Vai al contenuto
dtera

Durata mandato

Buongiorno

Per cortesia quanto dura il mandato e quanto tempo ante scadenza potrebbe essere disdetto senza penali o costi

Grazie

L’incarico dato all’amministratore ha la durata di un anno e si rinnoverà automaticamente per un altro anno quindi , una volta nominato , l’amministratore amministrerà il condominio per due anni .

Buongiorno

Per cortesia quanto dura il mandato e quanto tempo ante scadenza potrebbe essere disdetto senza penali o costi

Grazie

L'amministratore dura in carica un anno a partire dalla sua nomina.

In qualsiasi momento può essere revocato e contestualmente nominarne uno nuovo ma se viene nominato un nuovo amministratore prima della scadenza dell'incarico, non ci sono penali di pagare ma al vecchio amministratore dovete riconoscergli il compenso fino alla naturale scadenza del mandato.

Grazie - anni uno in base al 1129 cc.

Dato il tacito rinnovo-se non fosse stato precisato in sede di accordo "senza tacito rinnovo"

-Quanto tempo prima si dovrebbe "disdire"?

-Per la disdetta servirebbe richiedere apposita assemblea ( 2 condomini con 1/6 millesimi) oppure altre forme?

Grazie ancora e cordialità

Grazie - anni uno in base al 1129 cc.

Dato il tacito rinnovo-se non fosse stato precisato in sede di accordo "senza tacito rinnovo"

-Quanto tempo prima si dovrebbe "disdire"?

-Per la disdetta servirebbe richiedere apposita assemblea ( 2 condomini con 1/6 millesimi) oppure altre forme?

Grazie ancora e cordialità

Il rinnovo è espresso se l'assemblea lo riconferma con i voti.

Il rinnovo non è tacito ma automatico se l'assemblea non riesce a revocare l'amministratore e a nominarne un altro.

La revoca e la contestuale nomina di un nuovo amministratore avviene sempre in assemblea (tranne il caso di revoca/nomina giudiziale da parte del Tribunale).

Il mandato dell'amministratore non è come il contratto con l'impresa di pulizie e non richiede alcuna disdetta anticipata.

Se non volete sostituire l'amministratore prima della scadenza del mandato, trascorsi i 12 mesi in qualsiasi momento potrete chiedere la convocazione di un'assemblea straordinaria con all'ordine del giorno "nomina amministratore".

La richiesta va fatta secondo il disposto dell'art. 66 che mi pare tu conosca già (almeno 2 condòmini con almeno 1/6 dei millesimi).

Dai una lettura a quest'articolo:

http://www.anaci-verona.net/ooservatorio-riforma-condominio/

Riporto una mia interpretazione già postata in altro post:

 

1) l'art. 1129 comma 11 c.c. “l’incarico di amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata“.

Vi sono state varie interpretazioni dello stesso ma ormai è opinione comune che la durata dell'incarico sia sempre di un anno, in quanto il testo di legge presentato che palesava detta ipotesi è stato opportunamente variato (legge 220/2012) e ciò fa intendere la reale intenzione del legislatore.

Ad avallare l'ipotese di durata annuale vi è anche l'art. 66 disp. att. c.c. L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'art. 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.In mancanza dell'amministratore, l'assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria può essere convocata a iniziativa di ciascun condomino. L'avviso di convocazione deve essere comunicato ai condomini almeno cinque giorni prima della data fissata per l'adunanza.

 

art 1135 Oltre a quanto è stabilito dagli articoli precedenti, l'assemblea dei condomini provvede:alla conferma dell'amministratore e dell'eventuale sua retribuzione; all'approvazione del preventivo delle spese occorrenti durante l'anno e alla relativa ripartizione tra i condomini; all'approvazione del rendiconto annuale dell'amministratore e all'impiego del residuo attivo della gestione; alle opere di manutenzione straordinaria, costituendo, se occorre, un fondo speciale. L'amministratore non può ordinare lavori di manutenzione straordinaria, salvo che rivestano carattere urgente, ma in questo caso deve riferirne nella prima assemblea.

 

Direi che è palese che annualmente va riconfermato l'amministratore, secondo quanto disposto dall'art. 1135 e dall'art. 66 disp. att. c.c.

 

ed in ogni caso

 

art. 12 preleggi Nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse , e dalla intenzione del legislatore (2). Se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione , si ha riguardo alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe (4); se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato

×