Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
AmmCaterina

Esibizione documentazione su richiesta dell'amministratore

Buonasera a tutti,

vi chiedo la vostra opinione su una questione sorta nell'ambito di uno dei condominii da me amministrati:

il condomino che esercita un'attività di affittacamere nella soffitta di pertinenza del suo appartamento, quali documenti è tenuto ad esibire all'amministratore (su richiesta degli altri condomini) per dimostrare la legittimità della sua attività? Mi spiego meglio..se lui afferma di avere l'agibilità del locale, sorto a seguito di sopraelevazione, e di aver presentato al Comune una regolare Scia prima di iniziare la suddetta attività, è tenuto a mostrare tale documentazione o si può rifiutare? Nella seconda ipotesi l'amministratore può rivolgersi all'Ufficio tecnico del Comune per ottenere maggiori informazioni a riguardo o, trattandosi di parti di proprietà esclusiva, non può intervenire in merito? Non trovo appigli normativi per districare la matassa..Il condominio è privo di regolamento e nel momento in cui è iniziato tutto era autogestito a turno dai condomini senza particolari formalità.

Grazie a chi mi aiuterà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Giglio2, la nostra normativa regionale prevede praticamente le stesse cose..il problema è che i condomini insistono affinchè io controlli che la mansarda sia stata dichiarata effettivamente agibile, in quanto la sua inagibilità sarebbe l'unica valida motivazione per bloccare l'attività di affittacamere. Personalmente non ritengo di poter richiedere l'esibizione di una documentazione riguardante una proprietà esclusiva, però non vorrei sbagliarmi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sorto a seguito di sopraelevazione, e di aver presentato al Comune una regolare Scia prima di iniziare la suddetta attività, è tenuto a mostrare tale documentazione o si può rifiutare?

---------------------------------------------------------------------------------

http://www.laleggepertutti.it/43771_lamministratore-di-condominio-puo-entrare-in-casa-dei-condomini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"Mi spiego meglio..se lui afferma di avere l'agibilità del locale, sorto a seguito di sopraelevazione, e di aver presentato al Comune una regolare Scia prima di iniziare la suddetta attività"

Hai parlato di sopraelevazione ma, a prescindere dal provvedimento autorizzativo da parte del Comune che puoi richiedere tramite istanza di "accesso agli atti", la cosa importante è verificare se tale sopraelevazione comporta le variazioni di cui parla l '«Art. 69. dacc - I valori proporzionali delle singole unita' immobiliari espressi nella tabella millesimale di cui all'articolo 68 possono essere rettificati o modificati all'unanimità. Tali valori possono essere rettificati o modificati, anche nell'interesse di un solo condomino, con la maggioranza prevista dall'articolo 1136, secondo comma, del codice, nei seguenti casi: 1) quando risulta che sono conseguenza di un errore; 2) quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unita' immobiliari, e' alterato per piu' di un quinto il valore proporzionale dell'unita' immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il relativo costo e' sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione..."

E prendi due piccioni con una fava.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti è già in programma la variazione delle tabelle millesimali.. il mio dubbio era fin dove l'amministratore si può spingere nel controllo della documentazione relativa ad una unità di proprietà esclusiva. Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×