Vai al contenuto
rowanit

Eredi assenti

Dopo il decesso di una condomina i quattro figli hanno cominciato a litigare tra di loro e ad oggi dopo mesi non hanno ancora accettato l'eredità, anzi pare che oltre ai figli ci siano anche altri eredi, ma questo è stato comunicato solo ufficiosamente.

 

In conseguenza di ciò l'amministratore non sa chi sono gli eredi perchè non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale in merito.

 

Fin quando non saranno comunicati ufficialmente gli eredi chi deve essere convocato per le assemblee? A chi possono essere richieste la quote arretrate e future? Se dovesse partire una contesa legale e quindi i tempi si dovessero dilatare a dismisura, nell'attesa chi pagherebbe le quote condominiali?

 

Un saluto e grazie sempre le preziose risposte.

Dopo il decesso di una condomina i quattro figli hanno cominciato a litigare tra di loro e ad oggi dopo mesi non hanno ancora accettato l'eredità, anzi pare che oltre ai figli ci siano anche altri eredi, ma questo è stato comunicato solo ufficiosamente.

 

In conseguenza di ciò l'amministratore non sa chi sono gli eredi perchè non ha ricevuto alcuna comunicazione ufficiale in merito.

 

Fin quando non saranno comunicati ufficialmente gli eredi chi deve essere convocato per le assemblee? A chi possono essere richieste la quote arretrate e future? Se dovesse partire una contesa legale e quindi i tempi si dovessero dilatare a dismisura, nell'attesa chi pagherebbe le quote condominiali?

 

Un saluto e grazie sempre le preziose risposte.

Le quote verranno richieste sempre e comunque al condomino che risulta all'amministratore, quando i presunti eredi raccoglieranno la posta o quant'altro, vedrai che comunicheranno ufficialmente a chi devono essere inviati i pagamenti o quant'altro, fino a quel momento non c'è ufficialità.

in caso di decesso le raccomandate e le spese condominiali intestale:

 

Agli eredi di

Sig./ Sig.ra Pinco Pallino

....

Le quote verranno richieste sempre e comunque al condomino che risulta all'amministratore, quando i presunti eredi raccoglieranno la posta o quant'altro, vedrai che comunicheranno ufficialmente a chi devono essere inviati i pagamenti o quant'altro, fino a quel momento non c'è ufficialità.

Il condomino che risulta all'amministratore è deceduto e l'amministratore ne è a conoscenza, e nessuno ha ancora accettato l'eredità e di conseguenza anche i debiti.

Il problema non è formale, ma sostanziale. Se i debiti si accumulano un'eventuale azione di recupero verso chi dovrà essere avviata se nessuno accetta l'eredità?

Non è un problema dell'amministratore del Condominio se più eredi non si mettono d'accordo fra loro.

Se tu dici che hai l'ufficialità della morte del condomino, qualcuno te la deve aver comunicata, quindi, a quel qualcuno comunicherai tutte le problematiche del Condominio inerente quel cespite, altrimenti, al di là del fatto che tu possa averlo constatato per conoscenza la morte del condomino, per te nulla cambia, continuerai, in mancanza di comunicazioni UFFICIALI, a considerare condomino la persona che hai nel tuo registro, oggi, a maggior ragione, vista l'anagrafe di cui dovrai disporre.

Ciao

×