Vai al contenuto
nauseato

Ennesimo libero sfogo :)

Ciao a tutti, mi sono iscritto solo per raccontare la mia esperienza e le mie conclusioni riguardo ai problemi con il vicinato.

Sarò lungo, lo dico subito...

 

- A 26 anni sono andato ad abitare da solo in un minuscolo bilocale su due piani, per vicini una coppia di albanesi con successiva prole e un professore meridionale in pensione.

E' stato un periodo molto bello, forse perchè ero finalmente indipendente ma soprattutto vivevo quei tipo 40mq come fossero davvero casa mia, mi ci trovavo a mio agio.

Problemi con i vicini: un paio di volte il professore ha chiesto di abbassare il nespolo che gli faceva ombra (pirla chi ha piantato un nespolo in un posto auto..), due o tre domeniche all' anno i vicini albanesi invitavano amici e li sentivi schiamazzare per tipo 10 minuti alla volta.

Ho avuto molto più odio verso un vicino 4 case avanti che faceva abbaiare liberamente il cane, o l' altro che teneva la musica a palla mentre faceva le pulizie, facendola sentire ad un intero isolato.

Ma non mi posso lamentare, a casa mia invitavo chi volevo, facevo quel che volevo, e si viveva tranquilli.

 

Aggiungo che io sono uno che rispetta al limite dell' ossessione la quiete DEGLI ALTRI, uso cuffie se voglio ascoltare musica, giocare, guardare un film a canna, mi pongo sempre problemi di poter infastidire gli altri qualunque cosa faccia.

 

- qualche anno dopo decido (ahimè! ) di andare a convivere con la morosa rimanendo in paese ma andando a vivere in una MALEDETTA corte.

Dal primo giorno problemi con i vicini: uno che dice che il MIO posto auto è proprietà pubblica (e in seguito chiamerà i vigili con conseguenti multe e casini tra vigili e proprietari che invece dichiaravano carte alla mano che fosse proprietà privata.

Una che dice che il mio gatto le apre la spazzatura, successo anche a me causa gatto non mio che guarda caso vediamo passare giusto mentre mi spiega.

I gatti qui erano il vero problema: io ne avevo due, che lasciavo liberi di uscire SUL LATO STRADA/PARCO/CAMPI, ma si sa i gatti vanno dove vogliono, TUTTI i gatti mica i miei.. solo che dal momento in cui il vicinato ha saputo che avevo due gatti automaticamente TUTTI i problemi dovuti a gatti erano a causa mia.

C'è chi li vedeva passeggiare nella loro preziosa loggia (ho fatto le foto, non erano i miei), chi diceva che gli facevano la cacca sullo zerbino, chi diceva che gli scavavano nei vasi rischiando di uccidere i bambini con improbabili malattie, chi mi ha minacciato con lettere dai toni nazisti etc...

Immaginate come mi sono sentito io che riconosco perfettamente il diritto di non amare i gatti e ho fatto di tutto per impedire ai miei di arrecare fastidio, compreso chiuderli in casa DIMOSTRANDO che non erano i miei a fare tutte quelle cose...

Ma niente, dopo litigi, lettere minatorie e "riunioni" con il proprietario e l' amministratore ho scelto che non volevo semplicemente più vivere in quel posto di dementi, che però erano ben felici di rompermi le palle con i loro stramaledetti bambini tutto il giorno nel prato della corte (notare, non adibito per regolamento a spazio calpestabile).

 

- nel frattempo complice anche la fine della storia con la morosa, do disdetta anticipata e cerco un nuovo bilocale: ho scartato non so quanti appartamenti perchè ho specificato ripetutamente di possedere due gatti e di essere una persona molto riservata che offre il silenzio più assoluto ma lo pretende in cambio.

 

Alla fine messo anche un pò alle strette dalla prossima scadenza, scelgo un bilocale che mi sembra davvero buono e ci vengo ad abitare da settembre scorso.

Bene, dal PRIMO giorno che dormo lì, a trasloco non ancora ultimato, mi accorgo che i rumori sono drammaticamente amplificati e praticamente posso ascoltare tutto quello che fanno o dicono i vicini.

I muri sono di CARTA.

In pratica se invito una persona a casa mia, i vicini possono sentire tutto ciò che ci diciamo, e viceversa.

 

Ma non è mica questo il problema: per mia sfortuna i vicini che confinano alla camera da letto sono africani.

Adesso non veniamo fuori con tutte le belle storie sulla tolleranza, il buonismo e quant' altro, perchè io (da ignorante!) sono persino sempre stato ben disposto verso la gente di colore, non lo so mi stavano simpatici.

Certo, finchè non ci vai a vivere in parte...

Chi li conosce sa che gli africani non sono capaci di parlare: loro urlano. A prescindere.

Qualcuno può trovare persino "solare" o "simbolo di vitalità" questa cosa, certo ti girano un pò le palle quando hai dei vicini che urlano ogni santa volta che sono in casa, con una figlia di penso 2-3 anni che emette suoni forti il doppio a cadenza regolare, litigano una volta sì e due pure e soprattutto, ed è questa la cosa che mi fa IMBESTIALIRE, sbattono la porta d' ingresso nel modo più rumoroso possibile, dando le mandate e chiudendo il fermo in maniera tale che si sente l' eco in tutta la palazzina.

Tutto questo categoricamente, regolarmente, dalle 00.30 alle 01.30 di notte, ma mi sono svegliato anche alle 4, alle 6 e così via, con gente che andava e veniva senza mai sapere nemmeno chi fosse (chissà cosa faranno mai dei neri che cambiano ogni volta a quell' ora...).

A questo aggiungiamo i vicini del piano di sopra, due figli piccoli che corrono per casa e trascinano continuamente le sedie per casa, loro che urlano pure e bestemmiano come forsennati.

 

Naturalmente ho prima chiesto con le buone alla proprietaria di far presente questa cosa, tanti sorrisi e tante scuse da parte MIA per non passare per l' isterico intransigente che non sono.

E una, e due, e tre volte poi comincio ad arrabbiarmi, sempre facendo presente la cosa prima a lei e poi all' amministratore, scrivendogli una mail esasperata tipo alle 2 di notte.

 

Ebbene vengo al punto.

Chiedo all' amministratore di intervenire, che la cosa si risolverebbe BANALMENTE con feltrini di gomma alle sedie (come IO ho fatto con le mie prima ancora che NESSUNO mi dicesse nulla), e accompagnando la porta e le serrature ALMENO DOPO LA MEZZANOTTE (e io che persino cammino come un gatto se rincaso tardi ed evito di spegnere la luce dal muro adiacente, usando l' altro interruttore per non disturbare!).

 

Sapete cosa mi sento rispondere? Che "purtroppo non tutti sono educati e rispettosi come te".

Ma la beffa è che mi dice pure che le porte blindate "purtroppo si devono chiudere così", sarò un essere superiore io allora se riesco a chiuderla perfettamente e senza fare il minimo baccano...

 

Sì diciamolo, se hai dei vicini maleducati NON CI PUOI FARE NULLA.

Ho letto parecchi interventi su questo forum di gente che sta pure MOLTO peggio di me, roba da venire fuori matti sul serio, e tutti infine riescono solo a sfogarsi e basta visto che non c'è nessuna soluzione.

 

Fare presente ai diretti interessati? Fatto, nel mio caso "fortunato" diventano degli agnellini che si scusano mille volte facendomi sentire persino esagerato e intollerante, dopo una settimana tutto come prima.

 

Fare presente all' amministratore? Fatto, ti senti rispondere che la maggior parte delle cause civili dipende proprio da questi problemi di vicinato e infatti ora per legge devono fare i muri più spessi etc., ma la cosa non risolve certo la maleducazione e menefreghismo degli incivili.

Ti dicono che faranno il possibile ma parliamoci chiaro, che possono fare?

Dargli il cartellino rosso? Per favore...

Sfrattarli? Non scherziamo, tanto più che passo io per l' unico invasato perchè gli altri non hanno mica la camera da letto adiacente, non si svegliano mica di soprassalto esattamente quando stavano prendendo sonno...

 

Chiamare i vigili/carabinieri? Questa poi è grossa, ho letto cosa hanno detto a chi li ha chiamati per situazioni ben più gravi della mia, che faccio gli dico che "il vicino sbatte la porta dopo mezzanotte?".

 

Iniziare anche io a fare baccano e fargli i dispetti? Si certo, così poi getti benzina sul fuoco e fomenti l' odio, così se prima volevi solo rilassarti a casa tua poi diventa un pensiero fisso quello di fare i dispetti al vicino... e poi io NON VOGLIO essere una persona così.

 

Parlargli gentilmente con toni pacati e sommessi spiegandogli come far piano a chiudere? Certo, a persone maleducate e di una cultura fondata sul baccano arrivo io ad insegnare da un giorno all' altro come si rispettano gli altri..

 

Chiedere di nuovo di mettere i feltrini alle sedie, o come qualcuno mi ha suggerito farglieli trovare io nella cassetta della posta? Già chiesto senza risultato, ti dicono sempre che "mi spiace, SON BAMBINI...", i feltrini non glieli regalo perchè poi si sentirebbero presi per il culo innescando altro veleno...

 

Insomma parliamoci chiaro, la situazione è proprio questa: se hai vicini che fanno casino, figli idioti, se insomma hai a che fare con persone che non possono o non VOGLIONO ragionare... TI ARRANGI.

 

Io sto solo aspettando in grazia di riottenere un pò di stabilità sul lavoro, dopodichè butterò nel cesso altre centinaia di euro per traslocare di nuovo senza tante storie e mal di pancia, perchè i nervi ce li ho già provati.

Non fatevi troppe illusioni, vivere tranquilli a casa propria è solo una questione di FORTUNA.

puoi dirti molto fortunato che sei in affitto così puoi andare da un'altra parte quando e come vuoi... pensa a chi si è comprato un appartamento e poi si ritrova vicini del genere e ha il mutuo da pagare e le rate dei mobili??? non disperare, credimi in affitto è meglio che non proprietari.

a parte questo se le leggi non cambiano e non si riesce a dare un po' di disciplina in italia sarà sempre peggio, chi si comporta bene non viene tutelato.

sembra la mia storia, vicini stupidi e ignoranti che fino all'una di notte tengono accesa la tv ad alto volume e se ti lamenti hanno pure da ridire xchè sei tu la maleducata che urla o gli bussa troppo forte!!!!!!!!!!proprio ieri sera mi sono i.......a per l'ennesima volta, risultato: sono già li che fanno casino e non so a che ora finiranno.non voglio chiamare i cc anche se sono informati di questa situazione perche otterrei l'effetto contrario. il problema è che la casa è nostra e pure loro sono proprietari ....quindi lexotan e appena potrò sgommo veloce come il vento!!!!!!!!!

buona notte(forse)

Infatti rabbrividisco a pensare a chi si è comprato una casa mettendo in conto sacrifici per decine di anni e poi si ritrova in queste situazioni da cui non può uscire con la "facilità" con cui potrò farlo io.

 

Il problema è che non esiste modo di capire a priori come saranno i tuoi vicini o quali problemi potranno sorgere non appena ti trasferirai.

Ormai non basta nemmeno più guardare i nomi sui campanelli, a parte che non è nulla di davvero indicativo (detto per inciso: io ho nome e cognome stranieri), ma poi per l' appunto è raro trovare condomini o corti di soli italiani.

E questi italiani si dimostrano a volte ben peggiori, insomma non vuol dire quasi niente il nome.

 

Prima di trasferirmi qui ho specificato di avere dei gatti, in modo che fosse subito chiaro. Ho chiesto di farlo presente ai vicini, che non mi rompessero le balle dopo: ho rifiutato all' istante anche buone sistemazioni in cui c'erano vicini che non volevano gatti (però avevano cani casinisti).

Ho chiesto che gente fossero i vicini, ma che volete che vi dicano quando devono affibbiarvi un appartamento?

"la casa è molto bella ma i vicini sono stronzi maleducati?"

 

Senza contare che alcune cose sono soggettive, ad esempio un' amica vive in una corte dove tutti si fanno i cazzi di tutti, ma lei trova la cosa piacevole perchè è una pettegola alla pari...

 

A volte penso che se ci fosse la possibilità di vivere legalmente in un camper me ne comprerei subito uno per piazzarlo in un campo lontano da tutti...

Massima solidarietà a chi subisce la maleducazione dei vicini, certe cose che leggo sono agghiaccianti.

Scritto da nauseato il 26 Ago 2012 - 21:52:46: Infatti rabbrividisco a pensare a chi si è comprato una casa mettendo in conto sacrifici per decine di anni e poi si ritrova in queste situazioni da cui non può uscire con la "facilità" con cui potrò farlo io.

 

Il problema è che non esiste modo di capire a priori come saranno i tuoi vicini o quali problemi potranno sorgere non appena ti trasferirai.

Ormai non basta nemmeno più guardare i nomi sui campanelli, a parte che non è nulla di davvero indicativo (detto per inciso: io ho nome e [...]

camper.... zero tasse, vai dove vuoi, niente imu, niente bollette....niente vicini, mi sa che ti conviene, fai il nomade che hai tutto da guadagnare sei anche tutelato dallo stato per qualsiasi cosa.

 

×