automatico per l'entrata in funzione. Il condomino ammesso che ne abbia le competenze tecniche, non ha assolutamente la possibilità di accesso.

In caso di mancato funzionamento chi ne è responsabile?

Capisco che la cosa è uguale anche per l'amministratore ( a parte la possibilità di accesso), per cui è mia opinione che deve essere la società che ne cura la manutenzione che a ogni visita dovrebbe fornire una copia d'intervento sia a giustificazione del contratto sia per la garanzia di funzionamento.

Certo è un ragionamento di logico comportamento e non so se supportato da regole legali, ma se sono obbligato ad avere un contratto di manutenzione ed essere responsabile lo stesso io condomino, mi pare illogico.

infatti la ditta di manutenzione ascensori che è responsabile del corretto funzionamento dell'apparato come da contratto, ogni volta che accede per le verifiche programmate lascia un modulo da controfirmare per certificare l'avvenuta visita per controllo (sperando che non sia solo visita ma controllo effettivo)

Riprendo la discussione del 30/03 2013 che nel mio condominio la ditta antincendio non eseguiva la manutenzione uni 9994 che stabiliva che un estintore a polvere l'estinguente deve essere cambiato ogni 3 anni,co2 ogni 5 anni,schiuma ogni 18 mesi,questa ditta ci metteva la firma al cartellino e mandava la fattura,se si dovesse usare l'estintore dopo qualche anno non ha più la sua reale efficacia,ho avvertito l'amministratore di questa truffa,mi rispondeva che forse mi stavo sbagliando.questo lavoro lo fatto per molti anni,e l'ultima riunione che abbiamo fatto a giugno 2015 sono riuscito a far cambiare la ditta per la manutenzione,un passo in avanti? forse.A mio parere in quasi tutti i condomini lavorano in questo modo,perché molte persone non conoscono uni 9994 e pensano che il controllo sia solo controllando la carica dell'estintore.uni 9994 2 stabilisce la professionalità del tecnico e il suo dovere di professionista

×