Vai al contenuto
tungata

Entro quanto tempo l'amministratore deve fornire la documentazione richiesta da un condomino?

Salve

 

da più di una settimana ho fatto richiesta di alcune copie di verbali di assemblea ed il saldo del c/c condominiale

non avendo ancora ricevuto risposta nè per telefono nè per mail,mi chiedo quanto devo aspettare prima di

rifare la richiesta

grazie a tutti quanti risponderanno

Salve

 

da più di una settimana ho fatto richiesta di alcune copie di verbali di assemblea ed il saldo del c/c condominiale

non avendo ancora ricevuto risposta nè per telefono nè per mail,mi chiedo quanto devo aspettare prima di

rifare la richiesta

grazie a tutti quanti risponderanno

Perchè non hai ricevuto neanche una risposta telefonica?

Non ci hai potuto parlare o non ha voluto risponderti?

Se non ci sono problemi, potresti anche recarti allo studio e chiedere di persona.

Se c'è astio l'amministratore potrebbe anche non rispondere ne a questa ne a ulteriori richieste.

In tal caso dovrai attivarti con una diffida da parte di un legale e nel caso fosse inevasa anche la richiesta fatta dall'avvocato, dovrai procedere con azione legale in Tribunale.

grazie per la risposta

però nasce spontanea la domanda:

per le spese del legale mi prtrò rivalere sull'amministratore per avere ignorato la mia richiesta?

Io,per mia esperienza personale,dopo varie mail e due tentativi di incontro nel suo ufficio non andati a buon fine(una volta mi ha sbattuto fuori dall'ufficio e la seconda ha addirittura minacciato di mettermi le mani addosso),ho deciso di mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno e così ho ricevuto ciò che avevo chiesto.penso che sia meno oneroso fare prima un tentativo con la raccomandata;oltretutto, magari mi sbaglio,la legge non impone nessun arco temporale entro il quale l'amministratore sia costretto a dare evidenza di ciò che il condomino chiede.

Salve

 

da più di una settimana ho fatto richiesta di alcune copie di verbali di assemblea ed il saldo del c/c condominiale

non avendo ancora ricevuto risposta nè per telefono nè per mail,mi chiedo quanto devo aspettare prima di

rifare la richiesta

grazie a tutti quanti risponderanno

Non esiste un termine, molto dipende dagli impegni e dall'organizzazione dello studio.

10 giorni è un buon termine considerato che dimenticare è umano.

...non avendo ancora ricevuto risposta nè per telefono nè per mail,mi chiedo quanto devo aspettare prima di rifare la richiesta.

------------------------------------------------------------------------

Il termine,possibilmente ragionevole, lo stabilisci tu nella comunicazione richiesta documenti. Se tale termine non viene rispettato,puoi rivolgerti presso un legale.

Se malauguratamente si dovesse arrivare a questo,le spese inizialmente sono a tuo carico,poi sarà il mediatore decidere chi dovrà essere rimborsato.

...non avendo ancora ricevuto risposta nè per telefono nè per mail,mi chiedo quanto devo aspettare prima di rifare la richiesta.

------------------------------------------------------------------------

Il termine,possibilmente ragionevole,

Il termine "ragionevole" è soggettivo quindi opinabile, meglio sottolinearlo perchè molti pensano che l'amministratore stia in ufficio di fronte al pc seduta vivente, sempre disponibile alle proprie richieste, ma non è sempre così nella realtà.

Chissà perchè "tungata" ha driblato la mia domanda sul perchè non riesce a comunicare nemmeno per telefono o presso lo studio ma ha subito voluto sapere "chi paga le spese legali".

 

Io trovo semplicemente assurdo che un condòmino non riesca a comunicare in alcun modo diretto con il proprio amministratore, neanche fissando un appuntamento con i suoi collaboratori presso lo studio.

 

Secondo me... gatta ci cova.

no non ci cova nessuna gatta

l'amministratore è un condomino e non ha nessuno studio

ho parlato con lui per citofono

non mi ha invitato a salire ma demandato al portiere accogliere

le mie richieste che poi riferiva a lui.

devo ammettere che questo mi ha un pò indispettito, tutto qua.

no non ci cova nessuna gatta

l'amministratore è un condomino e non ha nessuno studio

ho parlato con lui per citofono

non mi ha invitato a salire ma demandato al portiere accogliere

le mie richieste che poi riferiva a lui.

devo ammettere che questo mi ha un pò indispettito, tutto qua.

Scusami ma tu gli ha citofonato a casa sua chiedendoli "mi scusi mi da copia del saldo c/c e copia del verbale degli ultimi anni??"

Scusami ma tu gli ha citofonato a casa sua chiedendoli "mi scusi mi da copia del saldo c/c e copia del verbale degli ultimi anni??"

Beh, è un amministratore interno (come me).

Se l'amministratore ha indicato casa sua come luogo in cui sono conservati e possono essere visionati i documenti, mi sembra più che normale un colpo di citofono del tipo:

"Mi scusi, avrei necessità delle copie degli ultimi 5 verbali e del registro di contabilità dell'anno in corso. Quando posso ritirarle?"

Al massimo la risposta corretta sarebbe stata

"ho preso nota e non appena pronte gliele faccio recapitare dal portiere"

 

Perchè mai il condòmino dovrebbe dire al portiere cosa gli serve?

A questo punto se non si vuole coinvolgere il portiere, meglio lasciar perdere le richieste via e-mail e fare una richiesta formale con raccomandata alla francese.

 

Art. 1129 c.c.

... Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può

prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata...

...

...Sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l'indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell'amministratore...

Beh, è un amministratore interno (come me).

Se l'amministratore ha indicato casa sua come luogo in cui sono conservati e possono essere visionati i documenti, mi sembra più che normale un colpo di citofono del tipo:

"Mi scusi, avrei necessità delle copie degli ultimi 5 verbali e del registro di contabilità dell'anno in corso. Quando posso ritirarle?"

Al massimo la risposta corretta sarebbe stata

"ho preso nota e non appena pronte gliele faccio recapitare dal portiere"

 

Perchè mai il condòmino dovrebbe dire al portiere cosa gli serve?

A questo punto se non si vuole coinvolgere il portiere, meglio lasciar perdere le richieste via e-mail e fare una richiesta formale con raccomandata alla francese.

 

Art. 1129 c.c.

... Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può

prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata...

...

...Sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l'indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell'amministratore...

A te sembrerà normale a me no..........se io ho bisogno di appuntamento per vedere/avere dei documenti.........prima chiamo fisso un appuntamento e poi mi presento, la casa o lo studio di una persona non sono negozi aperti al pubblico.

Sinceramente io posso essere o non essere in ufficio posso avere già altri appuntamenti se qualcuno mi citofonasse dicendomi "devo salire per prendere i verbali degli ultimi anni e/o altri documenti" lo inviterei a prendere i miei recapiti telefonici/mail e chiedere un appuntamento.........a maggior ragione che è un amministratore interno il quale opera all'interno della sua abitazione, il che significa che può essere a letto con la moglie, a casa con persone, facendo fare i compiti ai figli, vedendo la partita e/o qualsiasi altra cosa che si può fare all'interno di casa propria.

A te sembrerà normale a me no..........se io ho bisogno di appuntamento per vedere/avere dei documenti.........prima chiamo fisso un appuntamento e poi mi presento, la casa o lo studio di una persona non sono negozi aperti al pubblico.

Sinceramente io posso essere o non essere in ufficio posso avere già altri appuntamenti se qualcuno mi citofonasse dicendomi "devo salire per prendere i verbali degli ultimi anni e/o altri documenti" lo inviterei a prendere i miei recapiti telefonici/mail e chiedere un appuntamento.........a maggior ragione che è un amministratore interno il quale opera all'interno della sua abitazione, il che significa che può essere a letto con la moglie, a casa con persone, facendo fare i compiti ai figli, vedendo la partita e/o qualsiasi altra cosa che si può fare all'interno di casa propria.

Non sto mettendo in discussione la pretesa del condòmino di voler salire.

L'amministratore poteva rispondere come ho suggerito.

 

Quello che non mi è piaciuta è stata la risposata dell'amministratore

"fai le richieste al portiere"

Perchè devo rivolgermi al portiere per le mie richieste?

Far sapere al portiere (estraneo al condominio)che ho chiesto copia del registro di contabilità, sinceramente mi darebbe fastidio

Il portiere è un impiegato al servizio dell'amministratore oppure una persona al servizio del condominio?

×