Vai al contenuto
teresa65

E' lecito far pagare acqua che non si consuma?

L'acquedotto municipale dove sono proprietaria di una casa fa pagare un minimo di 80 mc l'anno, indipendentemente se si consumino o meno e su tale ammontare calcola pure il canone di depurazione e fognatura. Inoltre chiede e 15 l'anno per nolo. E' lecito tutto ciò? Per piacere rispondetemi

Teresa

Si deve controllare se tutto quello che chiede sia previsto nel contratto di fornitura e verificare, tramite un'associazione di consumatori, la presenza di clausole vessatorie.

tutti i gestori di un qualsiasi servizio di fornitura (acqua,luce,gas,telefono etc etc)di una qualsiasi parte d'Italia fanno pagare il deposito cuazionale (non c'e' nulla di illegale ).

Sul deposito nulla da eccepire ma si deve pagare il consumo e non il "minimo".

Quindi se consumo 20 pago 20.

E allora non si accetta un contratto che prevede Il cosidetto "impegno contrattuale".

Signore e se il contratto è del 1990?.

E allora non si accetta un contratto che prevede Il cosidetto "impegno contrattuale".
Pensa che a Bari l'acquedotto si fa pagare anche il "deposito cauzionale".

Ciao....................giusto per parlare di AQP, da Gennaio 2015 sono aumentate le tariffe.................conviene bere benzina.

... fa pagare un minimo di 80 mc l'anno, indipendentemente se si consumino o meno...

---------------------------------------------------------------------------------------------

Da una ricerca ho appreso che in Sicilia,c'è una quota fissa minima di consumo di acqua. Quei metri cubi assegnati li consumi o non li consumi vanno pagati,superati quei metri cubi si aggiungono i costi reali dei successivi consumi.

Comunque andare dove si fanno i contratti,ti daranno le giuste informazioni anche su canone,depurazione,fognature,ecc... Poi non hai recepito che sulle tasse locali c'è stata una rivoluzione,tutte le amministrazioni locali si lamentano,nonostante ciò, sperperi/sprechi e ruberie non si fermano.

A me sembra tutto regolare.

... fa pagare un minimo di 80 mc l'anno, indipendentemente se si consumino o meno...

---------------------------------------------------------------------------------------------

Da una ricerca ho appreso che in Sicilia,c'è una quota fissa minima di consumo di acqua. Quei metri cubi assegnati li consumi o non li consumi vanno pagati,superati quei metri cubi si aggiungono i costi reali dei successivi consumi.

Comunque andare dove si fanno i contratti,ti daranno le giuste informazioni anche su canone,depurazione,fognature,ecc... Poi non hai recepito che sulle tasse locali c'è stata una rivoluzione,tutte le amministrazioni locali si lamentano,nonostante ciò, sperperi/sprechi e ruberie non si fermano.

A me sembra tutto regolare.

Dal profilo Teresa dice di essere di Catania ma parla di Acquedotto Municipale.

A Catania e Comuni limitrofi indicati in questa mappa

http://www.sidraspa.it/profilo-aziendale/i-comuni-serviti/

il servizio è affidato a SIDRA S.p.a. e non mi sembra che faccia pagare un minimo di consumi.

Le tariffe sono qui:

http://www.sidraspa.it/area-trasparenza/tariffe/

 

Non vorrei che le bollette generali del condominio siano ripartite da qualche agenzia o qualche amministratore che è rimasto a vecchie tariffe.

tutti i gestori di un qualsiasi servizio di fornitura (acqua,luce,gas,telefono etc etc)di una qualsiasi parte d'Italia fanno pagare il deposito cuazionale (non c'e' nulla di illegale ).

Sono d'accordo con te che il pagamento del deposito cauzionale non è cosa illegale. Sarebbe giusto che tu che mi fornisci un servizio,nel momento che si stipula un contratto, mi chiedi il deposito cauzionale - una volta sola e per tutta la durata del contratto - io lo verso e finisce lì.

E' il 3 trimestre che ci viene addebitato l'imposto di 272 € come " deposito cauzionale " e siamo arrivati già oltre 800 €.

Mi spieghi cos'è questo "deposito cauzionale" permanente - visto che nemmeno all'AQP sanno spiegarlo?

"Dal 01 giugno 2014 è entrato in vigore il metodo di calcolo del deposito cauzionale secondo le disposizioni indicate dall'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e i Servizi Idrici (AEEGSI) con delibere n.86 del 28 febbraio 2013 e n.643 del 27 dicembre 2013. "

Sono di Catania, ma mi riferisco ad un appartamento sito a Roccalumera (ME) dove dell'acqua si occupa l'Acquedotto municipale

tutti i gestori di un qualsiasi servizio di fornitura (acqua,luce,gas,telefono etc etc)di una qualsiasi parte d'Italia fanno pagare il deposito cuazionale (non c'e' nulla di illegale ).

già non c'è nulla di illegale. Proprio questo il problema. Quando c'è una pluralità di gestori tra cui poter scegliere può anche andar bene ma quando il gestore è unico è vessazione. Una volta pagata la cauzione non potrai mai più avere indietro i tuoi soldi perché l'acqua è un bene primario enon puoi farne a meno; se per caso muori la cauzione non va nella catena ereditaria della successione. Sarà legale ma è profondamente ingiusto

×