Vai al contenuto
alberto13

Esiste un indicazione per regolamentare l erogazione dell acqua calda in casa?

La casa affitatta ha dei problemi con l acqua calda. L erogazione dell acqua è spesso tiepida con picchi piu alti. Sicuramente in 4 anni non ho mai miscelato la temperatura dell acqua perchè troppo calda.

Oggi il tecnico ha misurato l acqua a 42° erogata dall impianto condominiale.

 

L impianto condominiale eroga l acqua nella mia abitazione a 42° misurata dal tecnico

Non capisco la domanda.

L'acqua la vuoi più bollente o meno di 42° ?

Perché se non va oltre i 42°,tra le cause può dipendere dalla potenza della caldaia.

Comunque puoi parlare con il responsabile della centrale termica o all'amministratore

Forse mi son espresso male.

In casa non abbiamo sempre l acqua calda,spesso tiepida e l ultima volta il tecnico dopo un intervento ha misurato la temperatura,come indicato a 42°.

La stessa sera,ci siamo travati senza acqua calda,al punto che riscaldo l acqua per la doccia con i tegami sul fornello.

Abbiamo segnalato in questi anni il problema, e a giugno hanno potenziato l autoclave per la mandata dell acqua,ma non ha risolto il problema.

Il tecnico condominiale ha misurato la temperatura ed ha indicato 42°,ma non sono costanti.

Io vorrei saperec se esiste un valore preciso per la temperatura dell acqua in casa.

Mi sembra di capire che il suo problema non è l'acqua a 42°, e non la vuole ne più calda ne più fredda.....ma il suo problema è che nella sua unità abitativa l'acqua calda non arriva o è erogata in modo non costante e con temperature non adeguate

Precisamente!

solo che la scorsa volta,il tecnico ha rilevato 42°,in un momento dove l acqua aveva un pò di temperatura.

la sera,l acqua era fredda.

Probabilmente avrete un accumulo della caldaia troppo piccolo o una caldaia che sottodimensionata per le utenze.

Il fatto che il tecnico abbia misurato nel tuo appartamento 42° in un momento in cui non c'è molto uso d'acqua vuol dire che l'acqua calda arriva (e 42° non è un po' di temperatura, è una buonissima temperatura per l'acqua). Probabilmente nel tuo caso il problema c'è quando sono tutti in casa e usano l'acqua calda, ad es. alla sera. Su questo il manutentore dovrebbe fare i propri ragionamenti, anche considerando che tutti avranno problemi di acqua calda, non certo solo tu.

Ci vuole il bruciatore e la caldaia di maggiore potenza e capienza,per avere una temperatira costante.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il problema è stato sempre così o ultimamente avete fatto delle modifiche oppure ci sono stati dei nuovi allacci??

Per quanto riguarda il regolatore,è a monte istallato alla base.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Poi spiegaci in che piano sei,e se anche qualcuno altro a lo stesso problema.

Altra problematica possibile oltre all'accumulo sottodimensionato:

 

1. miscelatore in caldaia non funzionante

2. ricircolo dispendioso

3. delta t di attivazione riscaldamento acqua nell'accumulo on/off troppo ampio

4. presenza di collettori solari malregolati (attenzione), pannelli solari

 

Ad ogni problema ci può essere una soluzione.

 

Il fatto che il tecnico dica che misura 42° quindi è ok, mi farebbe pensare che "nasconde" qualcosa o non ha tempo.

(è ovvio che misura 42° quando è nel momento buono, la misurazione va fatta in continuo per più giorni)

Abito al 2° piano di 8,la caldaia si trova al -2.

A giugno hanno potenziato l autoclave,perchè lo scorso inverno per 2 mesi la temperatura dell acqua era bassa.

Non è servito,vista la situazione.

La temperatura risulta sempre bassa oltre il tiepido,ed il padrone di casa non sembra attento a quanto indicato.

Alberto fatti dire esattamente che intervento hanno fatto. Potenziare l'autoclave che significa?

 

Anzi già che ci sei fatti spiegare come funziona l'impianto (recupera i progetti), avete pannelli solari? quanti litri è il bollitore? quanti metri i ricircolo?

Buona fortuna.

×