Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
mantegazzo

E' legale se convoco l'assemblea a mezzo raccomandata

Ma non invio consuntivo, preventivo, riparto?

nel senso che essi li invio dopo (la raccomandata di convocazione) ma a mezzo email (non tracciabile o posta prioritaria non tracciabile)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non regolare in quanto non consenti la valutazione contestuale delle spese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

e perché questo sistema così contorto ? e poi che vuol dire non tracciabile ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
e perché questo sistema così contorto ? e poi che vuol dire non tracciabile ?

Credo intenda inviare tutto il rendiconto con e-mail (no PEC) o posta ordinaria (non tracciabile = non può essere provato l'invio) perchè le carte sono troppe e la raccomandata per spedire il plico costerebbe troppo.

 

Poichè non credo ci sia l'obbligo di inviare la documentazione per raccomandata io la risolverei convocando abbondantemente prima (almeno 20 giorni) e scrivendo nella lettera (raccomandata) di convocazione:

 

"tutta la documentazione riguardante il rendiconto e relativo riparto, già inviata con posta ordinaria (o e-mail), è comunque consultabile presso lo studio nei giorni____ dalle ___ alle___ e/o nel corso dell'assemblea."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti, la spesa sarebbe eccessiva (visto che mi hanno incastrato con un fourfet)

 

io invio raccomandata con la convocazione, ed il resto con posta ordinaria,,,, o email....

chi vuole viene nel mio ufficio e prende visione,,, se no prende visione in assemblea...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' sufficiente indicare nel preventivo che le spese saranno uguali al bilancio precedente più una certa percentuale da approvare in assemblea;

 

In tema di condominio degli edifici, la validità dell’approvazione da parte dell’assemblea dei condomini del rendiconto di un determinato esercizio e del bilancio preventivo dell’esercizio successivo non postula che la relativa contabilità sia tenuta dall’amministratore con rigorose forme analoghe a quelle previste per il bilancio delle società, essendo invece sufficiente che essa sia idonea a rendere intelligibile ai condomini le voci di entrata e di uscita, con le quote di ripartizione; né si richiede che queste voci siano trascritte nel verbale assembleare, ovvero siano oggetto di analogo dibattito ed esame alla stregua della documentazione giustificativa, in quanto rientra nei poteri dell’organo deliberativo la facoltà di procedere sinteticamente all’approvazione stessa, prestando fede ai dati forniti dall’amministratore. Sono, pertanto valide le deliberazioni assembleari con le quali si stabilisce che il bilancio preventivo per il nuovo esercizio sia conforme al preventivo o al consuntivo dell’esercizio precedente, eventualmente aumentato di una certa percentuale, in tal modo risultando determinate, per riferimento alle spese dell’anno precedente, sia la somma complessivamente stanziata, sia quella destinata alle singole voci, mentre la ripartizione fra i singoli condomini deriva automaticamente dall’applicazione delle tabelle millesimali. (Cassazione Civile, sez. II, 25 maggio 1984 n° 3231)

La documentazione delle spese può essere visibile in qualsiasi periodo dell'anno da tutti i condomini e non solamente pochi giorni prima dell'assemblea, oppure in visione durante l'assemblea, di solito l'amministratore allega alla convocazione il resoconto particolareggiato per sveltire il procedimento della votazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se proprio vogliamo pignoleggiare riguardo al rendiconto CONSUNTIVO, è mia opinione che, SE NON RICHIESTO dai condòmini,per l'amministratore sussista l'obbligo di presentare la documentazione solo in assemblea mentre è suo obbligo far esaminare la documentazione prima dell'assemblea solo su richiesta.

Un avviso di convocazione scritto secondo quanto ho indicato, a mio avviso dovrebbe mettere tutti d'accordo.

 

In tema di condominio, la mancata disponibilità della documentazione contabile in sede di approvazione del consuntivo da parte dei condomini comporta la violazione, da parte dell'amministratore, dell'obbligo di rendiconto e la conseguente invalidità della delibera di approvazione…

(Cassazione Civile, sez. II, 08-08-2003, n. 11940)

La violazione del diritto di ciascun condomino di esaminare a sua richiesta secondo adeguate modalità di tempo e di luogo la documentazione attinente ad argomenti posti all'ordine del giorno di una successiva assemblea condominiale determina l'annullabilità delle delibere ivi successivamente approvate, riguardanti la suddetta documentazione, in quanto la lesione del suddetto diritto all'informazione incide sul procedimento di formazione delle maggioranze assembleari…

Cass. Civ. Sez. II, Sentenza 19 Maggio 2008, n. 12650

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se proprio vogliamo pignoleggiare riguardo al rendiconto CONSUNTIVO, è mia opinione che, SE NON RICHIESTO dai condòmini,per l'amministratore sussista l'obbligo di presentare la documentazione solo in assemblea mentre è suo obbligo far esaminare la documentazione prima dell'assemblea solo su richiesta.

Un avviso di convocazione scritto secondo quanto ho indicato, a mio avviso dovrebbe mettere tutti d'accordo.

 

In tema di condominio, la mancata disponibilità della documentazione contabile in sede di approvazione del consuntivo da parte dei condomini comporta la violazione, da parte dell'amministratore, dell'obbligo di rendiconto e la conseguente invalidità della delibera di approvazione…

(Cassazione Civile, sez. II, 08-08-2003, n. 11940)

La violazione del diritto di ciascun condomino di esaminare a sua richiesta secondo adeguate modalità di tempo e di luogo la documentazione attinente ad argomenti posti all'ordine del giorno di una successiva assemblea condominiale determina l'annullabilità delle delibere ivi successivamente approvate, riguardanti la suddetta documentazione, in quanto la lesione del suddetto diritto all'informazione incide sul procedimento di formazione delle maggioranze assembleari…

Cass. Civ. Sez. II, Sentenza 19 Maggio 2008, n. 12650

Sono pienamente d'accordo su questo, infatti il rendiconto si approva in assemblea ed anche per me non c'è obbligo di inviarlo assieme alla convocazione se non richiesta dal condomino, però a quanto leggo e vedo nel comportamento degli amministratori si usa allegare il bilancio tipo questo;

http://portale.aziendacondominio.it/Uploads/Modello%20rendiconto.pdf

per facilitare e sveltire le operazioni assembleari per le votazioni, ossia non impegnare tempo per le consultazioni e visioni di documentazioni durante l'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Infatti, la spesa sarebbe eccessiva (visto che mi hanno incastrato con un fourfet)

 

io invio raccomandata con la convocazione, ed il resto con posta ordinaria,,,, o email....

chi vuole viene nel mio ufficio e prende visione,,, se no prende visione in assemblea...

un consiglio spassionato, consegna a mano quelle che puoi, le altre manda raccomandata, fai più bella figura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
un consiglio spassionato, consegna a mano quelle che puoi, le altre manda raccomandata, fai più bella figura

Qualcuno la chiamerebbe correttezza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Qualcuno la chiamerebbe correttezza...
D'accordo sul temine "correttezza" :thumbup:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Qualcuno la chiamerebbe correttezza...

Caspita, ci hai azzeccato! :icon_lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le consiglio di predisporre una raccomandata elettronica con il servizio di Poste Italiane; potrà in tal modo certificare anche il contenuto della comunicazione nel caso di più fogli; i prezzi poi non sono per nulla esosi rispetto ad una normale raccomandata per la semplice convocazione (che in ogni caso dovrebbe inviare): da 4 a 5 fogli €5,50 (con AR)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Le consiglio di predisporre una raccomandata elettronica con il servizio di Poste Italiane; potrà in tal modo certificare anche il contenuto della comunicazione nel caso di più fogli; i prezzi poi non sono per nulla esosi rispetto ad una normale raccomandata per la semplice convocazione (che in ogni caso dovrebbe inviare): da 4 a 5 fogli €5,50 (con AR)

Mi sono sempre chiesto come fare a mandare una raccomandata "alla francese" in caso si più fogli.

Ho sempre pensato ad una raccomandata per ogni foglio.

Se la raccomandata on line ha valore legale per tutti i fogli è una soluzione fantastica.

Si possono allegare files e la differenza di costo è irrisoria.

€. 1,10 in più se si inviano 18 fogli anziche 1

A quest link il listino completo:

http://www.poste.it/resources/editoriali/postali/pdf/listino-ROL.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Confermo,

a mio avviso, in caso di plico (non di semplice unico foglio) l'unico sistema per compravare il contenuto della raccomandata, a seguito della fatidica sentenza di Cassazione, è ricorrere al messo giudiziario o al sistema su indicato; la Corte ha evidenziato come l'onere della prova circa il contenuto sia a carico del mittente, ma non ha stabilitò che ciò debbe avvenire in forme tipiche; sufficente dar prova, ed il sistema predisposto da Poste Italia in ciò è efficacissimo.

Saluti.

 

P.S. registrazione totalmente gratuita (non lavoro alle Poste 😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non sò se esista equivalenza...ma alle assemblee di approvazione Bilancio (Società) cui ho partecipato non ho mai avuto i rendiconti in anticipo.

 

La consegna e spiegazioni delle "risultanze" contabili si svogono sempre in Assemblea, pertanto non ritengo imperativo una consegna anticipata tantomeno con controprova di consegna.

 

Che sia più "corretto" una preventiva consegna (tanto meglio brevi-mano) è indubbio...ma non obbligatorio.

 

La Legge prevede la consegna solo prima del dibattito/delibera senza specificare quanto prima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Concordo pienamente

 

Corte d’Appello di Roma n. 1859/1955: L’amministratore non é tenuto – ove il regolamento di condominio non lo disponga espressamente – ad inviare, prima della convocazione dell’assemblea, le copie della contabilità pertinente la sua gestione annuale. E ciò, nella considerazione che non è ammissibile l’estensione analogica, al Condominio, dei principi che regolano il deposito dei bilanci delle società.

 

Così anche Cassazione, 28/1/2004, n. 1544.

 

Ovvio che se si vuol evitare contestazioni di ogni genere in assemblea o preservare il Condominio da un'inutile lite.... (ci sono legali che la propongono su tali premesse), preferibile inviare il tutto per tempo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×