Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
ALTULLINI

Duvri dvr

Buongiorno,

domanda secca.

In un condominio con impianto elettrico non a norma si puo' far lavorare un dipendente di una ditta appaltatrice ad esempio di pulizie o portierato? La persona non è un dipendente diretto del condominio, ma della Società che fornisce il servizio, ma si tratterebbe di farlo lavorare in luogo di lavoro non a norma.

Che obblighi ci sono da parte del condominio, a parte quello di sistemare l'impianto?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Hai dato da te tutte le risposte.

Per quanto riguarda lavoratore pulizie gli obblighi ricadono sul datore di lavoro (il condominio e' committente).

Mentre se il portiere e ' alle direttive dipendenze del condominio, quest'ultimo è datore di lavoro con tutti gli obblighi che gli competono.

 

Un riferimento su tutti https://www.condominioweb.com/forum/quesito/duvri-63433/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie, ma la risposta non è chiara. Anche se non è un mio diretto dipendente, io condominio devo redigere un documento nel quale si attesti che il luogo di lavoro è in regola con le norme di sicurezza?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Nel senso.. siamo obbligati a far redigere una relazione tecnica di valutazione rischio dall'amministratore o è facoltativa? Comunque la posso pretendere e farla verbalizzare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore diventa “datore di lavoro” solo se il condominio impiega lavoratori dipendenti (portiere , custode , addetto alle pulizie , ecc. ). I lavoratori in appalto , autonomi o alle dipendenze di una ditta ( manutentori, impiantisti, ditta esterna per le pulizie, ecc) rendono l'amministratore “committente” e non “datore di lavoro”.

Alla luce di ciò, il DVR non è mai obbligatorio in assenza di dipendenti condominiali perchè non esiste la figura del “datore di lavoro” titolare dell' obbligo di legge.

In tema di sicurezza sul lavoro, il condominio DEVE essere in possesso della dichiarazione di conformità degli impianti rilasciata dall'impresa installatrice ai sensi Art. 7, comma 1 D.M., 22 gennaio 2008,n° 37.

Se l’impianto non è a norma e dovesse verificarsi un infortunio , sono problemi seri sia per l’Amministratore se è stato nominato, in caso contrario la responsabilità ricade sui condomini.

E' consigliabile (non obbligatorio) elaborare una ricognizione rischi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il fatto che l'impianto elettrico non sia a norma deve essere riportato nel registro della sicurezza (RAS), che è parte integrante del registro anagrafe condominiale (art. 1130 C.C.). Tale parte del registro deve sempre essere consegnata ad eventuali lavoratori che si trovano ad operare nel condominio così da renderli edotti dei rischi.

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se vogliamo entrare nel merito dell'impianto elettrico::::

Ma non solo l'impianto elettrico non e' a norma, e' anche inadeguato o incompleto.

Essendo il condominio un lungo di lavoro (vedi portiere) deve essere dotato di un impianto di messa a terra come la norma vuole per i luoghi di lavoro.

Quindi opportunamente installato, collaudato e denunciato agli organi competenti, e con le tempistiche che la stessa norma stabilisce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se vogliamo entrare nel merito dell'impianto elettrico::::

Ma non solo l'impianto elettrico non e' a norma, e' anche inadeguato o incompleto.

Essendo il condominio un lungo di lavoro (vedi portiere) deve essere dotato di un impianto di messa a terra come la norma vuole per i luoghi di lavoro.

Quindi opportunamente installato, collaudato e denunciato agli organi competenti, e con le tempistiche che la stessa norma stabilisce.

L'impianto di messa a terra va denunciato solo se il condominio ha dipendenti: esemp. portiere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'impianto di messa a terra va denunciato solo se il condominio ha dipendenti: esemp. portiere.

Credo di averlo già evidenziato ...... 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Condividendo quanto scritto da Marcanto, ed in riferimento al mio intervento, è da tenere presente che menzionare l'inadeguatezza dell'impianto nel RAS non esonera certamente dalle responsabilità...... Quindi l'impianto deve comunque essere messo a norma.

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Meri si ok di una precisione millimetrica pero'

 

io e te sappiamo come va a finire alla fine e perche' tu insisti tanto sul Ras ma forse chi ha posto la domanda iniziale no

 

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/dirittoAmministrativo/2017-03-02/la-responsabilita-solidale-appalti-pubblici-e-privati-165017.php

 

Al solito .. link ad articolo che da solo nozioni superficiali su responsabilita' solidale committente.

Bastano 30 minuti di google per avere contezza di tutta la dottrina e giurisprudenza sul punto.

 

Nota a margine: in caso di infortunio del dipendente dell'appaltatore non e' civile ma lavoro.

 

P.s. scusa Meri ma forse diamo troppe volte per scontato che gli altri sappiano perfettamente dove vogliamo andare a parare. Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×