Vai al contenuto
Dprova

Esecuzione lavori termovalvole senza preventivo

Buona sera,

vi chiedo cortesemente un'opinione in merito a come l'amministratore di condominio, presso il quale abito, vuole gestire i lavori straordinari legati alle valvole termostatiche.

 

Vi riassumo brevemente quanto accaduto:

 

a fine giugno scorso c'è stata l'assemblea di condominio e, relativamente ai lavori delle termovalvole, l'amministratore ci ha proposto una tabellina con tre ditte e tre prezzi.

Ha spinto fortemente affinchè si optasse per l'opzione più economica, in quanto i lavori sarebbbero stati effettuati da una ditta a cui lui si affida da molti anni.

L'assemblea ha deliberato per l'opzione più economica, salvo venissero presentati altri preventivi più economici entro una determinata data.

A fine assemblea, alla richiesta dei preventivi stampati forniti dalle tre aziende, ne sono stati ricevuti solo due. Manca quello della ditta a cui lui si affida da anni (quello 'votato'). Alla richiesta del preventivo mancante l'amministratore ha sempre trovato una scusa e ad oggi, trascorsi più di 90 gg, non ci ha ancora fornito il preventivo.

Quest'oggi, nel suo ufficio, all'ennesima richiesta del preventivo mancante lui ha risposto, molto scocciato:

1. che lui ci ha fatto una cortesia a fornirci i preventivi perchè non è in alcun modo tenuto a darli ai condomini;

2. che il preventivo non c'è;

3. che d'ufficio, poichè non c'è stato un preventivo più economico, come deliberato dall'assemblea i lavori verranno effettuati dalla ditta a cui lui si affida.

 

In tutta sincerità, sono uscita dal suo studio più che perplessa, però vorrei chiedervi per favore se quanto da lui asserito sia corretto, ossia se è possibile far fare i lavori ad una ditta in assenza di preventivo.

 

Aggiungo inoltre, che altri preventivi sono stati proposti entro la data concordata in assemblea, con valvole più 'sofisticate', ma ad un prezzo ovviamente leggermente più alto. L'amministratore, però non ha mai voluto effettuare una nuova riunione condominiale per ridiscutere il tutto, ma ha sempre volutamente temporeggiato.

 

Mi scuso se mi sono dilungata e spero di cuore che possiate aiutarmi a capire meglio.

Buona serata

Salve, penso che le tue perplessità siano più che giustificate. I preventivi delle varie ditte devono essere portati in assemblea in modo che questa possa scegliere a chi affidare i lavori. Quindi avete sbagliato voi a deliberare i lavori senza neanche vedere il preventivo. Comunque quest'ultimo deve esistere e l'amministratore è tenuto a darne copia ai condomini che lo richiedano. Se un numero sufficiente di condomini vuole approfondire la questione potete richiedere una assemblea straordinaria per ridiscutere il tutto. La richiesta va fatta da almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 dei millesimi. Nel frattempo potete mandare una racc all'amministratore chiarendo che senza un preventivo di questa ditta voi non pagate le quote e aspettate l'assemblea straordinaria richiesta.

Grazie mille per la risposta.

Vorrei chiederle se senza il raggiungimento di 1/6 dei millesimi ci si puo' comunque opporre a questa decisione visto che manca il preventivo.

Le chiedo questo poichè noi siamo un gruppo di palazzine e 1/6 dei millesimi rappresenta all'incirca 12 famiglie, purtroppo però c'è disinteresse da parte degli altri condomini ...

Si potrebbe eventualmente dire all'amministratore che, nel rispetto della delibera dell'assemblea, verrà considerato il preventivo presentato più economico?

Grazie ancora!

Non per far il bastion contrario, ma...

Ha spinto fortemente affinchè si optasse per l'opzione più economica, in quanto i lavori sarebbbero stati effettuati da una ditta a cui lui si affida da molti anni. L'assemblea ha deliberato per l'opzione più economica

C'è una delibera, probabilmente alla cieca, ma c'è !

Il lavoro, se eseguito a regola d'arte, va pagato secondo fattura.

Ok, ho capito. Grazie per la risposta, ma eventualmente, sempre nel rispetto di quanto deliberato in assemblea, si potrebbe far valere il secondo preventivo più economico di cui abbiamo tutti i dettagli scritti?

Grazie ancora

Tentar non nuoce.

Anche se a mio avviso chi ha eseguito un lavoro pratica applica e fattura secondo i suoi prezzi, non certo quelli dei suoi concorrenti.

Ok, ho capito. Grazie per la risposta, ma eventualmente, sempre nel rispetto di quanto deliberato in assemblea, si potrebbe far valere il secondo preventivo più economico di cui abbiamo tutti i dettagli scritti?

Grazie ancora

Mi perdoni, è comprensibile la volontà di raggiungere un compromesso: da una parte volete ridiscutere la questione valutando un'alternativa alla ditta "di fiucia" dell'amministratore, dall'altra volete tener ferma la decisione dell'assemblea di scegliere l'offerta più bassa.

Ma in tutto questo non avete considerato che questa spesa è in realtà un investimento? Indipendentemente dai preventivi e dai rapporti con l'amministratore, sono i condòmini che pagano e hanno dirittodi approfondire le soluzioni tecniche proposte.

La contabilizzazione individuale del calore (incluse valvole termostatiche) consente di risparmiare - in media - dal 10 al 30% sui consumi per il riscaldamento. Questo naturalmente se i prodotti sono di buona qualità, affidabili e duraturi. La scelta dell'offerta più economica non sempre è la più saggia. 100 euro ad appartamento risparmiati oggi possono portare ad avere molti problemi tecnici in futuro oppure risparmi molto minori del previsto.

Nel suo messaggio non ho letto nulla in merito alle caratteristiche del servizio offerto dalle varie aziende. Non solo: la fantomatica ditta di fiducia dell'amministratore da quanti anni o decenni si occupa di contabilizzazione del calore? Quante esperienza hanno? Quanti stabili hanno in gestione? Come fanno le letture annuali? Quanto dura la batteria di contabilizzatori? ecc. ecc.

Forse la proposta più economica va bene su un volo low cost. Ma se un oggetto mi deve far risparmiare sul costo del riscaldamento per i prossimi 20 anni, forse sarebbe opportuno approfondire su ciò che si sta comprando.

Io la ringrazio della sua opinione e le dico che la penso esattamente come lei, purtroppo pero' nel nostro condominio la maggior parte di persone preferisce vedere il prezzo di una valvola termostatica piuttosto che il progetto nella sua totalità proposto dalle ditte. Immagini lei che siamo solo in due condomini che stiamo richiedendo maggiori informazioni sul preventivo inesistente relativo all'offerta più bassa. Avevamo proposto altri preventivi più completi e dettagliati, ma l'amministratore, dopo la delibera dell'assemblea li ha voluti scartare dicendo che essendo più cari non rispettano la volontà degli altri condomini.

Per questo motivo vorrei sapere se ci si può opporre alla ditta proposta dall'amministratore in assenza di preventivo...

...

Per questo motivo vorrei sapere se ci si può opporre alla ditta proposta dall'amministratore in assenza di preventivo...

Non è l'amministratore che decide, sono i condòmini. E senza un preventivo l'assemblea condominiale non può approvare un bel nulla.

Tenga presente che in fase di installazione potrebbero rendersi necessari degli accessori o delle varianti che possono far cambiare il prezzo in modo significativo. Una ditta seria deve formulare un preventivo indicando anche il costo eventuale di queste varianti. Un esempio?

Testina termostatica con sonda esterna (da utilizzarsi sempre in caso di caloriferi coperti). Rispetto a una valvola normale, quella con sonda esterna può costare il doppio.

Dovete chiedere, inoltre, quali valvole vogliono montare (a liquido o a gas?); se monteranno valvole con pre-regolazione (scelta assolutamente da consigliare) oppure valvole senza pre-regolazione; quali ripartitori installeranno (con tecnologia a un sensore oppure a due sensori?); quanto dura la loro batteria e se sarà sostituibile una volta esaurita. Eccetera.

Grazie mille per tutte le preziose informazioni. Domani passeremo dall'amministratore con l'intenzione di avere una nuova assemblea condominiale e con dei preventivi trasparenti per poter fare un confronto.

×