Vai al contenuto
piccoraffa

E' legale modificare in corso d'opera l'onorario dell'amministratore?

L'amministratore, nell'assemblea ordinaria, per il suo onorario presenta una cifra consuntiva superiore a quella in preventivo, adducendo il motivo "all'aumento ISTAT", nell'ordine di 1.000 / 1.500 €.

L'assemblea caprona, in sede di rendiconto, approva la modifica.

Secondo me - a parte il fatto che negli ultimi anni l'andamento ISTAT è stato sempre sotto lo zero e quindi non ha subito aumenti - l'accettazione della nomina è anche accettazione della cifra in preventivo. Per cui, il suo onorario non dovrebbe variare dalla cifra indicata in preventivo, anche perchè il famoso "aumento ISTAT" non c'è stato. Il fatto è che l'assemblea, in sede di rendiconto, approva la cifra indicata in consuntivo.

Secondo voi, questo metodo è legale?

Inoltre, per la conferma dell'amministratore non si fa nessun contratto scritto. Anche questo è legale?

1. Secondo voi, questo metodo è legale?

2. Inoltre, per la conferma dell'amministratore non si fa nessun contratto scritto. Anche questo è legale?

1. Si, se l'assemblea approva è regolare.

2. Si, la riconferma dell'amministratore per assurdo potrebbe essere anche tacita.

L'aumento Istat, anche se applicato al 100%, per l'anno 2015 avrebbe determinato un aumento di 7€.

 

Se è capace di tale scorrettezze, direi che c'è da stare molto attenti.

1. Si, se l'assemblea approva è regolare...

Quindi è completamente inutile che

l'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta

se poi a consuntivo l'amministratore chiede un compenso maggiorato del 50% e l'assemblea glielo approva?

Quindi è completamente inutile che

l'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta

se poi a consuntivo l'amministratore chiede un compenso maggiorato del 50% e l'assemblea glielo approva?

Si è inutile se i condomini accettano ed approvano il consuntivo, e se nessuno impugna.
Si è inutile se i condomini accettano ed approvano il consuntivo, e se nessuno impugna.

Allora la risposta che hai dato non è completamente corretta perchè alla prima domanda piccoraffa ha chiesto:

 

il suo onorario non dovrebbe variare dalla cifra indicata in preventivo, anche perchè il famoso "aumento ISTAT" non c'è stato. Il fatto è che l'assemblea, in sede di rendiconto, approva la cifra indicata in consuntivo.

Secondo voi, questo metodo è legale?

e tu hai risposto:

1. Si, se l'assemblea approva è regolare

invece si dovrebbe rispondere che non è affatto regolare che l'assemblea approvi contro Norma ed un simile atto potrebbe comportare addirittura la NULLITA' della nomina stessa dell'amministratore, ma per far valere questa irregolarità occorre impugnare il rendiconto approvato dall'assemblea.

invece si dovrebbe rispondere che non è affatto regolare che l'assemblea approvi contro Norma ed un simile atto potrebbe comportare addirittura la NULLITA' della nomina stessa dell'amministratore, ma per far valere questa irregolarità occorre impugnare il rendiconto approvato dall'assemblea.
Se io ti preparo un preventivo per un lavoro di 100 Euro, ed a fine lavoro ti chiedo 150 Euro e tu acconsenti e mi dai 150 Euro io mi prendo i 150 euro ti rilascio fattura per 150 euro. E' regolare o No?

 

p.s. la mia prima risposta era provocatoria, nel senso che se l'assemblea approva e paga e nessuno protesta è tutto regolare.

Che il consuntivo così approvato dall'assemblea è nullo è da vedere e la nullità della nomina dell'amministratore non può essere retroattiva visto che era in carica per un anno.

Se io ti preparo un preventivo per un lavoro di 100 Euro, ed a fine lavoro ti chiedo 150 Euro e tu acconsenti e mi dai 150 Euro io mi prendo i 150 euro ti rilascio fattura per 150 euro. E' regolare o No?

E' regolare se io sono l'unico che ha potere decisionale e lo decido io all'unanimità.

 

Se una ditta ci prepara un preventivo di 100 euro che per clausola contrattuale (art. 1129) non può essere modificata e che a pagarlo siamo in 3 (condominio), se la ditta vuole 150 euro ma io non sono d'accordo con gli altri due, NON E' regolare e se io voglio, pur essendo solo contro 2, posso far valere l'irregolarità.

E' regolare se io sono l'unico che ha potere decisionale e lo decido io all'unanimità.

 

Se una ditta ci prepara un preventivo di 100 euro che per clausola contrattuale (art. 1129) non può essere modificata e che a pagarlo siamo in 3 (condominio), se la ditta vuole 150 euro ma io non sono d'accordo con gli altri due, NON E' regolare e se io voglio, pur essendo solo contro 2, posso far valere l'irregolarità.

Ma se l'assemblea approva e nessuno si oppone, come ha detto piccoraffa "L'assemblea caprona, in sede di rendiconto, approva la modifica."

Come tu ben sai una delibera assembleare può modificare o annullare la decisione di un'assemblea precedente, purchè la nuova decisione deliberata sia approvata con lo stesso quorum necessario per la delibera adottata nell'assemblea precedente.

Se poi tu vuoi impugnare nessuno ti potrà impedire l'azione, la decisione la adotterà a sua discrezione il Giudice, io non impugnerei, però tu sei libero d'impugnare.

Se poi tu vuoi impugnare nessuno ti potrà impedire l'azione, la decisione la adotterà a sua discrezione il Giudice, io non impugnerei, però tu sei libero d'impugnare.

Non è stato chiesto se conviene impugnare e cosa faremmo noi al suo posto.

E' stato chiesto solo se una delibera del genere è E' LEGALE.

NON E' LEGALE perchè viola l'art.1129 e lo stesso articolo prevede la NULLITA' della nomina.

Una nomina NULLA, come ben sai, è impugnabile in ogni tempo e poichè l'art.1129 è inderogabile, nemmeno una delibera adottata all'unanimità di 1000 millesimi è valida perchè potrebbe impugnare anche chi ha votato favorevole.

 

Piccoraffa ora se che tutto dipende da lui.

Se vuole può impugnare anche se ha approvato e se son passati più di 30 giorni perchè quella delibera NON E' LEGALE.

Se invece vorrà accettare quanto deliberato dall'assemblea caprona, a lui la scelta.

Non è stato chiesto se conviene impugnare e cosa faremmo noi al suo posto.

1. E' stato chiesto solo se una delibera del genere è E' LEGALE.

2. Una nomina NULLA, come ben sai, è impugnabile in ogni tempo e poichè l'art.1129 è inderogabile, ...

1. E' legale, perchè l'assemblea ha approvato, ed aggiungo il commento, se me lo permetti, se un (o più) condomino non era d'accordo poteva convincere l'assemblea a non approvare la modifica e non riuscendoci aveva/ha la facoltà d'impugnare, però è bene ricordare che l'assemblea ha la facoltà di modificare le delibere successivamente all'approvazione, e se l'hanno fatto temo che sarà una causa persa.

2. La nomina è regolare perchè era quella dell'anno precedente, e se hanno riconfermato l'amministratore con il nuovo preventivo "analitico" comprendente la modifica appena approvata, è regolare.

 

p.s. piccoraffa non ha chiesto se la nomina dell'amministratore è NULLA

2. La nomina è regolare perchè era quella dell'anno precedente, e se hanno riconfermato l'amministratore con il nuovo preventivo "analitico" comprendente la modifica appena approvata, è regolare.

Dove hai letto che è una conferma?

picoraffa dice

"l'accettazione della nomina è anche accettazione della cifra in preventivo. Per cui, il suo onorario non dovrebbe variare dalla cifra indicata in preventivo

non si tratta di nuovo preventivo appena approvato ma di consuntivo approvato in difformità da quanto indicato nel "preventivo analitico"

(preventivo di compenso presentato a gennaio 2015 di euro X; consuntivo di euro X + 50%)

 

p.s. piccoraffa non ha chiesto se la nomina dell'amministratore è NULLA

picoraffa, come da titolo del post, ha chiesto:

E' legale modificare in corso d'opera l'onorario dell'amministratore?

e per "corso d'opera" intende modificare a consuntivo quanto chiesto in preventivo.

Non intende che si vuole modificare il preventivo presentato l'anno prima all'atto di presentazione nuovo preventivo in sede di riconferma.

 

La risposta al titolo del post è che non può modificare a consuntivo quanto richiesto nel preventivo del suo compenso analitico per quell'anno di gestione perchè viola l'inderogabile art. 1129 e se lo fa, anche un solo condòmino può impugnare quella delibera di approvazione di compenso diverso da quanto preventivato.

Dove hai letto che è una conferma?

picoraffa dice

"l'accettazione della nomina è anche accettazione della cifra in preventivo. Per cui, il suo onorario non dovrebbe variare dalla cifra indicata in preventivo"

non si tratta di nuovo preventivo appena approvato ma di consuntivo approvato in difformità da quanto indicato nel "preventivo analitico"

(preventivo di compenso presentato a gennaio 2015 di euro X; consuntivo di euro X + 50%)

Infetti non l'ha scritto, l'ho intuito visto che non accenna a nessuna revoca e non chiede neppure se la nomina è nulla.

Per quanto riguarda l'aumento;

L'assemblea caprona, in sede di rendiconto, approva la modifica
Ora ti chiedo, dove sta scritto che una modifica di una delibera approvata dall'assemblea effettuata al consuntivo è nulla o annullabile?

Se fosse così il consuntivo dovrebbe essere sempre identico al preventivo, tu come amministratore/condomino dovresti ben saperlo.

Quante spese nel corso dell'anno aumentano e l'assemblea approva al consuntivo? Oppure ratifica delle spese neppure approvate al preventivo? Ogni anno succedono queste cose, è sufficiente leggere quì sul forum.

In questo caso l'amministratore ha presentato una cifra consuntiva superiore a quella in preventivo e l'assemblea ha approvato, mica è colpa mia e neppure tua se i condomini hanno acconsentito alla revisione del compenso approvando la modifica

Salve, la realtà è proprio che prima ci si lamenta si fanno critiche , ecc... verso il mandatario ma anche tra i vari comportamenti di scarso senso civico e responsabilità poi in sede assembleare le stesse persone diventano omertose mettendo in minoranza la parte attiva. Consiglio a questi di essere più diretti e decisi quando si va' in assemblea , non abbiate timore di contestare e non calpestiamoci i nostri diritti. Evidentemente questa categoria di persone non ha vergogna. Il mandatario ci prova tanto poi ci sono i soliti pecoroni con cultura uguale a zero che si fanno ipotizzare, dico da sempre unione fa la forza. Dove si consulta l'ISTAT? .

Salve, la realtà è proprio che prima ci si lamenta si fanno critiche , ecc... verso il mandatario ma anche tra i vari comportamenti di scarso senso civico e responsabilità poi in sede assembleare le stesse persone diventano omertose mettendo in minoranza la parte attiva. Consiglio a questi di essere più diretti e decisi quando si va' in assemblea , non abbiate timore di contestare e non calpestiamoci i nostri diritti. Evidentemente questa categoria di persone non ha vergogna. Il mandatario ci prova tanto poi ci sono i soliti pecoroni con cultura uguale a zero che si fanno ipotizzare, dico da sempre unione fa la forza. Dove si consulta l'ISTAT? .
Ci sono diversi siti dove viene pubblicato l'indice Istat, questo è un esempio;

http://www.avvocatoandreani.it/servizi/valore-ultimo-indice-istat.php

Se fosse così il consuntivo dovrebbe essere sempre identico al preventivo, tu come amministratore/condomino dovresti ben saperlo...

Certo che lo so che il consuntivo spese non è mai uguale al preventivo spese, proprio perchè sono un amministratore.

Forse è a te che non sei amministratore non ti è chiara la differenza tra preventivo e consuntivo di COMPENSO e preventivo e consuntivo SPESE.

 

Se io in sede di riconferma, il 1 gennaio 2015 presento un preventivo di MIO COMPENSO di €.1.000,00 per la gestione ordinaria dell'anno 2015....

E' LEGALE che a consuntivo presenti una fattura di COMPENSO per la gestione ordinaria 2015 di €.1.500,00 ?

Non è contro l'art. 1129 modificare a consuntivo quanto precedentemente ho chiesto analiticamente nel mio preventivo di compenso?

L'amministratore, nell'assemblea ordinaria, per il suo onorario presenta una cifra consuntiva superiore a quella in preventivo, adducendo il motivo "all'aumento ISTAT", nell'ordine di 1.000 / 1.500 €.

L'assemblea caprona, in sede di rendiconto, approva la modifica.

Secondo me - a parte il fatto che negli ultimi anni l'andamento ISTAT è stato sempre sotto lo zero e quindi non ha subito aumenti - l'accettazione della nomina è anche accettazione della cifra in preventivo. Per cui, il suo onorario non dovrebbe variare dalla cifra indicata in preventivo, anche perchè il famoso "aumento ISTAT" non c'è stato. Il fatto è che l'assemblea, in sede di rendiconto, approva la cifra indicata in consuntivo.

Secondo voi, questo metodo è legale?

Inoltre, per la conferma dell'amministratore non si fa nessun contratto scritto. Anche questo è legale?

 

Salve,

la risposta è alquanto articolata.

 

Ciò si capisce anche dalle varie risposte in contrasto.

Questo dibattito mi ha portato a scrivere questa consulenza:

 

>>>>>>>>>

Il caso di oggi: modifica onorario

Amministratore nel consuntivo

>>>>>>>>>>

Spero sia utile al dibattito.

 

Cordiali saluti.

Salve,

la risposta è alquanto articolata.

 

Ciò si capisce anche dalle varie risposte in contrasto.

Questo dibattito mi ha portato a scrivere questa consulenza:

 

>>>>>>>>>

Il caso di oggi: modifica onorario

Amministratore nel consuntivo

>>>>>>>>>>

Spero sia utile al dibattito.

 

Cordiali saluti.

Ho letto la consulenza, ma il fatto è che in questo caso l'assemblea ha approvato l'aumento. Ovvero se nessuno eccepisce durante l'assemblea, ratificando la modifica approvando il consuntivo, come sembra sia successo, nessuno impugna (questo non viene dato a sapere), e tutti pagano, che succede?

E non dimentichiamo che l'assemblea può modificare una delibera con una successiva approvazione.

...Questo dibattito mi ha portato a scrivere questa consulenza:

Concordo sulla consulenza.

 

Ovviamente pur commettendo un omicidio in assemblea, se nessuno eccepisce alcunchè e tutti nascondono il cadavere cosa succede?

Assolutamente nulla finchè tutti tacciono nascondendo la cosa facendo in modo che le indagini non approdano a niente..

Ma se anche uno solo dei presenti che abbia anche partecipato all'occultamento di cadavere si pente e confessa facendo ritrovare il cadavere, cosa succede? 🙂

Concordo sulla consulenza.

 

Ovviamente pur commettendo un omicidio in assemblea, se nessuno eccepisce alcunchè e tutti nascondono il cadavere cosa succede?

😉

Salve,

la delibera è nulla perchè è in contrasto con l'art.1129. L'unica soluzione quindi per i condomini è impugnare la delibera così che sia ravvisata la nullità.

Oppure minacciare le vie legali per giungere ad un accordo che eviti di far spendere soldi in legali ecc...

Ad esempio si potrà evidenziare che la procedura non è stata corretta e che sia necessaria una specifica delibera in merito all'aumento.

L'assemblea può sempre deliberare sul passato e quindi potrà deliberare anche tra 3-4 mesi, ad esempio, che la somma data in più all'Amministratore è da calcolarsi come credito per l'anno nuovo, sul suo onorario.

 

Purtroppo in questi comportamenti si nota la furbizia che si vede ormai ogni giorno nei Tg. C'è poco da stupirsi, l'unica soluzione è parlare con gli altri condomini perchè aprano gli occhi e prendere le dovute precauzioni e decisioni in merito.

 

Cordiali saluti.

... L'unica soluzione quindi per i condomini è impugnare la delibera
Sulla nullità o annullabilità sarà da vedere cosa deciderà il Giudice, per l'impugnazione mi trovi d'accordo, sempre che qualche condomino impugni.

Salve,

per questo nella consulenza parlo di violazione dei principi pater familias, non è detto che i condomini conoscano i loro diritti in ambito condominiale e così facendo l'Amministratore non fa altro che approfittare dell'ingenuità altrui.

 

Cordiali saluti.

Salve,

per questo nella consulenza parlo di violazione dei principi pater familias, non è detto che i condomini conoscano i loro diritti in ambito condominiale e così facendo l'Amministratore non fa altro che approfittare dell'ingenuità altrui.

 

Cordiali saluti.

Sino a sentenza non si può mai sapere, la delibera c'è e se qualcuno vuole può impugnare, preferibilmente contrario, astenuto od assente, per sicurezza e per non vedersi eventualmente respingere la domanda.
×